DICHIARAZIONE DEI GIOVANI DEMOCRATICI DELLA PROVINCIA DI SIRACUSA SULLA QUESTIONE AUTORITÀ PORTUALE

Pippo CannavàAUGUSTA – Dopo le diverse posizioni assunte da diversi deputati di tutti gli schieramenti politici, anche i giovani democratici della federazione di Siracusa manifestano il loro dissenso per le scelte del governatore Crocetta sulla vicenda dell’assegnazione a Catania della sede dell’Autorità di sistema portuale per la Sicilia orientale Augusta-Catania per i prossimi due anni. Il segretario provinciale Tiziano Spada dichiara: ” E’ inammissibile che la provincia di Siracusa venga privata di tale prestigio solo per questioni puramente politiche. I danni di queste scelte scellerate le subiscono solo ed esclusivamente i cittadini e l’economia del territorio. Ci uniamo al fronte di protesta che si auspica un passo indietro del Governatore che porti a un dialogo costruttivo sul territorio”. Giuseppe Cannava presidente della direzione provinciale dei giovani democratici aggiunge: “La presidenza dell’autorità portuale rimanga ad Augusta, il presidente Crocetta ritiri la richiesta fatta a Delrio di consegnare a Catania la presidenza dell’autorità portuale”; continua Cannavà “Ci uniamo alla scelta della mobilitazione di venerdì, ma se questa non sarà sufficiente saremo pronti a fare altro”. Aggiunge Manuel Mangano segretario cittadino dei giovani democratici: “La decisione del presidente Crocetta appare del tutto scellerata e troppo simile a una scelta legata a giochi politici più che ad essere stata determinata da una profonda analisi delle differenti caratteristiche dei porti che fuori da ogni dubbio avrebbe consegnato nelle mani di Augusta il primato dell’AdSP”. I Giovani Democratici di Augusta, da sempre sensibili alle problematiche che attanagliano la città, aderiscono alla manifestazione che si terrà venerdì 10.

DICHIARAZIONE DEI GIOVANI DEMOCRATICI DELLA PROVINCIA DI SIRACUSA SULLA QUESTIONE AUTORITÀ PORTUALEultima modifica: 2017-02-09T16:27:17+00:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento