CONFERENZA STAMPA SUL RECUPERO DEL PESCHERECCIO INABISSATOSI IL 18 APRILE 2015

filesAUGUSTA - Il 27 giugno 2016 è stato agganciato, a 370 metri di profondità, il relitto del peschereccio inabissatosi il 18 aprile 2015,  sollevato dal fondale marino verso la superficie attraverso il modulo di recupero installato a bordo della nave Ievoli Ivory. In particolare, sulla nave San Giorgio della Marina Militare, che sta fornendo la protezione a tutto il dispositivo navale, è imbarcata oltre al personale del Gruppo Operativo Subacquei della Marina, una squadra di Vigili del Fuoco che ha il compito di effettuare i primi rilievi sul relitto e anticipare le informazioni utili alle squadre pronte a terra. Il relitto, trasportato nella rada di Augusta dalla nave Ievoli Ivory, sarà collocato all’interno di una tensostruttura refrigerata,  lunga 30 metri, larga 20 e alta 10. Inizieranno, quindi, le operazioni di recupero delle salme dal relitto da parte del personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e successivamente dal personale del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Alle ore 11.00 di oggi, verranno presentati i risultati dell’intera operazione in mare durante una conferenza stampa indetta dal Ministero della Difesa, allestita presso il “Pontile Marina Militare di Melilli” (SR) del Comando Marittimo Sicilia. I corpi saranno esaminati da esperti sanitari di varie università coordinati dalla dott.ssa Cattaneo del  Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense (Labanof), attiva nel dipartimento di Morfologia Umana e Scienze Biomediche di Medicina legale dell’Università di Milano, allo scopo di acquisire informazioni utili a creare un network a livello europeo che permetta di risalire all’identità dei corpi attraverso l’incrocio dei dati. L’attività disposta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri è resa possibile grazie alla sinergia tra Ministero della Difesa, Ministero dell’Interno, Ministero della Salute, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Commissario Straordinario per le persone scomparse, Prefettura di Siracusa e Procura della Repubblica di Catania e vede il coinvolgimento a terra di circa 150 persone al giorno tra cui personale della Marina Militare, dei Vigili del Fuoco, del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, dell’Ufficio di Sanità Marittima, Area e di Frontiera (USMAF), dell’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP), Agenzia della Dogana, oltre alle Autorità ed Enti Locali insistenti sul territorio. Il modulo di recupero è stato progettato e realizzato dalla Società “I.D.MC. Impresub – Diving and Marine Contractor S.r.l.” di Trento.

GIOVANNI E SEBY, ARGENTO E BRONZO AGLI ASSOLUTI DI RAVENNA

Camp. Ravenna 2016RAVENNA - Si sono svolti domenica scorsa a Ravenna, sul bacino della Standiana, i Campionati Italiani Assoluti e Juniores. Il 2 Senza Senior Under 23 Pesi Leggeri della Canottieri Peloro, freschi Campioni d’Italia, hanno approvato anche nella massima categoria Pesi Leggeri con un ottimo successo, classificandosi terzi. Per questo campionato l’ augustano Sebastiano Galoforo, skuller della Canottieri Peloro, dopo aver ponderato e condiviso la scelta tecnica della coach Cama, ha rinunciato al Singolo Junior, gara alla quale avrebbe gareggiato per fare il 2 Senza Pesi Leggeri con Giovanni Ficarra. I due talenti Siciliani, dopo una partenza un pò complicata, si posizionavano al terzo posto e tenevano a distanza la Canottieri Cerea, poi giunta quarta,  tagliando il traguardo dietro i vincitori della Coppa del Mondo in Due Senza Pesi Leggeri della Canottieri Saturnia e agli Olimpionici delle Fiamme Oro. Neanche il tempo per godersi il podio e il protocollo per la medaglia di Bronzo, per congiungersi con Dario Femminò e Giuseppe Minutoli, per avviarsi alla partenza del 4 Senza Pesi Leggeri. La barca messinese, un po’ a sorpresa, meritatamente si classificava seconda e portava in Sicilia la Medaglia D’Argento sul 4 Senza Pesi Leggeri, dietro al Gruppo Sportivo del Corpo Forestale dello Stato. Anche su quest’altra imbarcazione, la presenza di campioni che rappresenteranno l’Italia ai Giochi Olimpici di Rio2016. Da Martedì inizia il raduno della Nazionale Juniores, e qui l’agustano Seby dovrà dare ancora una volta il meglio per guadagnarsi un posto in barca per il Campionato Europeo di Trakai,  in Lituania.

  V.G.

Giornata del personale civile dell’Amministrazione Difesa. Il Comandante Marittimo Sicilia consegna le benemerenze di servizio

civili difesaAUGUSTA – Stamani, 28 giugno, alle ore 9 è stata celebrata la “Giornata del Personale Civile dell’Amministrazione Difesa”, presso i giardini Belvedere del comprensorio Terravecchia, alla presenza del Comandante Marittimo Sicilia, contrammiraglio Nicola de Felice, nonché delle  locali Autorità civili e militari. Durante la cerimonia è stata data lettura del messaggio augurale del Ministro della Difesa e sono state consegnate le onorificenze – medaglie e diplomi – ai dipendenti civili dell’Amministrazione Difesa che hanno raggiunto con orgoglio il traguardo dei 20, 30 e 40 anni di effettivo servizio.

GUARDIA COSTIERA DI SIRACUSA SALVA 2 RAGAZZE MIGRANTI

Guardia costiera in azioneSIRACUSA - Nella tarda mattinata di lunedì 27 giugno, la Capitaneria di Porto di Siracusa ha effettuato il trasbordo di due migranti in gravi condizioni di salute soccorsi dalla Nave Bettica della Marina Militare nei giorni scorsi. Le due giovani, rispettivamente di 15 e 20 anni, necessitavano infatti di urgenti cure mediche a causa del quadro clinico particolarmente delicato. La più piccola, infatti, accusava ripetuti episodi convulsivi, mentre la seconda riportava gravi ustioni sul 40% del proprio corpo. La sala operativa della Capitaneria di Porto, ricevuta la richiesta di evacuazione da parte del Comando di bordo, ha così immediatamente inviato sul posto la motovedetta SAR CP323 che, in brevissimo tempo, ha raggiunto la nave e trasbordato le due giovani donne. Richiesto anche l’impiego di un elicottero del 2° Nucleo Aereo della Guardia Costiera, alzatosi in volo da Catania per recuperare la giovane ustionata e consentirle di raggiungere nel più breve tempo possibile il centro ustioni del capoluogo etneo. Delicata e spettacolare allo stesso tempo l’operazione di recupero della ragazza dalla motovedetta all’elicottero a mezzo di barella, avvenuta sotto gli occhi increduli della popolazione, a poca distanza dalle ostruzioni del Porto Grande di Siracusa. A bordo del velivolo anche un medico volontario del C.I.S.O.M. (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta).Preziosa la collaborazione del C.I.S.O.M. anche nel mettere subito a disposizione delle operazioni di trasbordo a terra un ulteriore medico volontario, così come tempestivo l’arrivo in banchina del 118 per trasportare al locale pronto soccorso la più giovane delle migranti.

M.S.

PESCA DI RICCI IN FERMO BIOLOGICO. 4000 EURO DI SANZIONE E 400 RICCI CONFISCATI

Sequestro ricciSIRACUSA – Sono circa 400 gli esemplari di riccio di mare sequestrati e 4000 euro la sanzione amministrativa comminata a carico di un giovane siracusano sorpreso in flagranza mentre era intento al prelievo dell’ingente quantitativo di ricci in zona Contrada Targia. I militari della Capitaneria di Porto di Siracusa hanno atteso a lungo prima che il giovane subacqueo, immersosi alla prime ore del mattino, uscisse dall’acqua con il frutto della pesca.L’infrazione è resa ancor più grave dal fatto di essere commessa in pieno fermo biologico, che vieta severamente la raccolta, la detenzione, la vendita della preziosa specie fino alla fine del mese di giugno. Gli esemplari, ancora vivi, sono stati rigettati in mare da personale della Capitaneria di Porto a bordo del battello GC B31. Nel fine settimana controlli a tappeto anche sui ristoratori aretusei e della vicina Marzamemi al fine di verificare, oltre al rispetto del fermo biologico del riccio, anche la puntuale applicazione delle norme in materia di tracciabilità dei prodotti ittici e di corretta informazione al consumatore. I controlli proseguiranno sull’intera filiera della pesca.

AUGUSTA, INNER WHEEL, CAMBIO DI PRESIDENZA E SERATA JAZZ il 9 LUGLIO

Inner Whheel passaggio campana 2016AUGUSTA. Cambio di presidenza tra Ivana Amato e Valentina Cappiello per l’anno sociale 2016/2017, anno che apre i festeggiamenti al Trentennale della fondazione del club Inner Wheel di Augusta. Serata lieta ed elegante, onorata dalla presenza della Past President Nazionale I.W. Anna Maria Oberto, della Governatrice del Distretto 211 Delizia Alescio Scaglione, del Governatore Emerito del Rotary Concetto Lombardo e dei Rappresentanti dei club service locali e non, tra cui Caltanissetta, Noto e Siracusa. Non hanno fatto mancare la loro presenza le Autorità militari, tra cui il contrammiraglio Nicola De Felice, comandante marittimo Marisicilia, e civili del territorio. Ivana Amato ha lasciato il suo incarico, dopo un anno di lavoro ricco di eventi pregnanti, in cui la presenza e l’operato del club, sotto la sua guida, sono stati forti e costanti, in piena osservanza dei principi del club ed in continuità con l’operato delle precedenti presidenze. Dopo il cerimoniale d’apertura, ha elencato quanto realizzato e ha poi ringraziato il consiglio direttivo e le socie che non le hanno mai lesinato aiuto. Le succede Valentina Cappiello, fortemente motivata a “sentire” e ad “agire” secondo le direttive dell’International Inner Wheel, ma decisa a vivere lo spirito della Associazione in modo vivace, personale, attento all’attualità. Un programma aperto a progetti utili e stimolanti, reso gioioso dal piacere di svolgere insieme attività significative nella condivisione degli obiettivi, con la prospettiva che l’operato sia utile agli altri. Nel corso della serata sono stati assegnate delle onoreficenze: nominate socie benemerite attive, le amiche fondatrici Anita Caramagno D’Avola, Maria Salamone Danieli, Adriana De Filippo e Tina Gianino; socio onorario l’Assistente del Governatore del Rotary Distretto 2110 Gaetano Arena. Il club giunto a trent’anni di attività quest’anno ha inoltre avuto l’onore di aver espresso al Distretto 211 Italia la Governatrice per l’anno sociale 2016/2017 la past president Nadia Micalizio e come Segretaria distrettuale la past president Patrizia Fangano. Parole di elogio e compiacimento sono state espresse dalle massime cariche distrettuali e nazionali presenti, nei confronti dell’operato svolto dalle varie presidenti succedutesi in questi anni. Un club che ha saputo rinnovarsi, migliorare e stare al passo con i cambiamenti imposti dallo scorrere del tempo, un club che ancora oggi riesce ad essere con i suoi service e con il suo stile, modello d’esempio anche a livello internazionale. La presidente Valentina Cappiello e il nuovo direttivo annunciano la prima iniziativa del nuovo anno sociale. Nel contesto del progetto “Inner Wheel è…impegno per le pari opportunità. Insieme abbattiamo le barriere”, finalizzato all’acquisto di un sollevatore mobile in favore della Onlus Il Faro (Associazione Sportiva Dilettantistica Diversamente Abili Augusta), si terrà il 9 Luglio alle ore 20:00 nell’anfiteatro del Venus Sea Garden Hotel di Augusta un concerto jazz di solidarietà dal titolo “La canzone italiana d’autore”.

M. S.                                                                                           

TERZA FORMA DI PROTESTA POPOLARE PER MORTI PER CANCRO

PRISAUGUSTA. Oggi pomeriggio, 28 giugno, ore 17, in Piazza Duomo in Augusta, don Palmiro Prisutto ha invitato la gente di Augusta a restituire la tessera elettorale al Presidente Mattarella, come forma di protesta popolare, la terza nel giro di tre mesi, contro i morti per cancro. La protesta ricorda un’analoga di Prisutto di oltre vent’anni fa, quando egli spedì la propria carta di identità all’allora Presidente Cossiga.

G. C.

NAVE TREMITI ATTRACCA A PALERMO CON SEI SALME RECUPERATE DAL BARCONE ANDATO A FONDO IL 5 AGOSTO 2015

barcone migranti naufragatoE’ attraccata al Porto di Palermo la nave TREMITI della Marina Militare con a bordo sei salme recuperate sul fondale dello Canale di Sicilia in acque internazionali nei pressi del relitto di un’imbarcazione affondata lo scorso 5 agosto su un fondale di circa 60 metri. A seguito del naufragio, il 5 agosto 2015, la nave della marina militare irlandese NIAMHaveva recuperato 373 naufraghi e 26 salme sbarcate successivamente a Palermo. Nel corso delle indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica di Palermo veniva richiesto alla Marina Militare l’attività concorsuale ai fini della ricerca del relitto del natante affondato e delle eventuali salme. Il relitto del natante veniva individuato il 5 dicembre 2015 dal Cacciamine RIMINI, che ha condotto una prima investigazione sul relitto tramite veicolo subacqueo tipo PLUTO, le cui riprese videofotografiche sono state rese disponibili alla Procura incaricata per le prime valutazioni del caso. Successivamente, il 23 ed il 24 giugno scorso, con i veicoli tipo PEGASO e SIRIO del Gruppo Operativo Subacquei del COMSUBIN (Comando Subacqueo Incursori della Marina), imbarcati su Nave ANTEO, è stata condotta un’ispezione subacquea dettagliata sul natante e sull’area ad esso circostante, che ha consentito di accertare la presenza di 10 salme, di cui è stato possibile recuperarne 6 esterne al relitto, poi trasferite su Nave TREMITI, appositamente equipaggiata con sistemazioni idonee per la conservazione ed il trasporto delle salme. A causa delle pessime condizioni dello scafo, collassato su sé stesso, e quindi dell’impossibilità di operare in condizioni di sicurezza non sono potute continuare le ricerche di altre salme.

Nasce un bambino a bordo di Nave Bettica della Marina Militare

DSC_3299Alle 19.45 di ieri, 27 giugno 2016 a bordo del pattugliatore Bettica, della Marina Militare, inserito nel dispositivo nazionale di sorveglianza marittima Mare Sicuro, è nato Francois Manuel, figlio di due migranti camerunensi soccorsi dall’equipaggio. Mamma e bambino sono in ottima salute e durante il parto sono stati assistiti da un pediatra e un’ostetrica della Fondazione Francesca Rava NPH-Onlus e dall’infermiere del pattugliatore Bettica. I genitori hanno voluto ringraziare l’equipaggio di Nave Bettica aggiungendo al nome Manuel, che avevano già scelto per il piccolo, il nome di Francesco in lingua francese, nome del Comandante della nave. Il pattugliatore Bettica ha raggiunto questa mattina il porto di Vibo Valentia con a bordo 762 migranti e un neonato.

AD AUGUSTA, I MIRACOLI DELL’UNIONE CRISTIANA

alimentiAUGUSTA – Tre tonnellate di alimenti sono stati il frutto del progetto di raccolta alimentare “Pane quotidiano” promosso dall’Associazione “ Cireneo”  con la collaborazione attiva di altre quattordici organizzazioni di volontariato e/o servizio. Il capannone della caritas cittadina è stato totalmente occupato da tutta una serie di pacchi, scatole, contenitori pieni zeppi di alimenti raccolti in undici supermercati di Augusta da circa un centinaio di volontari nella mattinata di sabato 25 giugno. Commosso il Presidente della Caritas, Angelo Cerruto: “Non ho mai visto qualcosa del genere, anche in questo particolare momento di ferie estive potremo venire in qualche modo incontro alle esigenze di parecchie famiglie bisognose”. Caritas, Ordine Equestre del Santo Sepolcro, Croce Rossa Italiana,  Fraternite Misericordia e Laica Domenicana, ASD Sport Disabili, Progetto Icaro, Genitori e Figli, Rotary, Lions, Kiwanis, FIDAPA, Inner Wheel, A. Nazionale Carabinieri, tutte ovviamente sezioni di Augusta, insieme (sottotitolo del progetto), uniti ed aggregati dallo stesso spirito di fratellanza, di umiltà e carità sono stati protagonisti di ben due miracoli: 1°- in un clima di austerità e di profonda crisi economica sono riusciti a reperire un impensabile quantitativo di alimenti e 2°- hanno dimostrato alla città che l’unione fa la forza e che insieme, superando gli ostacoli comuni prodotti da invidie e gelosie, si possono raggiungere ottimi risultati. Sulla scia di tal successo, il Presidente del Cireneo ha invitato tutti i partecipanti ad approntare altri progetti di valenza sociale che possano dare in campo cittadino altri consistenti contributi sempre nel rispetto della dignità dei cittadini ed in particolare di tutti coloro i quali versano in stato di bisogno. Vista la drammacità della profonda crisi cittadina, chissà che tale episodio possa fungere da modello percorribile anche dalla locale classe politica?

  G.G.