COMMEMORAZIONE DI “SAN GIUSEPPE OPERAIO” ALL’ARSENALE MILITARE DI AUGUSTA

dav

AUGUSTA – E’ un’antica tradizione, ogni anno, commemorare “San Giuseppe operaio” all’Arsenale Militare Marittimo di Augusta. La stessa affonda le sue radici nel tessuto operaio delle maestranze dello Stabilimento che rinnovano, sino ai nostri tempi, questa traccia di fede e di cristianità. La cerimonia, anche quest’anno, 19 marzo 2018, si è svolta all’insegna della sobrietà, più sensibile alla ritualità religiosa che all’appariscente vanità esteriore. Vuole significare, simboleggiare, la figura di S. Giuseppe dell’Arsenale, l’operosità, il lavoro, la coesione della famiglia dei lavoratori, in genere, che svolgono silenziosamente il proprio lavoro nella grande fucina arsenalizia. L’evento ha avuto inizio con il Simulacro del santo tratto dalla splendida “nicchia” incastonata in un antico passaggio ad arco di pietra “giuggiulena” del possente muro spagnolo che attraversa l’Arsenale e che, a suo tempo, limitava il perimetro, a sud-ovest della città federiciana fortificata. Opportunamente, la funzione religiosa ha avuto luogo nell’ampio locale dell’officina Motori, officiata dall’Arcivescovo di Siracusa, Mons. Pappalardo, accresciuta dal coro dei cantori della “Jubilaeum” di Augusta, diretta dal maestro Luigi Trigilio (foto in basso). L’alto prelato, nella sua omelia ha definito San Giuseppe “uomo giusto e operoso”, strumento in terra a compiere i disegni e la volontà di Dio. Di seguito, il significativo intervento dell’Amm Giuseppe Sica, direttore pro tempore dell’Arsenale. Sintetizzando, in premessa, la positiva attività dello Stabilimento nel pregresso 2017, ha sottolineato che “in termini di programmazione, l’Arsenale si prepara ad essere pronto a potere ospitare le nuove navi e mezzi della Marina Militare, ed acquisire nuove capacità sia nelle competenze interne che esterne, intese quali forze sostanziali ad assicurare le funzioni istituzionali”. Preannuncia, poi, che “si renderanno disponibili spazi per la Scuola Allievi Operai, sistemi avanzati e più funzionali per la Sezione Bacini, per il carenaggio delle unità navali, l’ammodernamento dei sistemi, tutti, sostanzialmente mirati a migliorare sia i servizi interni che esterni.” Ha posto, altresì, in rilievo che l’Arsenale, nell’ambito della propria attività tratterà con molta attenzione la gestione ambientale. Interessante il passaggio del “progetto alternanza scuola-lavoro”, vale dire che studenti delle scuole di Augusta – Siracusa – Catania, parteciperanno a corsi formativi presso l’Arsenale, per un arricchimento reciproco con i lavoratori dell’Arsenale, confidando così una solida

dav

sinergia lavoro-scuola. Di forte spessore, la conclusione dell’intervento, laddove auspica che maestranze e compagine militare, tutti insieme, sapranno assumersi i difficili compiti in tutti i settori operativi per conseguire traguardi d’eccellenza. La cerimonia si conclude con il simulacro del Santo portato in processione all’interno dell’Arsenale con, al seguito, le autorità civili e militari e un gran numero di operai. Abbiamo nutrito fiducia sulle potenzialità dell’Arsenale di Augusta, sempre fonte di benessere dell’indotto cittadino. E in questa occasione, analizzando quanto prospettato dall’ Amm. Sica nel suo intervento, conferma tale fiducia, anzi, ci rassicura, perché in avvenire, questa grande “fiducia di lavoro” continuerà a essere uno dei fulcri solidi e duraturi dell’economia locale, che sprona a non perdere la spinta per approdare a lidi sempre più sicuri, accompagnati dalla protezione di San Giuseppe, oggi tanto onorato.

   Francesco Migneco

COMMEMORAZIONE DI “SAN GIUSEPPE OPERAIO” ALL’ARSENALE MILITARE DI AUGUSTAultima modifica: 2018-03-20T21:52:24+01:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento