L’ex ministro Salvo Andò prende la parola nella “scuola della democrazia”

 salvo andò,scuola della democrazia,augusta,augustanews

 

AUGUSTA – Giorno 6 febbraio 2013, presso il palazzo San Biagio in Augusta, si è tenuta una conferenza organizzata dal Liceo Classico “Mègara” e dalla fondazione Nuovo Mezzogiorno dal titolo “L’Italia è tutta da buttare via?”, primo dei quattro incontri previsti nell’ambito del Seminario di Studi  dal titolo “Scuola della Democrazia”. Ospite e relatore l’ex Ministro della Difesa Salvo Andò. Il progetto, organizzato e presentato dal professore Alfio Castro, docente di Storia e Filosofia del Liceo “Mègara”, è stato aperto dalla relazione della Dirigente Scolastica, professoressa Maria Concetta Castorina, entusiasta di aver aderito al progetto. A seguire, l’ingegnere Giovanni Ranno, rappresentante di Nuovo Mezzogiorno ad Augusta, ha sottolineato il fine del seminario come momento pubblico di riflessione sui valori della democrazia. Interessanti gli spunti di riflessione che il professore Andò ha elargito “a piene mani”: “la politica non deve essere un lavoro”, nel senso che “l’impegno politico a favore della collettività deve essere separato dalla normale attività lavorativa”, poiché nessuno dovrebbe intraprendere questa “carriera” mosso unicamente dall’intento di “lucrare”, ma dal desiderio di operare per il bene comune. In questa cornice, l’ex ministro sottolinea che “la lotta tra Partiti non deve essere un conflitto tra persone ma un confronto di idee”. A titolo di esempio, il professore Andò ha spiegato che “un tempo i partiti e le idee erano completamente estremiste (fascismo e comunismo), mentre ora ci troviamo con una moltitudine di partiti che dicono quasi le stesse cose, tuttavia non riescono a mettersi d’accordo perché mossi da individualismi personali”. E ancora il “vulcanico” ex-ministro ha affrontato il tema della cosiddetta “fuga dei cervelli”, intendendo quella triste consuetudine che vede i giovani laureati in cerca di occupazione all’estero, piuttosto che sul territorio nazionale. “Il miglior investimento è l’intelligenza, – ha detto – l’Italia non può contare unicamente su pochi comparti (ad esempio moda ed agroalimentare)”.  Il professore Andò sarà presente anche al prossimo incontro, previsto per il 4 marzo, in cui tratterà il tema “Vivere la cittadinanza”. In tale occasione sarà aperto un dibattito sui temi affrontati.

       Daniele Paradiso 

L’ex ministro Salvo Andò prende la parola nella “scuola della democrazia”ultima modifica: 2013-02-12T10:35:00+01:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento