AUGUSTA, A SAN GIUSEPPE INNOGRAFO INCONTRO DI PREGHIERA ECUMENICO E INTERELIGIOSO

San Giuseppe InnnografoAugusta. Venerdì’ 9, alle ore 19.00,nei nuovi locali della parrocchia dedicata a San Giuseppe Innografo, nell’àmbito dei programmi per la settimana della Stella Maris, si terrà un incontro ecumenico  con Tati Sgarlata, Attivista per la pace “Farsi costruttori di pace”, Carlo D’Antoni, parroco di Bosco Minniti a Siracusa,“Ecumenismo e dialogo interreligioso fioriscono nell’incontro delle persone”,- Imam Mufid, Moschea di Catania, Riflessione e preghiera della Comunità Musulmana, Pastora Ioana Ghilvaciu, Comunità Battista e Valdese di Siracusa e Floridia, Riflessione e preghiera e della Comunità Battista, Rappresentante Avventisti del Settimo Giorno, Riflessione e preghiera della Comunità Avventista,- Monaco buddhista, Riflessione e preghiera e della Comunità Buddhista,- Padre Enzo Zagarella, Cappuccino, Riflessione e preghiera e della Comunità Cattolica. Saranno presenti altri rappresentanti di religioni e denominazioni cristiane. Animeranno la preghiera cori di bambini delle comunità parrocchiali di Augusta. Si terminerà con un momento di festa e convivialità fraterna.

   Mariangela Scuderi

AUGUSTA, LA DIFFERENZIATA ANCHE NEI MERCATI DI QUARTIERE

mastelli_differenziata_augusta-675x350Augusta. ”Raccolta Differenziata, Augusta: Operatori Mercatali, tocca a voi!”. Questo è l’ultimissimo  slogan lanciato dalla società “Augustasidifferenzia” per la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Dopo l’avvio del sistema porta a porta in una parte del territorio, adesso è la volta degli Operatori Mercatali che si approcceranno a partire dai prossimi giorni al nuovo servizio di Raccolta Differenziata augustana., Questo il commento entusiastico della società : “Questa è la Augusta di oggi, una città che si sta distinguendo in tema di Raccolta Differenziata e rispetto per l’Ambiente e che, un pezzo alla volta, sta imparando a migliorarsi e a porsi come un buon esempio per il territorio e per i comuni circostanti. Utenze domestiche e non domestiche sono già all’opera da diversi mesi, adesso è necessario regolare il servizio nei mercati settimanali e giornalieri della città. “Il prossimo 8 Giugno alle ore 6,00 avrà inizio la Raccolta Differenziata nell’area mercatale del “Giovedì” in Via B.Buozzi. Gli operatori dei mercati riceveranno una guida alla raccolta con le opportune indicazioni e, man mano che produrranno i propri rifiuti durante l’attività di vendita, dovranno conferirli nei sacchi in dotazione, differenziando i materiali. I sacchi dovranno essere depositati a fine vendita presso i punti di raccolta individuati nell’area mercatale. L’indomani, 9 Giugno, inizierà il servizio presso le aree dei mercati giornalieri, con lo stesso sistema . In questo caso invece, i rifiuti differenziati saranno ritirati entro e non oltre le 13.30 direttamente dalla postazione di ogni operatore mercatale giornaliero. “Confidiamo nella fattiva collaborazione degli operatori “– afferma Danilo Pulvirenti, Assessore all’Ecologia – “ i mercati sono luoghi in cui inevitabilmente si producono tanti rifiuti, differenziarli è una necessità, oltre che un obbligo, per trasformare in risorse ciò che fino a ieri ha reso la città sporca e indecorosa. Siamo certi che con questo ulteriore passaggio, Augusta sarà sempre più bella e i cittadini sempre più soddisfatti”.

M.S.

AL VIA LA III EDIZIONE DELLA MARISICILIA CUP

mmAUGUSTA – Nei locali  del Club Nautico di Augusta, si svolge oggi la conferenza stampa di presentazione delle attività a carattere sportivo e culturale correlate con le regate veliche della III edizione della Marisicilia Cup e della XI edizione della Xifonio Cup. Alla conferenza parteciperanno il Comandante Marittimo Sicilia contrammiraglio Nicola de Felice, il sindaco di Augusta  avv. Maria Concetta di Pietro, il presidente del Club Nautico Augusta Dottor Sebastiano Ventura e il presidente dell’associazione ICOB Alessandro D’Oscini. L’impegno della Marina Militare nelle attività di promozione e coesione è sempre attivo e volto allo sviluppo e alla promozione della didattica marinaresca a favore della collettività. Proprio per promuovere questi valori, il Comando Marittimo Sicilia (MARISICILIA) ha organizzato degli eventi e delle manifestazioni che si svolgeranno dal 9 al 11 giugno 2017, in concomitanza delle regate, presso il Comprensorio Terravecchia di Augusta. Le regate veliche si svolgeranno nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 nello specchio acqueo che collega il Golfo Xifonio alla piccola frazione e suggestivo borgo di pescatori di Brucoli. Anche quest’anno la “diretta in web-streaming” della regata velica racconterà le interessanti e spettacolari fasi della partenza, commentate dal vivo con ospiti e interviste da Piazza delle Grazie già dalle ore 10.00 di sabato e di domenica, oltre alla diretta streaming su augustaeventi.it. All’insegna dell’amore per il mare, il golfo Xifonio sarà il teatro di molteplici iniziative che renderanno questi due giorni particolarmente interessanti: dalle acrobazie freestyle dei windsurf  all’evoluzioni in aria dei kitesurf, dall’esercitazione di recupero naufrago dei reparti specializzati della Marina Militare  per passare al raduno zonale della classe Optimist sulle cui quale avviene il “battesimo” dei futuri skipperalle regate tecniche della classe 555 FIV. All’interno del comprensorio Terravecchia, il programma dell’Open Day vedrà altresì effettuate interessanti conferenze, dimostrazioni ed esercitazioni dei Palombari della Marina, di unità di salvamento cinofile in acqua, esibizioni sportive, raduno auto d’epoca, mostra statica di aeromodellismo, esposizione di quadri d’autore e numerosi street food dove si possono gustare tipici specialità locali e regionali. Domenica sera uno spettacolo musicale farà da cornice alla premiazione delle regate, nonché la chiusura della manifestazione e dell’open day edizione 2017 di MARISICILIA.

     M.S.

FINALE CHAMPIONS AL MAXISCHERMO IN PIAZZA A TORINO

419261-995x662C’erano anche ragazzi di Augusta ad assistere alla finale Champions davanti al maxi schermo in piazza S. Carlo a Torino quando per cause ancora da accertare, forse il botto di un petardo o il boato del cedimento di una ringhiera, si è scatenato il panico tra la folla che ha cominciato a correre senza meta nel delirio della psicosi da attentato. La testimonianza di quanto accaduto e degli attimi di terrore ci arriva da Fabrizio Saraceno, 21 anni, studente del Politecnico di Torino che insieme agli amici augustani, si trovava proprio in Piazza S.Carlo a vedere la partita. “Eravamo al centro della piazza, io con altri ragazzi di Augusta, alcuni studenti del politecnico e altri dell’Università di Torino, e altri ragazzi venuti apposta da Augusta per la finale Champions. Non ci siamo nemmeno resi di quello che stava succedendo. Stavamo guardando lo partita che era circa 80esimo minuto quando c’è stato un botto e la gente ha cominciato a correre verso di noi. L’unica cosa che abbiamo fatto, quindi, è stato correre anche noi.  Dalle ricostruzioni apprese sino ad oggi è emerso che il fragore udito dalla massa dei tifosi derivasse proprio dal crollo di una ringhiera così descritta da Francesco: “Questa ringhiera era una grata che copriva delle scale. Cè un parcheggio sotterraneo in piazza S. Carlo che era chiuso, la ringhiera andava a chiudere quelle scale, e quanto ho capito alcune persone sono caduti al di là della ringhiera ceduta. Sul momento abbiamo sentito solo il botto. Inizialmente si diceva che fosse una bomba perché la gente gridava “ bomba bomba scappate” poi subito dopo si è pensato a una persona che sparava con la pistola. Gente che cadeva, la folla che spingeva. Io sono caduto sopra una persona, però per fortuna non mi sono fatto nulla, solo una sbucciatura al ginocchio, ma gli altri ragazzi alcuni hanno subito escoriazioni e tagli per i cocci del vetro delle bottiglie rotte.” “Quando si vede la folla che improvvisamente ti viene contro, nel panico l’unica cosa che puoi fare è scappare. Sapevano solo la direzione dove andare che era opposta a quella dello schermo. Era una massa che si spostava tutta insieme. Poi dopo 100-200 metri ci siamo distribuiti tutti nelle varie vie, con gli altri miei amici ci siamo persi quasi subito. Abbiamo passato la notte a chiamarci l’un l’altro per sapere cosa ci fosse successo. Molti sono stati medicati nei pronti soccorso vicini. Io non ho avuto bisogno di medicazione ma un ragazzo ha dei punti nel braccio, una ragazza ha dei punti sia nel braccio che nelle gambe per le ferite causate dai cocci di vetro a terra. L’abbiamo vissuto come ci fosse stato un attentato. Da questa esperienza ne traggo che vogliamo reagire, non vogliamo chiuderci in casa o avere paura. Vogliamo vivere tutte le esperienze che ci si prospetta la vita”.

  G.C.

L’AERONAUTICA MILITARE E LA CORNICE DI SICUREZZA DEL VERTICE G7 DI TAORMINA

Il Tricolore della PAN sopra il Teatro Greco di Taormina saluti i Capi s...Firma albo d'onore Presidente USAUomini e mezzi dell’Aeronautica Militare hanno concorso al potenziamento delle attività di sicurezza, di prevenzione e controllo dei siti e degli obiettivi sensibili, messo in atto dalla Difesa in supporto al Ministero dell’Interno, in occasione della riunione G7 dei Capi di Stato e di Governo di Taormina del 26 e 27 maggio scorso. In tal senso, per contribuire a garantire il regolare svolgimento del Vertice, l’incolumità della popolazione e dei partecipanti nel complesso dispositivo di protezione dell’area interessata all’evento, l’AM ha implementato le misure di sorveglianza e difesa dello spazio aereo, costituendo un Comando di Componente Aerea (ACC) che ha coordinato tutti gli assetti dell’AM in campo. L’ACC, operando dal Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico (FE), si è avvalso di una struttura “avanzata e replicata” presso l’Aeroporto di Sigonella, composta da un Deployable Air Operation Center (AOC-Forward) e dal Deployable Air control system, Recognized air picture production center, and Sensor fusion post (DARS), per l’esercizio del controllo tattico delle componenti aeree. La capacità di controllo dello spazio aereo è stata incrementata attraverso l’utilizzo di sistemi radar mobili di difesa aerea rischierati per l’occasione dalla 4ª Brigata Telecomunicazioni e sistemi per la difesa aerea e assistenza al volo di Borgo Piave e dal 2° Stormo di Istrana. Da Trapani sono stati attivati pronti al decollo i velivoli Eurofighter F2000 del 4° Stormo di Grosseto, 36° Stormo di Gioia del Colle, 37° Stormo di Trapani, mentre da Sigonella gli elicotteri HH101 – HH139 del 15° Stormo di Cervia, gli elicotteri HH212 del 9° Stormo di Grazzanise, i velivoli P-72A del 41° Stormo, gli aeromobili del 31° Stormo di Ciampino per concorso al trasporto VIP, i velivoli APR del 32° Stormo di Amendola (FG) per attività di intelligence sorveglianza e ricognizione. Nel periodo 25-28 maggio, è stato attivato altresì il dispositivo di massima attenzione durante il quale sono state implementate tutte le predisposizioni già in atto con l’aggiunta di velivoli – sempre in volo – del 14°Stormo e con assetti del Reparto Supporto Tecnico Operativo alla Guerra Elettronica “ReSTOGE” di Pratica di Mare. A Taormina, già dal mese di febbraio 2017, l’AM ha iniziato ad approntare le sedi stanziali e il rischieramento del dispositivo dove sono state attuate tutte le predisposizioni logistiche per permettere l’atterraggio delle delegazioni G7, provenienti in elicottero dall’Aeroporto Militare di Sigonella. Il 3° Reparto Genio Campale AM di Bari Palese ha costruito due elisuperficie: la prima definitiva in contrada Bongiovanni nei pressi della piscina comunale e la seconda, provvisoria, in grelle di alluminio in località Piano Porto. Inoltre, sono state allestite tre piazzole temporanee presso la località di Calatabiano (CT).

Continua a leggere

“A PORTE APERTE”, PERSONALE DI SANDRA RIZZA ALLA GALLERIA QUADRIFOGLIO

locandina-800x800SIRACUSA – Venerdì 16 giugno alle ore 18,30 nella Galleria Quadrifoglio Arte contemporanea (Via Santi Coronati 13, Ortigia) sarà inaugurata una personale dell’artista siracusana Sandra Rizza dal titolo “A porte aperte”, a cura di Mario Cucè. L’autrice espone una serie di disegni a matita o a tempera su carta e su cartoncino, concepiti come opere a sé stanti o assemblati come installazioni e disposti liberamente nello spazio espositivo, che raffigurano concetti geometrici, forme e linee, comunicando all’osservatore l’aerea impressione di trovarsi in un luogo aperto. Così l’artista illustra il significato del proprio lavoro, in una nota esplicativa: «Spazi senza limiti, mentali si scoperchiano ad un angolo visuale o pensabile come la cupola di un osservatorio stellare. Si abbattono muri e confini per aprirsi all’incontro sociale ideale e materiale attraverso cui ogni uomo ha modo di confrontarsi con se stesso e con gli altri. Il segreto dell’esistenza? Un incrocio di destini di percorsi inconsci e casuali che creano ordine nel disordine, senso nel non senso». Una mostra, questa, che prova a risalire all’origine del concetto di spazio, alla sua relazione fisica e mentale con il soggetto che lo percepisce, per arrestarsi dinanzi a una domanda che resta inevitabilmente aperta, sospesa: «non so se sta dietro al pensiero la linea, più dietro o più avanti, ancora più avanti».  Un interrogativo, questo, che porta l’opera d’arte a sconfinare nel mistero del reale, come osserva l’artista Francesco Lauretta, autore del testo inserito nel dépliant della mostra: «Le geometrie sono offese dello spazio, sono domande e risposte del creato. Al cospetto il pensiero è tremulo. Sandra sfilaccia le forme e si lascia come fosse la prima volta a ‘sapere’ delle cose». La mostra, aperta fino al 30 giugno, potrà essere visitata da martedì al sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle 20.00.

CHIUSURA DELL’ANNO ACCADEMICO 2016 – 2017 UNITRE

UNITRE2AUGUSTA – Come al solito, nel corso della serata del 29 maggio scorso, durante la cerimonia di chiusura dell’anno accademico nell’Aula Magna del 2° Ist. Di Istruzione Superiore ”A. Ruiz” di Augusta, affollata dai tanti soci-alunni della ns. Associazione, dagli amici ospiti, da una rappresentanza di docenti e relatori, dai responsabili dei vari laboratori di attività e dalla responsabile del Comitato ricreativo, si respirava il senso dell’allegria e l’orgoglio dell’appartenenza. Il presidente Caramagno ha dato il via invitando i presenti alla recita della preghiera di San Francesco di Assisi, e successivamente, diretti dal Maestro Accettullo, al canto gioioso dell’Inno ufficiale delle Unitre italiane e dell’Inno nazionale. Egli ha ringraziato la Sig.ra dirigente dell’Istituto ospitante, Prof.ssa Maria Concetta Castorina, e quindi gli intervenuti: docenti e relatori, rappresentati di club service, corrispondenti della stampa, soci e loro ospiti.

Continua a leggere

AUGUSTA, LUNGOMARE LIBERATO, IL CCR MOBILE ALLA GIORNATA ECOLOGICA DEL 2 GIUGNO

riciclo-italia-sicilia-male-classifica-Augusta. 2 Giugno, ancora una volta  si è svolta ad Augusta, la Giornata Ecologica con il Lungomare Liberato. Il successo dell’iniziativa registrato nei due precedenti appuntamenti spinge a fare sempre meglio per restituire alla cittadinanza il proprio territorio in veste ecologica. Infatti, in questa occasione, che ha coinciso con la giornata della Vela organizzata dal Club Nautico, il Lungomare è stato chiuso al traffico veicolare ed è  stato possibile, per i più piccoli, godere della mobilità sostenibile anche in mare con mini corsi di vela educando alla cultura ambientale virtuosa. Il Comune di Augusta e MegarAmbiente hanno presenziato in Piazza Unità d’Italia in mattinata con un CCR mobile dotato di sistema di pesatura sul posto, per dare la possibilità ai cittadini di conferire i propri rifiuti di Raccolta Differenziata, relativamente alle tipologie Carta e Cartone, Lattine, Vetro, Imballaggi in Plastica, e accumulare tanti Eco-Punti al fine di ricevere una decurtazione in bolletta Ta.Ri.

     Mariangela Scuderi

AUGUSTA, PAUL CONNETT: STRATEGIA RIFIUTI ZERO

riciclo-italia-sicilia-male-classifica-Augusta. Con i saluti del sindaco di Augusta , Di Pietro, si sono aperti i lavori della conferenza internazionale dal titolo “La strategia Rifiuti Zero: i dieci passi verso la sostenibilità” che ha avuto luogo nel settecentesco salone di rappresentanza del Comune di Augusta, venerdì 26 maggio. Tanti i relatori che hanno illustrato lo stato dell’arte del progetto Fare con Meno (nato per la prevenzione e minimizzazione dei rifiuti urbani) che vive in sinergia con il servizio di raccolta differenziata porta a porta. “È  una rivoluzione che vede protagonisti i cittadini e rende noi orgogliosi”. L’ha affermato Di Pietro,   confermato da Paul Connett in persona, attivista, ricercatore, noto in tutto il mondo per essere l’ideatore della strategia RIFIUTI ZERO. Ad accompagnare Connett è stata Patrizia Lo Sciuto, vicepresidente Zero Waste Italy, associazione che fa da connettore e ponte per le diverse realtà ambientaliste nel mondo. Coinvolgere i giovani, sensibilizzare alle tematiche di inquinamento in mare, passare dall’era delle discariche a quella delle buone pratiche e  trasformare l’egocentrismo in ecocentrismo. Queste le missioni di Zero Waste Italy.  Tra gli ospiti  il sindaco di Ferla, Michelangelo Giansiracusa, che nella sua cittadina ha fatto realizzare una casa del Compost con un conseguente smaltimento a km zero della frazione organica.  L’assessore all’Ambiente del Comune di Augusta, Danilo Pulvirenti, promotore dell’incontro, ha moderato e cucito insieme tutti gli interventi dei relatori illustrando i risultati di un ambizioso progetto che ha come motto “Il miglior rifiuto è quello che non si produce”.  Francesco Ruta (DATANET società aggiudicatrice del piano comunicazione) ha annunciato l’imminente pubblicazione di brochure informative sulle diverse azioni poste in essere,  di video esplicativi e inoltre il lancio di un’app per smartphone dedicata e gratuita. Presente anche  Paolo Guarnaccia dell’Università di Catania, ricercatore in agronomia e coltivazioni erbacee, eccezionalmente nel ruolo di traduttore.  Davanti a una platea formata da addetti ai lavori, autorità, cittadini e allievi delle scuole, Paul Connett, di casa in Italia  per le battaglie contro gli inceneritori, “Dio ricicla, il Diavolo Brucia”, ha  elencato i dieci passi verso la sostenibilità : la separazione alla fonte tra risorse e rifiuti, la raccolta porta a porta, il compostaggio, il riciclo della frazione umida, i centri di riuso e riparazione, gli incentivi economici, le iniziative per la riduzione dei rifiuti, la separazione della frazione residuale, un miglioramento del design industriale e infine la discarica temporanea. E’ in cantiere un centro di riuso e riparazione per offrire una seconda vita ai beni di consumo.

    M.S.

CONCLUSO IL SUPPORTO ALLA SICUREZZA PER IL G7 A TAORMINA

d5715144-1e7a-440d-86a4-0ba643712d2e5Medium60218884-fc40-4f08-afd6-423be1f65e0e21MediumTAORMINA – Termina oggi il G7 a cui gli uomini e mezzi delle Forze Armate hanno fornito il concorso per il potenziamento delle attività di sicurezza, di prevenzione e controllo dei siti e degli obiettivi sensibili in supporto al Ministero dell’Interno, in occasione della riunione dei leader a Taormina, il 26 e 27 maggio.Per l’evento le Forze Armate hanno messo in campo un contingente militare interforze di circa 3.300 unità per il rafforzamento dei dispositivi di sicurezza, che resteranno in vigore fino a domenica sera. Al summit annuale, che ha visto la partecipazione dei Capi di Stato e di Governo delle 7 Nazioni maggiormente industrializzate, le Forze Armate hanno fornito un dispositivo interforze articolato su un Comando della Forza, enucleato dal Comando Operativo di vertice Interforze, e tre componenti operative (terrestre, marittima e aerea) per garantire il regolare svolgimento del Vertice, l’incolumità della popolazione e dei partecipanti all’evento. Il Capo di Stato Maggiore della Difesa ha sottolineato che “garantire la sicurezza per il G7 è stata una ulteriore dimostrazione della eccezionale capacità delle Forze Armate e delle Forze dell’Ordine ad operare in maniera integrata. Un successo straordinario reso possibile dalla professionalità e dall’abnegazione dei nostri militari“. Sin dall’inizio, l’Esercito, su indicazione della b24ac917-6de5-4961-a31b-517c0344e8283MediumPrefettura e insieme alle altre Forze dell’Ordine, ha supportato la realizzazione di servizi di vigilanza e sicurezza per circa 100 obiettivi sensibili nell’area di Taormina. Gli uomini e le donne della Brigata Aosta hanno presidiato tutte le stradine di accesso al centro di Taormina e le aree ritenute maggiormente sensibili, mettendo a frutto l’addestramento e la pluriennale esperienza maturata nelle Operazioni sul territorio nazionale e in quelle nei Teatri Operativi all’estero. La Marina Militare ha schierato un dispositivo di sorveglianza e protezione di carattere polivalente, efficace sia in alto mare, con il Cacciatorpediniere Francesco Mimbelli che ha agito da scudo al largo delle acque antistanti Taormina, che lungo la fascia litoranea, grazie all’azione combinata del Cacciamine Rimini, incaricato di sorvegliare le acque rivierasche con il sonar ad altissima frequenza. Presenti anche i palombari del Gruppo Operativo Subacquei, che hanno messo in sicurezza tutte le infrastrutture sensibili disseminate lungo la costa. df2c8c16-ee0b-4c96-8d09-154b508201f629MediumL’Aeronautica Militare ha contribuito a potenziare la difesa aerea e la gestione dello spazio aereo con l’impiego del Comando di Componente Aerea (Air Control Command), mettendo anche a disposizione aerei per il Combat Air Patrol e per il rifornimento in volo, elicotteri quali Slow Mover Interceptor e il Reparto Mobile di Comando e Controllo e Radars. Inoltre, ha provveduto alle predisposizioni logistiche per l’atterraggio delle delegazioni, realizzando, nelle settimane antecedenti il summit, le elisuperfici e tutto l’occorrente per garantirne un autonomo funzionamento, mentre l’Aeroporto militare di Sigonella è stato impiegato per l’atterraggio e accoglienza  delle delegazioni. Sono stati infine impiegati assetti ad alta connotazione specialistica, come Team Counter Improvised Explosive Device Disposal per la ricerca e la bonifica di ordigni esplosivi in ambiente terrestre, marittimo e subacqueo, unità navali in supporto associato e una componente delle Forze Speciali.

   Carmelo Savoca