UN ACCORATO APPELLO DEL DOTT. GIUSEPPE D’ONOFRIO: “SI NEGA IL DIRITTO DI ACCESSO ALLE CASE DEI RESIDENTI INVALIDI AL CENTO PER CENTO”

AUGUSTA, VIA MARINA DI LEVANTE O VIA DI MARINA FRANANTE?

29391768_1011328715687442_1816415601_oAugusta. Prima ancora che si insediasse l’attuale amministrazione comunale penta stellata, per un quinquennio il tratto di collegamento fra la Via Xifonia e la Via Marina di Levante è stato transennato per anni, a causa dell’incombente pericolo di frana. Poi furono compiuti i lavori di consolidamento, ma per poco e di nuovo il transennamento che, dura ormai da un biennio, come ci ricorda in una nota indirizzata a noi il lettore Giuseppe d’Onofrio, medico radiologo, che sottolinea: “Sono ormai trascorsi due anni dal transennamento a causa del continuo franare anche di questo tratto di pendici del golfo Xifonio, nell’indifferenza che si potrebbe ormai ritenere colpevole e non più giustificabile dell’amministrazione Comunale 5 Stelle. Tutto ciò nonostante le continue richieste di interventi dei residenti e di associazioni cittadine, per impedire danni ambientali ingravescenti e incidenti che purtroppo si stanno ormai verificando sempre più spesso. Interventi inizialmente semplici, ma nel tempo sempre più complessi e costosi, che impediscono allo stato attuale il diritto all’accesso alle abitazioni di residenti, anche con invalidità del 100 x100. Le pendici di levante sono, a prescindere dei diritti di chi paga le tasse, un patrimonio della città. Lo scarica barile degli uffici competenti   adducendo scuse di ipotetiche altrui competenza, ma forse purtroppo, di mera incompetenza, stanno ormai raggiungendo il limite di una ragionevole pazienza.
Sicuro dell’onestà morale come importante strumento di informazione della nostra Città, porgo a questa cortese direzione i mie più sinceri, saluti in attesa di un vostro riscontro. Giuseppe d’Onofrio”.

 

UN ACCORATO APPELLO DEL DOTT. GIUSEPPE D’ONOFRIO: “SI NEGA IL DIRITTO DI ACCESSO ALLE CASE DEI RESIDENTI INVALIDI AL CENTO PER CENTO”ultima modifica: 2018-03-25T19:41:46+02:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento