AUGUSTA, OSPEDALE, I ROTARIANI DONANO CARRELLO EMERGENZE

Ospedale aAugusta. All’’ospedale Muscatello di Augusta si è svolta la cerimonia di consegna di un “carrello per la gestione delle emergenze” donato dai Rotary Club di Augusta e di Lentini e dal Distretto Rotary 2110 Sicilia-Malta all’Unità operativa di Oncologia di Augusta. L’iniziativa si inquadra nell’àmbito dei progetti promossi dalla Rotary Foundation, che è il braccio operativo del Rotary International, e che quest’anno celebra i 100 anni dalla fondazione, con il coordinamento dell’oncologo Fabrizio Romano.Alla cerimonia hanno presenziato il direttore generale della Azienda sanitaria provinciale,  Salvatore Brugaletta, il direttore dell’Unità operativa complessa di Oncologia medica, Paolo Tralongo,  il governatore del distretto Rotary 2110, Nunzio Scibilia, il suo predecessore Concetto Lombardo, l’assistente del governatore Cettina Pipitone Voza, i presidenti dei Rotary Club di Augusta e Lentini, Giuseppe Pitari e Giuseppe Fuccio di Sanzà, e altri soci rotariani  dirigenti e personale medico. Il Rotary “non  è nuovo  a iniziative benefiche e concrete in favore del nostro reparto di oncologia”, ha sottolineato Tiralongo che ha precisato: “Il carrello per le emergenze oggi donato va a colmare una necessità importante in un reparto nel quale, quando si parla di malato oncologico, oggi si deve parlare di persone che possono essere curate e guarite, perché la lungovivenza in campo oncologico è divenuta oramai una realtà. Ora la sfida di gioca sul piano dello screening preventivo , al quale le persone purtroppo ancora non si approcciano con sistematicità “.“Con questa iniziativa” – ha detto il presidente del Rotary Club Augusta Giuseppe Pitari –“ il Rotary ha inteso risolvere una necessità del reparto di oncologia, ma al contempo intende contribuire in maniera concreta a una tematica così sentita anche nel nostro territorio quale è quella della oncologia. Inoltre come società civile il Rotary mostra tangibilmente il proprio impegno in favore della struttura ospedialiera locale e in particolare di quella dell’ospedale Muscatello”. Il governatore Rotary Nunzio Scibilia ha evidenziato come si senta “orgoglioso del Rotary, che da sempre impiega in tutto il mondo gran parte della sua azione e delle sue energie in favore dei temi che riguardano la Salute: è nota infatti la battaglia che da oltre 30 anni sta portando avanti in tutto il mondo con il progetto POLIOPLUS consistente in una campagna di vaccinazioni a tappeto con l’obiettivo oramai imminente di dichiarare la eradicazione della poliomelite dal mondo”. Salvatore Brugaletta ha ringraziato commosso i dirigenti del Rotary, evidenziando come iniziative come queste “fanno percepire con forza l’attaccamento della società civile all’ organizzazione sanitaria locale e nazionale”.

     Mariangela  Scuderi

AUGUSTA, IL CIRENEO TRA CHIACCHIERE, TRENINI E SORRISI PER I DISABILI FINO A TARDA SERA

cireneo carnevale2017Augusta. Si è svolta mercoledì sera, 22 febbraio nell’oratorio “San Giovanni  Bosco” della  Parrocchia del Sacro  Cuore di Gesù, l’8^ edizione di “Regaliamoci un sorriso”. Circa un centinaio di persone hanno preso parte all’evento che, in uno scenario carnascialesco di mascherine e trombette, ha donato ai presenti intensità emotive con karaoke, canti e  balli di gruppi, spesso articolati in suggestivi trenini e magistralmente diretti da una maestra di ballo. In aumento rispetto agli altri anni la presenza dei diversamente abili che hanno fatto festa fino a tarda sera, gustando anche squisiti rustici e le “chiacchere” cioè i dolci caratteristici del periodo prequaresimale. Il presidente del Cireneo, Gaetano Gulino, ha ringraziato le varie associazioni intervenute tra cui la “Nuova Augusta Sport Disabili”, “Progetto  Icaro”, “Genitori e figli”, “Insieme per di Lentini”, “FIDAPA sezione di Augusta” e i singoli volontari non associati che hanno contribuito alla buona riuscita della serata. Gulino ha tenuto a precisare che Il Cireneo è un’ associazione di ispirazione cattolica cristiana che tende all’ ecumenismo al fine di  riavvicinare e di riunire tutti i fedeli cristiani e quelli delle diverse Chiese per il raggiungimento di nobili obiettivi  tra cui l’inclusione sociale dei disabili  e dei soggetti che per motivi vari vivono in una condizione di minorità, di marginalità, di svantaggio. Ancora una volta, si è creata un’atmosfera magica caratterizzata da un reciproco scambio di gioiose e commoventi emozioni fra le perone cosidette normali e i disabili tra organizzatori e  partecipanti, con un sovvertimento di ordini e posizioni sociali che le maschere carnevalesche permettono solo per un breve periodo dell’anno, ma che di norma vengono ammesse, in un certo senso, dalla  dottrina cristiana, laddove privilegia il ruolo dei deboli e degli ultimi rispetto ai forti e ai potenti. Un grazie particolare infine è stato rivolto a don Davide Di Mare, parroco del Sacro Cuore per aver dato la disponibilità dell’oratorio.

       M.S.

“AIUTARE SUONA BENE”/ 23 ARTISTI SICILIANI PER AIUTARE UN 13ENNE CHE LOTTA CONTRO IL SARCOMA DI EWING.

Leo di Ceglie (2)AUGUSTA. La cittadinanza di Augusta sollecitata a partecipare a una nuova gara di solidarietà, come quella, riuscitissima, di un paio d’anni fa per il piccolo Federico Salemi che doveva essere operato negli Stati Uniti, ma la famiglia non disponeva dei quattrini sufficienti e gli augustani si mobilitarono tanto che avanzarono soldi, che la famiglia Salemi destinò ad altri bambini bisognosi, al ritorno dagli Stati Uniti. Un altro bambino o, meglio, un ragazzo si trova in condizioni più gravi e una giovane e sensibile artista di Augusta, Daniela Reforgiato, ha promosso una campagna di sensibilizzazione per raccogliere fondi, attraverso un primo concerto in Piazza D’Astorga, svoltosi sabato 14. Al riguardo abbiamo voluto raccogliere la testimonianza della stessa Reforgiato: “Il ragazzo per il quale mi sto interessando ha 13 anni, Leonardo Di Ceglie, per tutti LEO, figlio di Mauro (assistente capo della polizia di stato) e Tiziana, e vive a Roma. Leo lotta come un leone contro un male difficile: il sarcoma di Ewing, per la cui cura è stato costretto a una devastante e invasiva (sia per il fisico, ma soprattutto per l’animo) che lo costringerà a protocolli di recupero lunghi, dolorosi e costosi (in quanto non coperti dalla regione Lazio). Leo ha subito diversi interventi chirurgici, l’ultimo dei quali martedì 10 gennaio. Leo non ha più 6 costole, ma non ha perso la sua voglia di lottare! È davvero un campione, di arti marziali e di forza contro le avversità della vita! Impossibile non prendere a cuore la sua vicenda che mi è stata segnalata appena qualche settimana fa, da un mio amico e compagno di scuola – Ottavio Messina- collega del papà di Leo. Cos’ altro mi ha mosso? Il senso di amicizia imparato tra i banchi di scuola e trasmesso ancor prima dalla genetica dei miei. La voglia di essere, in qualche modo, parte attiva, nel riparare ai danni che abbiamo creato a madre Terra. Il desiderio di mostrare un volto positivo alla nostra comunità e lanciare un segnale a chi sta lontano… proprio noi, con tutte le nostre incomparabili sventure ambientali! Ma soprattutto, lanciare un messaggio di SPERANZA!” Il messaggio di speranza è stato già raccolto dai seguenti artisti di Augusta e di altre citta che si sono esibiti per Leo: Giuseppe Ajello, Andrea Argento, Ludovico Balsamo, Concetto Cannava’, Andrea Cavagna, Giorgia Cacciaguerra, Silvio Chiodo, Claudio Condorelli, Maurizio De Pari, Franco Dettòri, Agatino Irrera, Mauro Italia, Davide Messina, Messina Ottavio , Messina Stefano, Carmelo Quartarone, Piero Martorana, Massimiliano Ravanelli, Daniela Reforgiato, Sergio Sanbiagio , Carmelo Sfogliando, Giuseppe Roberto Urzì, Marco Vita.
G. C.

AUGUSTA, CENA DI “INCLUSIONE” IN CHIESA MADRE con Zàrbano, Frisenna, Passanisi, Di Mauro, Bordonaro

insediamento-prisutto2AUGUSTA. Nuova iniziativa di don Palmiro Prisutto, parroco della Chiesa Madre e arciprete di Augusta, ormai noto come il prete anticancro, il battagliero sacerdote, con l’aiuto della Caritas,  sta organizzando  una Cena di “inclusione” per i poveri della città, con i cittadini comuni –  ecco perché viene chiamata cena di inclusione, per “includere” i poveri nel tessuto sociale della città. La cena sarà allietata dalle arie natalizie cantate da  due talenti cittadini, Franco Frisenna, tenore, e Marco Zàrbano, baritono, accompagnati alla tastiera da un altro augustano, Salvo Passanisi, e da arie celebri sempreverdi eseguite al violino e al sassofono, rispettivamente dl giovane Giovanni Di Mauro e dal più maturo Salvo Bordonaro al sassofono, anch’essi  talenti augustani. La cena si terrà nel principale tempio cattolico di Augusta, la Chiesa Madre,  in Piazza Duomo, con inizio  alle ore 19°° di domani,  venerdì 30 dicembre.

   G.C.

AUGUSTA, L’IMPORTANZA DEL VOLONTARIATO NELLA DONAZIONE DEL SANGUE

Il Presidente Salvatore Ponzio spiega  – di Giorgio Càsole

me-stesso-con-salvatore-ponzio-fratres-22-12-2016Augusta. Nel salone  delle feste del Circolo Unione in Piazza Duomo,  l’associazione Fratres, attivata  in Augusta 32 anni fa, ma fondata in Toscana nel XIII secolo, ha chiuso la campagna annuale di sensibilizzazione sulla donazione del sangue, considerato un vero e proprio farmaco naturale. Gli scopi della Fratres e i benefici della donazione sono stati illustrati dal presidente cittadino, Salvatore Ponzio, volontario come tutti i componenti. Per un approccio più immediato, abbiamo ritenuto di trasformare nella forma giornalistica dell’intervista la relazione tenuta da Ponzio al Circolo Unione. Su che basi si fonda la Fratres? “Il Gruppo Donatori Sangue Fratres di Augusta è un’Associazione di ispirazione cristiana che crede nell’importanza della donazione come gesto di solidarietà e generosità; dedica il suo impegno a chi crede nella forza della donazione.  Nasce in Augusta il 5 dicembre 1984 inizialmente integrata nella Fraternita di Misericordia e, dal 18/03/1996, si è costituita in forma autonoma con l’obiettivo di sensibilizzare, promuovere e diffondere la cultura della “donazione del sangue e dei suoi emocomponenti”, con lo scopo finale di  aiutare  a raggiungere l’autosufficienza nel settore trasfusionale e per sopperire al fabbisogno dei presidi ospedalieri e degli ammalati emopatici. “ Com’è organizzato il gruppo? “Il Gruppo è apolitico, non ha scopi di lucro e ha  organizzazione e strutture democratiche; è costituito interamente da volontari che prestano la loro opera gratuitamente, nel rispetto delle leggi esistenti; persone impegnate, attente alle problematiche dei propri simili e soprattutto preparate. L’impegno preliminare del Gruppo è l’informazione circa l’importanza della donazione e il superamento di tutte quelle piccole “resistenze e paure legate all’ago e al sangue” che ci bloccano davanti a un gesto così semplice eppure così solidale” –  Altri obiettivi? “Ha inoltre l’obiettivo di aumentare il numero dei nuovi donatori, fidelizzare il donatore occasionale, programmare la donazione del sangue in modo da evitare criticità nell’approvvigionamento promuovendo una maggiore partecipazione alla donazione nei mesi estivi e una ottimale modulazione della donazione durante tutto l’anno. L’obiettivo sul lungo periodo, invece, è di favorire il ricambio generazionale dei donatori di sangue, coinvolgendo in particolare i giovani nella fascia di età 18 – 35 anni, soprattutto i giovanissimi, futuri potenziali donatori per educarli alla cultura della solidarietà e dell’attenzione nei confronti dell’altro.

Continua a leggere

Augusta, Fiera del dolce per ragazzi nelle case-famiglia

dolci-rotaractyAugusta. Domenica 11 dicembre in piazza Duomo ad Augusta ha avuto luogo la tradizionale “Fiera del Dolce dell’Immacolata” presso lo stand appositamente organizzato dai giovani del Rotaract club di Augusta e dai giovanissimi dell’Interact, quest’anno presieduti rispettivamente dalle sorelle Lavinia e Maria Virginia Pìtari. L’iniziativa di solidarietà, che ha luogo ad Augusta da oltre trent’ anni,  sempre nello stesso luogo, consiste nella vendita di dolci e preparati dagli stessi giovani. Con il ricavato dell’iniziativa, ottimamente riuscita, verranno acquistati giocattoli e doni natalizi per i ragazzi ospiti presso le case-famiglia di Augusta. La manifestazione ha avuto luogo alla presenza del Rotary Club padrino, rappresentato dal presidente Giuseppe Pìtari, che si è congratulato con i ragazzi per la lodevole iniziativa.

    G.P.

Pianta…un sorriso – Vendita di oltre 900 piantine pro ricerca sul cancro. Un’iniziativa Inner Wheel

Piantine  venditaAugusta. Grande successo ha riscosso nei giorni scorsi, la vendita di piantine aromatiche e floreali promossa dal club service femminile Inner Wheel  presieduto da Valentina Cappiello Saraceno in favore dell’AIRC, la benemerita associazione fondata dallo scomparso oncologo Umberto Veronesi, da oltre trent’anni attiva in città. La vendita ha avuto luogo presso gli Istituti Comprensivi Principe di Napoli, Orso Mario Corbino, Salvatore Todaro e in Piazza Duomo. L’impegno delle numerose socie intervenute, in presenza della  governatrice distrettuale  211 Italia, Nadia Arena Micalizio ha consentito la vendita di oltre 930 esemplari, il cui ricavato sarà devoluto in favore della ricerca oncologica pediatrica.  Ha commentato la presidente Cappiello che “’l ‘impegno profuso dalle socie del club è motivo di soddisfazione e orgoglio per il risultato raggiunto in ambito locale ma anche in funzione del fatto che  il Presidente  Mattarella ha conferito un prestigioso attestato di apprezzamento nei confronti di Inner Wheel Italia,  in occasione della Giornata Nazionale per la Ricerca sul Cancro, esprimendo parole di elogio e compiacimento per il sostegno che Inner Wheel ha fornito e sta fornendo all’ AIRC”. Progetto di servizio  altamente meritorio e molto importante sia per le positive ricadute sociali che per gli alti esiti scientifici. Il club Inner Wheel di Augusta ringrazia tutti coloro che con il loro donare hanno contribuito al sostegno della ricerca di nuove cure per i bambini affetti da tumore.

M. S. 

AUGUSTA, SI FA SPETTACOLO PER COMPRARE UNA PEDANA PER ATTRAVERSAMENTO PEDONALE IN CORSO SICILIA

officina teatrale cafè chantantAugusta. Domenica 30 ottobre, l’associazione culturale “Officina teatrale” di Augusta, con la collaborazione dell’associazione “Genitori e figli – Unitevi a noi” ha rappresentato, nella sala Cannata di Città della notte, ‘U contra (Il contravveleno), commedia  di Nino Martoglio, ambientata nel popolare e popoloso quartiere della Civita di Catania negli anni Venti,  che si fonda sulla convinzione popolare che un antidoto potesse combattere l’epidemia del tempo, il colera. Divisa in tre atti, l’opera teatrale dai tratti ironici è stata interpretata, con l’obiettivo di raccogliere fondi per uno scopo solidale,  con il testo originario,  riuscendo a coinvolgere il folto pubblico presente.Un cast di abili attori formato da Maria Vattiata, Mariagrazia Coco, Attilio Piazza nel ruolo del protagonista Don Procopio, Mirko Birritteri, Mariarita Zappalà, Alessia Piazza, Marco Daniele, Aldo Sirna, Graziano Cavallino, Franco Pattavina, Letizia Nucifora, Anna Nucifora, Enzo Ginetti, Anna Scozzai e  con la direzione artistica della compianta Cristina Carpintieri. A quest’ultima è stato rivolto un pensiero particolare, con un commosso omaggio realizzato dalla compagnia attraverso un suggestivo collage-video di scene teatrali dov’era protagonista. Gli organizzatori sono riusciti a raggiungere gli 8 mila euro necessari, considerata una base già raccolta con precedenti iniziative di circa 5 mila euro, per la realizzazione della pedana sopraelevata destinata alla messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale in corso Sicilia.Il successo ottenuto grazie all’impegno dell’associazione “Genitori e figli” e di “Officina teatrale”, rappresentate dai rispettivi presidenti Antonio Caruso e Attilio Piazza, ha  spronato un forte esempio di solidarietà. “L’individualismo ha distrutto la società moderna; questo spettacolo è l’esempio che l’unione fa la forza, che insieme si può creare qualcosa di concreto per il bene della collettività”, ha sottolineato Caruso. Dopo l’acquisizione ufficiale e il completamento degli iter procedurali previsti per la realizzazione dell’opera farà seguito la donazione della stessa al Comune, che dovrebbe assumere l’onere di farla disporre quanto prima nel luogo di destinazione.

Cecilia Casole

Lilt Aretusea, conclusa con successo la Campagna “Nastro Rosa 2016 “

lilt2Con oltre 800 visite gratuite, corredate da tantissime ecografie e mammografie, si chiude in positivo il bilancio del “ MESE ROSA “ della LILT siracusana. Con l’accesso di tantissime giovani donne agli spazi di prevenzione della LILT, anche quest’anno, il messaggio sulla prevenzione senologica è passato forte e chiaro. Un messaggio, promosso e diffuso per tutto il mese di ottobre: il mese che la Lega Italiana per la Lotta al Tumore ha dedicato a tutte le donne ed alla prevenzione primaria e secondaria del tumore al seno. Dice il presidente Castobello: “Abbiamo impiegato tante energie per poter arrivare al cuore della cittadinanza femminile. Abbiamo utilizzato tutti i mezzi a nostra disposizione ed abbiamo sicuramente centrato gli obiettivi preposti. I risultati in termini di visibilità e di sensibilizzazione raggiunti sono enormi anche grazie alla prima edizione di Rosa di Sera, un evento a cui hanno partecipato tanti artisti del mondo della musica, della moda e dello spettacolo e con una madrina d’eccezione: la cantante Gerardina Trovato. La serata finale ha raccolto, nella magnifica Piazza Duomo della città di Augusta, oltre 5000 persone.”. “La diagnosi precoce è fondamentale – continua Castobello – e rappresenta un anello inscindibile per la lotta al tumore al seno. É perciò fondamentale continuare nella sensibilizzazione.”. Oltre a Rosa di Sera, il messaggio della prevenzione è passato anche attraverso l’evento lo shopping si tinge di rosa che ha visto oltre duecento attività commerciali vestite di rosa per poter sostenere la LILT in questo mese. In conclusione i ringraziamenti del presidente sono per coloro che hanno lavorato dietro le quinte.  Grandi numeri, grande affluenza e un grandissimo successo per questo Ottobre. Una grandissima vittoria al grido di “prevenire è vivere”.