UNITRE AUGUSTA: chiusura anno accademico 2010/11

 

Presidente 13.jpg

La ormai tradizionale serata di chiusura dell’anno accademico dell’Unitre di Augusta si è svolta presso il Teatro Comunale il 25 m.s.Con la splendida esibizione del Coro dell’Associazione, ha aperto la serata il presidente, Dr. Giuseppe Caramagno, che dopo i ringraziamenti ed i saluti a tutti gli intervenuti, ha presentato le novità più salienti che hanno caratterizzato l’anno accademico.Anzitutto la nuova sede degli incontri culturali, costituita dall’aula magna del 2° Istituto di Istruzione Superiore, “Arancio Ruitz” di Augusta, della cui disponibilità un sentito ringraziamento è stato sottolineato dall’applauso degli oltre 150 alunni presenti, rivolto al dirigente scolastico, Preside Prof. Carmelo Gulino, presente fra gli invitati.

Sono state ricordate le materie oggetto degli incontri culturali bisettimanali, dal novembre 2010 al maggio 2011. Nell’ambito delle nuove iniziative realizzate nel corso dell’anno, il presidente ha evidenziato:

·           la creazione e realizzazione di un video documentario storico sugli effetti         della 2.a guerra mondiale su Augusta con testimonianze di alcuni sopravvissuti;

·           la realizzazione del blog telematico dell’associazione, curato dalla Sig.ra   Franca Morana Caramagno e la successiva realizzazione del sito web curato dal Sig. Francesco Bari;

·           due corsi di videoscrittura, posta elettronica e navigazione in Internet con i due docenti volontari Proff. Giuseppe Blancato e Giovanni Ruta, e con l’assistenza in aula dei Sig.ri Salvatore Ponzio, Francesco Bari e della Sig.ra Franca Morana Caramagno, i quali hanno anche, successivamente ad ogni lezione, guidato gli alunni nelle relative esercitazioni pratiche;

·           la formazione del Coro della nostra associazione, composto da 30 alunni guidati e assistiti, con continue prove settimanali, dai maestri Giuseppe Bellistrì, Cristina Russo, e successivamente da Maria Grazia Morello;

·           lo screening visivo, in collaborazione con la sezione di Augusta dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, per i bambini dai tre ai cinque anni del 1° Circolo didattico “G. Pascoli” di Augusta;

·           la creazione e realizzazione per tutti i soci alunni di un tesserino associativo e identificativo, che ha successivamente consentito all’associazione la stipula, a favore degli iscritti, di successive convenzioni agevolative con esercenti di varie attività commerciali e artigianali.

 

Il presidente ha sottolineato anche alcune delle novità didattiche che sono state introdotte e apprezzate dagli alunni:

·           lezioni tenute in aula dai docenti con l’ausilio della multimedialità e quindi con proiezioni di schede sintetiche e immagini;

·           pubblicazione nel sito delle sintesi delle lezioni fornite via e-mail dagli stessi docenti successivamente all’incontro;

·           possibilità di interloquire da parte dell’alunno, tramite il sito, con il docente per chiarimenti sull’argomento oggetto della lezione.

 

Anche durante l’anno accademico 2010-2011, tenendo conto che l’uomo è un essere di relazione e che esso cresce in umanità relazionandosi, confrontandosi e dialogando con gli altri, l’Associazione si è adoperata per essere palestra di socializzazione mediante gli incontri bisettimanali in aula, le gite sociali, le serate di convivialità, la tombolata di Natale con cena a seguire, il Precetto pasquale presso la casa di preghiera dei pp Carmelitani a Villasmundo e successiva cena alla Cavaliera, con l’attività del Coro e delle esercitazioni di informatica, con l’utile strumento del sito web.

 

 Quindi il presidente, senza addentrarsi nei particolari ha accennato alle iniziative telematiche avviate a mezzo del sito, per offrire ai soci alunni occasioni di ulteriore crescità umana. Esse sono così rubricate:

·           tutti collaboratori attivi;

·           interviste a docenti, a presidenti di club service, a presidenti di associazioni di volontariato, a uomini significativi della città;

·           dialogo tra soci e dialogo tra  soci-alunni e docenti;

·           l’Unitre, la città e il nostro sito.

 

L’Associazione si è anche adoperata per favorire e alimentare la solidarietà tra i soci quasi come comportamento spontaneo e già, in parte, tra tanti compagni di classe avviene, nei casi di sofferenza fisica e/o morale. L’associazione, richiedendone la disponibilità ai soci ha assunto quasi come proprio impegno morale cittadino una attenzione particolare verso i non vedenti e gli ipovedenti mediante una concreta azione di accompagnamento quando richiesto, e una integrazione spontanea nelle serate di convivialità.  Per il prossimo anno accademico il Direttivo ha deciso di privilegiare, oltre al Coro e alle esercitazioni assistite dell’uso del computer, i seguenti laboratori di attività Unitre: Canto – Recitazione – Pittura – Ginnastica dolce – Arteterapia – Fotografia.  Il presidente ha quindi ribadito in chiusura che l’Unitre – Università delle tre Età – non è una associazione culturale generica, ma una Associazione Culturale che a mezzo delle sue attività propone, diffonde e offre ai soci, di “non più giovane età”, un nuovo stile di vita per:  “aggiungere anni alla vita”. Al termine, come in ogni buona famiglia, tutti i presenti hanno concluso la serata con un momento di simpatica e gioiosa convivialità presso La Cavaliera, con la gradita presenza di alcuni docenti ospiti.

 

     La Redazione   UNITRE AUGUSTA

 

UNITRE AUGUSTA: chiusura anno accademico 2010/11ultima modifica: 2011-06-01T18:15:00+02:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento