I PRODROMI DEL TERRORISMO ISLAMICO – di Giorgio Càsole

Salman RushdiePossiamo dire che i prodromi dell’attuale terrorismo islamico sono da individuare nell’intolleranza dei musulmani verso qualunque occidentali osi “toccare” il fondatore? Nel 1989 uno scrittore anglo-indiano, Salman Rushdie, pubblicò un lungo (e noioso) romanzo dal titolo “I versi satanici”, nel quale descrive, secondo il suo estro, un episodio minore di Maometto. Maometto, che fondò l’islamismo, fondendo elementi dell’ebraismo e del cristianesimo, tanto da riconoscere Gesù come profeta, figlio di Maria, sostenne d’aver avuto dall’arcangelo Gabriele, – attentii!- figura biblica ebraica (eppure i musulmani odiano e combattono gli ebrei), una rivelazione, da cui discenderebbe il Corano. Anche l’ebraismo e il cristianesimo si basano su “rivelazioni” divine: ecc, perché sono definite religioni rivelate, come sono definite monoteiste, perché fondate sull’adorazione di una sola divinità, chiamata “IO SONO nell’ebraismo, Allah nell’islamismo, Dio-padre nel cristianesimo. Il romanziere, ripeto romanziere, Rushdie nel suo romanzo ha scritto che la “rivelazione” dell’arcangelo a Maometto fu di natura demoniaca. Tanto bastò, quasi un trentennio fa, per scatenare l’ira dei musulmani di tutto il mondo, tanto che fu lanciata contro lo scrittore una fatwa: qualunque musulmano avrebbe potuto uccidere tranquillamente Rushdie che, da quel momento, dovette cambiare residenza, nascondersi e circolare sotto scorta. Gli stessi musulmani del Regno Unito organizzarono roghi simbolici del romanzo e pretesero e ottennero che le copie già in vendita fossero ritirate dalle librerie.

Giorgio Casole

PREMIO NAZIONALE DI CULTURA “CASTELLO SVEVO” ALL’AUGUSTANO GUAGLIARDO-GIORDANI IL PAVAROTTI D’ORO 2017. NEL 1986 CI FU IL PRIMO RICONOSCIMENTO – di Cecilia Càsole

Marcello_giordaniAugusta – Il prestigioso premio “Pavarotti d’oro” andrà quest’anno al tenore augustano Marcello Guagliardo, in arte Marcello Giordani, il 10 ottobre 2017, alle 20,30 , al teatro comunale “Bonifazio Asioli” di Correggio, in provincia di Reggio Emilia, dove ci sarà un Grande Concerto Vocale Benefico con l’ Orchestra sinfonica  “Giuseppe Verdi” di Parma, diretta dal M° Paolo Andreoli  per rendere più solenne la 10a edizione del Pavarotti d’oro 2017 a che,  durante la serata, sarà consegnato a Marcello Guagliardo, con la seguente motivazione: “Marcello Giordani, tenore. Ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano come Rodolfo in “La Bohème” nel 1988 e al Metropolitan di New York come Nemorino in” L’ elisir d’amore” nel 1993. La sua grande preparazione tecnica e musicale gli permette di coprire un vasto repertorio che va dal bel canto di Bellini, Donizetti e Rossini, ed il lirismo del repertorio operistico francese, alle opere di Puccini e Verdi e più recentemente al verismo italiano con “Cavalleria Rusticana” e “I Pagliacci”. All’Arena di Verona debutta nel 1991 come Duca di Mantova in “Rigoletto” con Leo Nucci. Fra le più recenti interpretazioni il suo debutto come Paolo il Bello in una ripresa di Francesca da Rimini di Zandonai al Metropolitan; Faust nell’opera omonima di Gournod; Radames in Aida a Vienna; Calaf in Turandot al Teatro dell’Opera di Roma. Can tanti ospiti della serata saranno i cantanti Elisa Maffi, soprano, vincitrice del premio Callas 2017, Francesca Sartorato, mezzo soprano, Andrea Zaupa, baritono.

Continua a leggere

L’AUGUSTANO SALVATORE GALATI AL “FORMAT TV MUSIC SHOW DI POMEZIA”

AGalatiugusta. L’augustano Salvatore Galati ha partecipato al Format tv Music Show di Pomezia, in provincia di Roma, con altri artisti che sono in cerca di affermazione, come lui che, da anni, si è specializzato, diciamo così, nell’ “interpretazione” di Adriano Celentano, sia nell’abbigliamento che nelle movenze, oltre che, ovviamente, nell’esecuzione di  canzoni del popolare molleggiato. Recentemente, Galati ha partecipato a una “presentazione “di cantanti locali, organizzata dall’accademia YAP diretta da Marcello Guagliardo-Giordani. La “presentazione”, nel salone del Circolo Unione, è avvenuta davanti  al noto maestro televisivo Beppe Vessicchio (con lui qui nella foto).

NEUTRALIZZATI AD AUGUSTA 13 PROIETTILI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

SdaiAugusta. I palombari del Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei e incursori della Marina Militare distaccati presso il Nucleo S.D.A.I. di Augusta (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi), hanno condotto una delicata operazione subacquea nelle acque antistanti il litorale di Contrada Gallina  (Avola, Siracusa) tesa a neutralizzare numerosi pericolosi ordigni esplosivi. A seguito di una segnalazione da parte di un pescatore in apnea della presenza di 2 probabili manufatti esplosivi, la Capitaneria di Porto di Siracusa ha provveduto ad interdire la navigazione nel tratto di mare interessato alla bonifica per motivi di sicurezza e informare la Prefettura di Siracusa che ha richiesto un intervento di bonifica d’urgenza al Gruppo Operativo Subacquei (GOS) della Marina Militare. I palombari si sono immersi per ricercare ed effettuare il riconoscimento degli oggetti segnalati, ma anziché due soli contatti hanno individuato e identificato 2 proiettili di grosso calibro2 di medio calibro e 5 di piccolo calibro, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale e posti a 3 metri di profondità e 10 metri dalla scogliera.

Continua a leggere

Furto e ritrovamento di un natante, rubato ad un’imbarcazione da diporto di bandiera inglese – Salvataggio di un assistente bagnanti in difficoltà sul proprio pattino

NATANTEAugusta-Brucoli.Avvenuto il furto di un natante, utilizzato come mezzo di servizio (c.d. tender) di un’imbarcazione battente bandiera straniera, è stata immediatamente inviata  in zona un’unità navale militare della Guardia costiera  impegnata nell’operazione MARE SICURO.Dopo aver perlustrato il litorale, l’unità navale è riuscita a ritrovare il natante rubato, che era stato occultato all’interno del porto-canale di Brucoli, nell’interstizio tra un peschereccio ivi ormeggiato, e la banchina.Il natante ritrovato è stato immediatamente riconsegnato al legittimo proprietario, dopo averne appurato la titolarità, relazionando dell’accaduto l’Autorità Giudiziaria.Successivamente, il predetto battello GC A79, è stato inviato al largo del lido Las Vegas, in zona Vaccarizzo, poiché un assistente bagnanti, che aveva appena recuperato due bagnanti in difficoltà sopra un materassino, si è trovato egli stesso nell’impossibilità di guadagnare la riva, a causa delle non agevoli condizioni meteo-marine. Tutti i tre i malcapitati sono stati soccorsi dall’unità navale della Guardia Costiera, che li ha riportati a riva.Rimane sempre alta l’attenzione della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta nell’assicurare la salvaguardia della vita umana in mare, e nel contrasto alle attività illecite.

   Mariangela Scuderi

Augusta. Nuova denuncia all’Autorità giudiziaria di soggetti che, sul web, hanno ingiuriato la Guardia Costiera

mv-cpAugusta. In séguito a una multa, sul litorale di Agnone Bagni, di una sanzione amministrativa per violazione di una disposizione regionale di polizia demaniale, che vieta di transitare e sostare con animali in spiaggia, è stata appurata la pubblicazione, sul web, di dichiarazioni ingiuriose nei confronti dei militari della Guardia costiera che hanno fatto la multa. Per tale ragione, gli autori delle dichiarazioni saranno deferiti all’Autorità giudiziaria per le ipotesi di reato di diffamazione aggravata perché commessa nei confronti di pubblici ufficiali. Non è la prima ingiuria sul web contro i militari che, ancora una volta, hanno  denunciato gli autori delle ingiurie. “A tale proposito”, dice il capitano Boellis, “si ritiene di dover ricordare come il mezzo mediatico sia, come noto, uno strumento assai potente, giacché i relativi fruitori possono essere in numero particolarmente rilevante. Proprio per tale ragione, le dichiarazioni dispensate sullo stesso dovrebbero essere accuratamente soppesate, allo scopo di evitare non solo ipotetici fraintendimenti ma, soprattutto, l’eventuale proferimento di contumelie: non vi è infatti alcuna spersonalizzazione nell’usodi tale mezzo mediatico, giacché tale presunta mancanza di individualizzazione è solo apparente, per l’appunto, non sussistendo, conseguentemente, alcuna esenzione da responsabilità”. La Guardia costiera continua a svolgere l’operazione “Mare sicuro”.

Mariangela Scuderi

Conferenza sul traffico di influenze illecite nel territorio – a cura di Giovanni Intravaia

2235370702Nell’elegante cornice di un resort del territorio si è tenuta una prima conferenza in occasione della presentazione di un ciclo di incontri  sul tema dei reati rivisitati e introdotti dalla Legge “Severino”. Il promotore degli interessantissimi  eventi, l’avv. Giovanni  Intravaia (nella foto), presidente dell’Osservatorio Cattolico “Pro Iure et Iustitia”  dopo i saluti e i ringraziamenti di rito rivolti al folto pubblico degli invitati  ha così esordito <<Facilitatore è un sostantivo maschile che indica chi facilita, rende agevole il conseguimento di qualcosa>>. Questa la definizione data dal dizionario Treccani.  Nel suo libro “Il facilitatore”, Sergio Rizzo analizza una nuova figura che emerge naturalmente nelle dinamiche della nuova corruzione consociativa, basata sulle consulen­ze e sui favori, più che sulle classiche tangenti in denaro.  Chi è il «facilitatore»?  È colui che sta al centro di una fitta rete di conoscenze, interessi, legami che avvincono il potere legale a quello illegale, l’economia e la politica alle associa­zioni mafiose e ai poteri massonici. Il «professionista» deve portare ordine nella confusione, creando il collegamento tra chi ha il compito di decidere e chi deve attuare le decisioni, tra chi presenta un’istanza e chi la deve valutare.  Il suo ruolo è «far, funzionare le cose, facendole scivolare lungo il binario giusto».  Il facilitatore non è però un’invenzione letteraria, ma un operatore, a cavallo fra il grottesco e il drammatico, che compare sistematicamente nelle più importanti indagini sulla moderna corruzione, quale soggetto che deve age­volare i rapporti tra i diversi mondi che, nella moderna forma assunta dal fenomeno corruttivo, sono uniti da le­gami stabili e strutturati.  Nel nuo­vo contesto la tangente non è la remunerazione di uno specifico favore, ma una pratica diffusa e preventiva che vede il burocrate o il politico pronto a risolvere proble­mi, a sbloccare pratiche, ad «aiutare» a tutto ‘tondo l’im­prenditore amico nei rapporti con gli uffici della Pubbli­ca Amministrazione. Insomma, non si vende l’atto, ma la funzione o qualità del pubblico ufficiale. Il giuramento di fedeltà allo Stato è tradito alla radice e, con esso, la digni­tà di chi l’ha prestato. La complessità delle trame e delle relazioni «istituzio­nali» richiede, quindi, la presenza di un soggetto dotato di un’ampia rete di amicizie e di conoscenze, in grado di intervenire nei procedimenti di formazione della volontà dell’amministrazione e di mettere in contatto politici, bu­rocrati, imprenditori ed esponenti del mondo criminale. E, in definitiva, un «mediatore amministrativo», rigorosamen­te bipartisan, capace di raggiungere politici e amministra­tori, di aprire tutte le porte e di avere la meglio sugli infer­nali meccanismi della burocrazia.

    G.T.

 

AUGUSTA, “MARE SICURO” CONTINUA FINO AL17 SETTEMBRE

mv-cpAugusta. Si è giunti ormai quasi alla fine della stagione balneare, ma non per questo diminuisce l’attenzione che il corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera (autorità preposta alla tutela della sicurezza marittima) pone sull’attività di vigilanza volta a far rispettare quelle fondamentali e imprescindibili regole, che sono alla base di una serena e sicura fruizione del mare. Il capitano di fregata Antonio GIUMMO, comandante in II^, e il capitano di corvetta Alberto BOELLIS, capo servizio operativo, hanno presentato il bilancio dell’attività svolta dai militari della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta, sia per mare, per mezzo delle 5 motovedette assegnate, che a terra alle più comuni condotte irregolari, così quantificate: 12 soccorsi effettuati a favore di bagnanti e diportisti; 650 controlli complessivi in tema di rispetto della vigente ordinanza di sicurezza balneare; 20 sanzioni amministrative contestate a seguito di illeciti perpetrati in violazione al codice della navigazione, al codice della nautica da diporto e all’ordinanza citata; 33 persone tratte in salvo; 54 bollini blu rilasciati. L’operazione MARE SICURO 2017 continuerà fino al 17 settembre, e la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Augusta continuerà ad assicurare, giornalmente, l’attività di controllo sia via mare, che per terra, al fine di garantire il rispetto della Legge.

Mariangela Scuderi

Secondo appuntamento del ciclo itinerante programmato da Taobuk nelle Isole Minori

Andrea-Vitali-300x224PANTELLERIA – Lo hanno paragonato a Giovannino Guareschi, Mario Soldati, Piero Chiara. Ma il suo riferimento – ci tiene a dirlo – è semmai Giovanni Arpino. Certo le sue pagine sono percorse da un inedito virtuosismo narrativo che la critica letteraria ha definito “puro piacere”. Parliamo di Andrea Vitali, lo scrittore comasco che il 2 settembre, a Pantelleria, animerà il secondo appuntamento del ciclo itinerante programmato da Taobuk nelle Isole Minori. Un altro grande autore italiano è dunque chiamato a bissare lo straordinario successo riscosso, appena due settimane fa, da Alessia Gazzola nel primo incontro organizzato a Salina. «La bussola del nostro viaggio punta ora a Sud, al Mare di Sicilia, sui cui si staglia l’isola dei giardini panteschi e dei dammusi, pronta a ospitare una rassegna che si pone tra le eccellenze culturali, grazie a progetti e nomi di altissima caratura, come appunto Vitali e la Gazzola». Lo sottolinea l’Assessore regionale Anthony Barbagallo, da due anni alla testa dell’Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, che promuove e sostiene la manifestazione. «L’obiettivo è allargare il parco letterario siciliano all’arcipelago che circonda l’isola madre, spingendoci dalle Eoline tirreniche fino a Pantelleria, avamposto d’Africa. Vogliamo così esaltare l’insularità come condizione privilegiata della civiltà mediterranea, per incrementare il segmento del turismo culturale» ribadisce l’assessore Barbagallo.

Continua a leggere

GYROTONIC OPEN DAY A SPAZIORTIGIA: UNA GIORNATA DEDICATA AL BENESSERE FISICO E SPIRITUALE

D. PatricolaSiracusa – Gyrotonic come toccasana del corpo e dello spirito. Una disciplina complessa e affascinante che, per la prima volta in modo esclusivo, viene praticata nel cuore del centro storico siracusano. Venerdì 8 settembre dalle ore 10,00 alle ore 18,00 spaziOrtigia di Daniela Patricola, in via della Maestranza 52, inaugurerà un open day dedicato all’apprendimento del metodo Gyrotonic. Sarà una giornata di lezioni gratuite individuali che, al rientro dalle vacanze estive, darà modo ai partecipanti di conoscere e provare una tecnica ancora poco conosciuta nel territorio. Il Gyrotonic permette di sviluppare le potenzialità atletiche di ginnasti e danzatori, ma attende anche alla cura di chiunque sia alla ricerca di un reale equilibrio psico-fisico. Prende spunto dalla danza, dallo yoga, dal nuoto e dal tai-chi, basandosi su movimenti tridimensionali eseguiti in modo circolare con l’utilizzo di attrezzature idonee all’esatto svolgimento degli esercizi. I suoi benefici sono molteplici: consente una maggiore stimolazione cardio-vascolare, permette di liberare le articolazioni riducendo i micro-traumi da stress, rafforza le fasce muscolari, riassesta la colonna vertebrale ai fini di una corretta ed elegante postura. Inoltre i movimenti del Gyrotonic sono fluidi, estensivi, armoniosi, sincronici alla respirazione e producono un totale rilascio energetico del corpo. “È una ginnastica intelligente – spiega Daniela Patricola – perché con il minimo sforzo si produce una grande potenza corporea”. La danzatrice contemporanea e performer teatrale, giunge all’apprendimento del metodo Gyrotonic al Living Balance Studio di Palermo conseguendo la certificazione finale a Munstertal, in Germania, sotto la guida del master trainer Pietro Gagliardi del White Cloud Studio di Roma.

Continua a leggere