AUGUSTA E IL SOGNO DEL SENATORE

Pino Pisani, dopo 50 anni, farà rivivere  la speranza incarnata nel 1968 da Salvatore Vinci?

Pino-PisaniAugusta. Ormai è ufficiale. L’augustano Pino Pisani, radiologo, in occasione delle elezioni politiche del 4 marzo, sarà candidato al Senato per il Movimento 5 Stelle nel collegio Ragusa-Siracusa. Dopo cinquant’anni, gli augustani potrebbero rivivere la speranza di un loro concittadino a Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica. Nel 1968, infatti, Augusta coltivò quella speranza grazie a Salvatore, detto Turi, Vinci, candidato al Senato per il Movimento Sociale Italiano. Vinci, un marcantonio, con una pelata mussoliniana, in anticipo sui nostri tempi, esponente d’una famiglia aristocratica locale, conquistò 8.519 voti. Dal confronto dei voti riportati da ciascun partito nelle liste per la Camera e per il Senato risulta evidente che Vinci ebbe i consensi di molti elettori di ciascuno schieramento ideo logico. Il sogno fu, però, di breve durata. Vinci non ce la fece, perché, per una manciata di voti, non scattò il seggio per il collegio. Pino Pisani, già vicesindaco e assessore all’ambiente nell’attuale Giunta pentastellata di Augusta, ce la farà a incarnare quella speranza nutrita dagli augustani nel 1968? Certo, dopo mezzo secolo, tante cose sono cambiate. E’ vero che i sogni muoiono all’alba, ma è anche vero che a volte s’avverano.

AUGUSTA E IL SOGNO DEL SENATOREultima modifica: 2018-01-29T15:28:15+01:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento