LA MARINA MILITARE CELEBRA IL GIORNO DELL’UNITA’ NAZIONALE E GIORNATA DELLE FORZE ARMATE

Le celebrazioni si svolgeranno anche a Siracusa e Augusta, alla presenza del Comandante Militare Marittimo di Sicilia 

caserme aperte-2Anche quest’anno la Difesa si appresta a celebrare la ricorrenza del 4 novembre per ricordare il “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze armate”. In 28 città italiane si terranno cerimonie militari e iniziative quali “Caserme Aperte” e “Caserme in Piazza” con il coinvolgimento delle amministrazioni comunali. Gli appuntamenti – Ore 09.00 – Chiesa del Pantheon di Siracusa: deposizione di una corona d’alloro alla lapide del Milite Ignoto da parte del prefetto di Siracusa , Giuseppe Castaldo e del Comandante Militare Marittimo Sicilia, Amm. Nicola de Felice. / Ore 09.30 – Piazzale IV Novembre antistante la sede della Capitaneria di Porto di Siracusa: alzabandiera; minuto di raccoglimento in memoria dei caduti; lettura dei messaggi pervenuti; consegna onorificenze. / Ore 11.30 – Monumento ai Caduti in Piazza Castello ad Augusta: alzabandiera; lettura dei messaggi pervenuti; deposizione di una corona d’alloro da parte del Sindaco Di Pietro e del Comandante Militare Marittimo Sicilia, Amm. De Felice; consegna onorificenze. Numerose quindi le iniziative organizzate per celebrare la giornata che segnò la fine di quella che allora venne definita la “Grande Guerra”, per ricordare la data in cui andò a compimento il processo di unificazione nazionale che, iniziato in epoca risorgimentale, aveva portato alla proclamazione del Regno d’Italia il 17 marzo 1861. Con il Regio decreto n.1354 del 23 ottobre 1922, il 4 Novembre fu dichiarato Festa Nazionale. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto”, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma. Le celebrazioni del 4 novembre saranno accompagnate anche dal video Noi per Voi  un messaggio chiaro, che rafforza il rapporto di fiducia e affetto tra i cittadini italiani e le Forze Armate, rapporto che si è accresciuto e consolidato nel tempo.

Mariangela Scuderi

“NUOVA ACROPOLI” E LA GIORNATA MONDIALE DELLA FILOSOFIA 2017

giornata mondiale della filosofia-augusta-srAUGUSTA – C’è chi con la filosofia non vuole avere nulla a che fare, perché subita passivamente a scuola. C’è chi non l’ha mai conosciuta ma c’è pure chi ha sempre sentito una tensione innata verso il pensiero dei saggi. Nell’epoca dei social network la filosofia, scienza di chi ama la saggezza, fortunatamente ci accompagna ancora. I filosofi del passato e del presente rimangono caposaldo nel cercare le risposte alle domande che tutte le generazioni si pongono, suggerimenti concreti per direzionare in qualche modo la nostra esistenza. Avvicinarsi alla filosofia significa, allo stesso tempo, trovare in essa una fidata compagna di viaggio lungo questa bella opera avventurosa che è la vita.“Io e la filosofia” è l’evento per chi desidera vivere un incontro che accompagni al di là della banalità, per accedere alla conoscenza più profonda degli eventi, delle persone, del mondo, della vita. Nuova Acropoli, ancora una volta, riporta la signora delle scienze in mezzo alla gente, dove è nata, per le strade, nella mente e nelle parole di uomini cercatori di senso e destinazioni per l’umanità come gli antichi filosofi e come molti di noi. Nuova Acropoli invita tutti, perciò, a partecipare gratuitamente ai diversi eventi che si terranno in città. Da venerdì 10 novembre, alle ore 18.30, con il convegno L’universo, l’Uomo, il Senso della Vita, presso il salone del Circolo Unione di Augusta, Piazza Duomo 5, in cui interverrà il dottor Maurizio Ternullo, astronomo, don Luca Saraceno, parroco della Chiesa Madre S.Paolo di Solarino e la professoressa Adriana Pricone, presidente Nuova Acropoli Augusta. Gli altri eventi presso la sede associativa di Nuova Acropoli Augusta, in  viale Italia 262 Augusta, tutti alle ore 18.30. Sabato 18 novembre, cineforum Il Club Degli Imperatori”. Sabato 25 novembre, l’Incontro Culturale “Filosofi a Confronto”; Platone Spinoza e Kant, per discutere su alcune tra le grandi domande della filosofia e infine lunedì, 27 Novembre, la presentazione del corso di Filosofia Attiva.

L’AUGUSTANO DI MARE AL “BELLINI FESTIVAL” DI CATANIA

Di Mare baritonoCatania. Sera di novembre, nona edizione del Bellini Festival, ovvero il Festival Belliniano della Città di Catania, fondato nel 2009, dal regista e scenografo italiano Enrico Castiglione insieme alla Provincia di Catania, in collaborazione con il Comune di Catania, la Regione Siciliana, il Teatro Massimo Bellini, l’Università degli Studi e l’Arcivescovado, si conclude, come da tradizione con una nuova, importante e ricca “Maratona”. Alle 20.30, a ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili, all’interno della cattedrale l’atteso tradizionale Concerto che il 3 novembre ha concluso la nona edizione del Bellini Festival. Il Concerto, offerto ogni anno in omaggio a Vincenzo Bellini, nel giorno esatto del suo compleanno, quest’anno al 216°, dedicato alla memoria di Mons. Nunzio Schilirò, fondatore e Maestro della “Cappella Musicale del Duomo di Catania”, scomparso lo scorso anno e già protagonista di tanti concerti del Festival Belliniano diretto da Enrico Castiglione, con  la partecipazione di artisti d’eccezione quali la soprano  turco-italiana Gonga Dogan, il tenore Filippo Micale, il baritono Giovanni Di Mare, di Augusta,  già acclamati dal pubblico internazionale al Teatro Antico di Taormina, accompagnati per l’occasione dal pianista Francesco Drago. Un programma ricco e variegato, a Catania di grande interesse per il pubblico che ama Bellini e la lirica. Al pianoforte Francesco Drago, pianista di fama internazionale che per la prima volta si esibisce a Catania per il Festival Belliniano.

M.S.

AD AUGUSTA NESSUN PALCO PER I COMIZI

TRIBERIO: “MAI ACCADUTO. LA GIUNTA 5 STELLE PIU’ UNA TEME LA DEMOCRAZIA. LE “SCUSE” DEGLI ELETTORI MDP A DI MAIO, SBATTUTO IN PERIFERIA
di maioAugusta. A Londra c’è un angolo dove, in ossequio al concetto di democrazia, chiunque può parlare liberamente di qualsiasi cosa, ovviamente nella reciprocità, nel senso, cioè, che gli spettatori possono contraddire l’oratore. Molti personaggi politici e non solo hanno parlato in Hyde park corner, com’è denominato. In occasioni di competizioni elettorali, le amministrazioni comunali hanno sempre approntato un palco, in Piazza Duomo o in Piazza Castello, per consentire agli esponenti politici di parlare. Quest’anno, no.  I partiti politici hanno improvvisato, ma la cosa non è andata giù a Giancarlo Triberio, ex PD, oggi MdP, consigliere comunale che ha rilasciato questa nota: “Non so cosa l’amministrazione comunale tema di più, fra i programmi politici degli avversari o i comizi del Movimento. Ma sono sicuro che la sindaca Cettina Di Pietro e la sua giunta 5 Stelle più Una hanno paura della piazza, quando non gli serve per scattarsi i selfie da postare su Facebook. Non trovo altra spiegazione al fatto che questo Comune è l’unico a non avere messo a disposizione dei candidati un palco dal quale rivolgersi agli elettori. Non era mai accaduto in questa città né durante le precedenti amministrazioni, né durante i commissari. E non accade oggi in nessun’altra città di questa provincia, e dell’intera Sicilia forse (il dubbio nasce dall’esistenza di altre amministrazioni elette dai grillini), che alle forze politiche non venga fatto trovare uno spazio di democrazia dove parlare agli elettori. L’autoritarismo antidemocratico e illiberale esercitato in Consiglio Comunale, dove le forze d’opposizione sono state spesso messe a tacere o, ancora peggio, oggi sono apertamente minacciate, ora si rivolge contro gli elettori. Spazi elettorali allestiti in ritardo e assegnati a pochi giorni dal voto, mentre la loro maggioranza si “assegnava” d’imperio addirittura un’aiuola di propaganda all’ingresso di Augusta. Nessun palco allestito per agevolare l’esercizio del diritto di parola, favorendo di fatto di chi si può permettere di spendere per affittare sale conferenze o intere pizzerie. Persino Luigi Di Maio è stato sbattuto all’estrema periferia, dopo averne annunciato la presenza in piazza Duomo, probabilmente per tenerlo il più lontano possibile da quel Palazzo di Città dove il M5S mal governa insieme al peggiore renzismo camuffato da “tecnico”. A nome del circolo cittadino di ArticoloUno Movimento Democratico e Progressista porgo le scuse dei nostri elettori al vicepresidente della Camera, per il modo indegno con cui verrà accolto da una città che è sempre stata campione di accoglienze e di democrazia. Giancarlo Triberio, consigliere comunale Art.1 Mdp”.

     M.S.

ALLA PRESENZA DEL MINISTRO FRANCESCHINI, IL MASSIMO BELLINI PRESENTA UN RICCO CARTELLONE PER LA PROSSIMA STAGIONE

BIANCO FRANCESCHINI BARBAGALLO AL BELLINIxCATANIA. Capolavori immortali accanto a novità assolute, come Storia di una capinera, firmata da Gianni Bella e Mogol, dal romanzo di Giovanni Verga. Grande repertorio che non esclude dunque un’incursione nel musical d’autore. Una programmazione – cinque opere e due balletti – che punta su famosi protagonisti del panorama musicale internazionale, da Gianluigi Gelmetti a Patrizia Ciofi, a Gunther Neuhold a Daniela Schillaci. E il progetto Teatro Bellini Festival, nel segno del sommo compositore catanese. Insomma: “Vanno in scena le emozioni”, come recita lo slogan della ricca e variegata Stagione lirica 2018, che l’Ente Autonomo Teatro Massimo Bellini ha presentato ieri sera al pubblico e alla stampa nel magnifico foyer. Un’occasione importante alla quale ha assicurato la propria presenza Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. A fare gli onori di casa, sono intervenuti: Enzo Bianco, nella doppia veste di Sindaco di Catania e Presidente del Teatro; Anthony Barbagallo, Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, organo tutorio dell’ente; il Sovrintendente del Bellini Roberto Grossi e il Direttore artistico Francesco Nicolosi. In questi ultimi due anni il Teatro Massimo Bellini ha saputo crescere in misura esponenziale.

Continua a leggere

GIORGIO CÀSOLE SULL’AMICIZIA, A CATANIA

me stesso alla galleria Katàne 18 10 2018Catania. Invitato dalla catanese associazione “Amici dell’arte”, presieduta dalla pittrice Sarah Angelico, il docente augustano Giorgio Càsole, nella galleria d’arte Katàne, in Via Umberto 244, a Catania, ha intrattenuto il pubblico degli artisti e dei soci con una relazione interattiva sul tema dell’amicizia, dai filosofi greci antichi al sociologo italiano contemporaneo Francesco Alberoni. Càsole ha recitato con autentico pathos l’episodio della morte di due amici leggendari, Eurialo e Niso, celebrati dal poeta Virgilio nel IX libro del poema epico latino per antonomasia, cioè l’Eneide, mentre alcune poesie sull’amicizia, tratte dalla raccolta poetica “Vibrazioni”, dello stesso Càsole, sono state recitate da uno dei soci della galleria, suscitando consensi anche sui social, come questo commento della pittrice Antonella Tornello: “Pomeriggio magnifico in galleria per la presenza del prof Giorgio Càsole, che ci ha parlato dell’amicizia, del suo significato più profondo. Alla fine il professore ci ha donato una sua performance recitativa sulla morte di Eurialo e Niso, con un brano tratto dall’Eneide di Virgilio. Grande, professore Càsole e un grazie sempre a Sarah Angelico”. Alla fine, conviviale fra amici a base di pizza e birra.

Mariangela  Scuderi

AUGUSTA, L’INNER WHEEL E LA TERAPIA CON ANIMALETTI

inner wheel con AccollaAugusta. Bellissima iniziativa dell’Inner Wheel di Augusta sulla petterapy, “Un pesciolino per amico” rivolta ai più piccoli. Tutti gli Istituti Comprensivi di Augusta hanno aderito all’iniziativa finalizzata alla raccolta fondi da investire nelle scuole con obiettivi di interesse per la comunità scolastica. Ogni Istituto avrà quindi l’opportunità di raggiungere l’obiettivo che si è prefisso. L’iniziativa è stata accolta con gioia da tutti i bambini che hanno dimostrato grande entusiasmo nell’accogliere i pesciolini. Ancora una volta l’Inner Wheel Club di Augusta, guidato dalla Presidente Adriana Corbino Giudice, in sintonia con il tema internazionale dell’Anno Inner “Leave a lastingLegacy”, ha lasciato un segno

M.S.

L’Aeronautica Militare alla “Next generation Aviation Training Conference” di Ragusa

Gli istruttori del 41° Stormo di Sigonella parlano delle loro esperienza di addestramento al volo

Foto di gruppo 1Ragusa. L’Aeronautica Militare (AM) ha preso parte al convegno dal titolo “Next generation Aviation Training Conference – Evidence Based Training – state of the art”, organizzato dall’Istituto Tecnico Commerciale e Aeronautico Statale “Fabio Besta” di Ragusa. L’evento si è tenuto nei locali del Besta in collaborazione con l’azienda innovativa Cognitive Technologies and Services (COGTECH) e il contributo, oltre che dell’AM, dell’Autorità per l’Aviazione Civile (ENAC), della Società Nazionale Assistenza al Volo (ENAV), della compagnia aerea nazionale Alitalia e dell’agenzia nazionale per la sicurezza aerea dell’Olanda. La conferenza è stata l’occasione per un focus sui nuovi piani di formazione ed addestramento dei piloti professionisti dell’EASA (European Aviation Safety Agency) ed ha consentito di evidenziare come la “formazione per competenze”, già parte degli strumenti operativi del mondo scolastico, sia fondamentale nella costituzione di professionalità ad alto rischio e qualificazione. La formazione basata sull’evidenza (Evidence Based Training – EBT) nasce dalla necessità di sviluppare un nuovo paradigma per la formazione sulle competenze e la valutazione dei piloti di linea, basata appunto sulle esperienze (eventi realmente accaduti) verificatesi nel corso degli anni. A rappresentare l’AM sono stati gli istruttori dell’86° Centro Addestramenti Equipaggi (CAE) del 41° Stormo Antisom di Sigonella. Il Tenente Colonnello Pilota Vincenzo Ferrara, durante il proprio intervento, ha parlato dell’esperienza in campo militare sulla EBT, dell’evoluzione del sistema di addestramento in AM e nello specifico dell’addestramento degli equipaggi del 41° Stormo, ieri sul velivolo P-1150A Atlantic, e oggi sul nuovo sistema d’arma P-72A. Il 41° Stormo Antisom di Sigonella, gerarchicamente dipendente dall’Ufficio dell’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, è dotato di velivoli “BR-1150 Atlantic” e “P-72A” con i quali garantisce la propria missione primaria consistente nel contrastare la minaccia subacquea e navale e nel fornire il servizio di ricerca e soccorso (SAR) in mare a lungo raggio, mantenendo sotto controllo, a protezione delle principali vie marittime, le unità navali subacquee e di superficie potenzialmente ostili. Inoltre, assicura il controllo del traffico mercantile nell’ambito delle operazioni contro il terrorismo internazionale ed il supporto alle attività di controllo dei flussi d’immigrazione clandestina dai quadranti meridionali del mediterraneo, garantendo giornalmente la copertura delle ampie zone di mare d’interesse, la tempestiva localizzazione dei profughi in mare e un costante intervento SAR in caso di sinistro marittimo e/o naufragi. Il 41° Stormo è strutturato con un Ufficio Operazioni, l’88° Gruppo Volo, l’86° Centro Addestramento Equipaggi e il Gruppo Efficienza Aeromobili (GEA). L’86° CAE è stato fondato il 01/12/2003, concentrando in un unico gruppo gli istruttori di specialità Antisom e gli operatori di bordo di maggiore esperienza, allo scopo di creare un Ente che curasse l’addestramento iniziale dei Piloti, Operatori di bordo ed Operatori di sistema del 41° Stormo, nonché il mantenimento dell’appropriato livello tecnico professionale e standardizzazione degli equipaggi di volo dei velivoli Breguet 1150 Atlantic e del P-72A.

M.S.

Augusta aderisce alla strategia internazionale Rifiuti Zero

Discaric2Augusta. Con delibera di Giunta il Comune di Augusta entra ufficialmente nella famiglia della strategia Rifiuti Zero che prevede azioni concreti per una corretta e sostenibile gestione dei rifiuti. La strategia prevede 10 passi: dalle iniziative di riduzione della produzione dei rifiuti, il riuso, il riciclo, l’incentivazione alla differenziata, il porta a porta tutti passi che i cittadini di Augusta stanno ormai sperimentando da quasi un anno e che ci consentono di aderire ufficialmente a questa famiglia di più di 300 Comuni che in tutta Italia praticano i dieci passi come concreta alternativa all’incenerimento dei rifiuti dimostrando, tra l’altro, che queste politiche consentono anche di ridurre i costi del servizio e quindi le tasse ai cittadini aumentando contestualmente la qualità del servizio stesso. ”Aderiamo adesso” afferma l’assessore all’Ambiente Danilo Pulvirenti “perché il percorso è avviato, nonostante le difficoltà dovute alla mancanza cronica di impianti di compostaggio che non ci consente di avere stabilità di conferimento, abbiamo attivato diverse iniziative atte a ridurre a monte la produzione dell’organico attraverso il compostaggio diffuso nelle abitazioni, nella casa di reclusione e adesso anche nelle scuole con l’intento di coinvolgere quante più persone. Abbiamo attivato i meccanismi premiali con gli eco punti e il CCR mobile siamo passati in quasi tutto il territorio dalla raccolta a cassonetto al porta a porta. Questi sono solo alcuni dei passi concreti intrapresi da questa amministrazione che grazie alla collaborazione dell’ATI Megarambiente e degli operatori ecologici, la collaborazione degli uffici comunali e il prezioso contributo dei cittadini sta dimostrando che anche un comune grande come Augusta può cambiare atteggiamento nella gestione dei rifiuti”. L’amministrazione Comunale sarà infine presente a Campi di Bisenzio, in provincia di Firenze, nell’incontro internazionale Rifiuti Zero durante il quale verrà comunicato il nostro lavoro e la recente adesione. Infine Il Sindaco Cettina Di Pietro afferma: “Nel ringraziare i cittadini virtuosi e tutti gli attori di questo obiettivo raggiunto rivolgo un appello a quei cittadini che ancora non hanno compreso il cambio di passo e che sono ancora restii a partecipare a questo cambiamento: autodenunciatevi, ritirate i mastelli  e solo così si potrà pagare meno e si potrà rendere un servizio sempre migliore”.

     M.S.

AUGUSTA, KIWANIS, MORELLO LASCIA DOPO DUE ANNI, PISASALE ANNUNCIA GRANDI EVENTI

kiwanAugusta. Dopo due anni di intensa attività, Domenico Morello, dirigente dell’ex Provincia regionale, ha lasciato il timone del Kiwanis club cittadino per cederlo a Giuseppe Pisasale, che sarà presidente per il 2017-2018, mentre per l’anno dopo sarà l’architetto Sebastiano Gulino. Il passaggio della campana, così viene definita la cerimonia rituale del passaggio delle consegne fra un presidente e l’altro, ha coinciso con il cinquantesimo anniversario della presenza in Italia, del Kiwanis, sodalizio di derivazione americana, come i confratelli Rotary e Lions. Il compito che il Kiwanis si è prefissato su scala internazionale è quello della tutela dei bambini e uno dei “servizi” più importanti è quello di eliminare dalla scena mondiale il tetano materno-infantile. Durante il biennio della presidenza Morello il Kiwanis di Augusta ha organizzato varie iniziative a favore dei bambini, tanto d’aver istituito al proprio interno la figura del garante dei bambini anche per meglio dialogare con le istituzioni comunali.

Continua a leggere