LICEALI DEL “MÈGARA “ DI AUGUSTA AL SALONE DELLE CIMINIERE DI CATANIA

salone studenti grupponesalone studente 2014Augusta – Giunti al quinto anno del liceo, ma presto saranno quattro, gli alunni sanno quale scelta compiere appena conseguito l’agognato diploma? Ci sono coloro che hanno un’idea sin dall’infanzia e sono determinati a inseguire il loro sogno. Un sogno che non è sempre facile da realizzare a causa dei test selettivi  per l’accesso ai vari indirizzi universitari. Indirizzi che oggi sono più numerosi, complessi e articolati. Ecco che allora sono necessari, indispensabili, non solo corsi preliminari, ma anche le informazioni di base, come quelle che si possono apprendere nei saloni degli studenti.  Un salone del genere viene allestito da anni a Catania alle ex Ciminiere, dove, nei giorni scorsi, gli alunni del liceo “Mègara frequentanti le quinte del classico, dello scientifico e delle scienze umane, si sono recati per  avere la possibilità di scegliere l’indirizzo universitario più consono a loro. Non è la prima volta e non sarà certo l’ultima.  Gli alunni si sono recai nel salone catanese di mattina, accompagnati dai loro docenti, e hanno tratto profitto dalla visita dei vari stand al piano terra e a quello superiore del salone affollatissimo di  alunni provenienti dagli istituti superiori delle province di Catania,. Siracusa e Ragusa.  Referente per il liceo Mègara la docente Anna Lucia Daniele, che ogni anno organizza, sempre per l’orientamento, anche incontri con  studenti universitari, ex alunni dello stesso liceo Mègara, e con rappresentanti istituzionali.

G. C. 

AUGUSTA/ INTITOLATO A GIUSEPPE LETIZIA IL CORTILE DELLA CITTADELLA DEGLI STUDI

imagesAUGUSTA. Lunedì 24 solenne intitolazione, intorno alle 11 del mattino,  del cortile della cittadella degli studi al ragazzo corleonese Giuseppe Letizia che 66 anni fa morì in sèguito all’uccisione per mano mafiosa del sindacalista Placido Rizzotto. Giuseppe Letizia (Corleone,  1935-1948) è stato un giovane pastore, vittima della mafia. All’età di 13 anni assistette all’omicidio del sindacalista Placido Rizzotto, ucciso il 10 marzo 1948 da Luciano Liggio, luogotenente di Michele Navarra, capomafia di Corleone. La notte in cui avvenne il delitto, Giuseppe Letizia era nelle campagne corleonesi ad accudire il proprio gregge. Il giorno seguente fu trovato delirante dal padre, che lo condusse all’ospedale Dei Bianchi diretto da Navarra. Lì, il ragazzo, in preda a  una febbre alta, raccontò di un contadino che era stato assassinato nella notte. Curato con un’iniezione, morì ufficialmente per tossicosi, sebbene si ritenga che al ragazzo possa essere stato somministrato qualche  veleno. Tesi che fu segnalata dai giornali dell’epoca: l’Unità, il 13 marzo 1948 pubblicò in prima pagina un articolo sulla vicenda. La proposta d’intitolare il cortile su cui s’affacciano i plessi del liceo “Mègara” e dell’Istituto comprensivo “P. Di Napoli” è della locale sezione dell’Associazione Libera e dall’Associazione cittadina Genitori e figli, fatta propria dai commissari Librizzi Cocciufa e Puglisi che amministrano la città e l’amministreranno fino al marzo 2015.

Diletta Càsole

AUGUSTA/”SCUOLA CHE PASSIONE “ A PALAZZO DI CITTA’

Luoghi010AUGUSTA. Convegno nel salone di rappresentanza del settecentesco Palazzo di Città, sabato 4 ottobre, con inizio alle 8 e conclusione prevista alle 5 del pomeriggio, si terrà un convegno” in rete “ fra il liceo Mègara di Augusta e istituti scolastici statali di Melilli, Lentini, Palazzolo Acreide e Sortino. Il titolo del convegno “Scuola che passione” è una felice  parafrasi della commedia “Marionette, che passione!” del siciliano  Pier Maria Rosso di San Secondo, coevo di Pirandello. L’ingresso è libero.

AUGUSTA/ IL ROTARY E LA PREVENZIONE NELLE SCUOLE

rotaryAUGUSTA. Nella tradizione oramai consolidata  (dal 2010 ) del Rotary club di operare nell’ambito della Sanità, nel nostro territorio, nell’azione di prevenzione delle malattie, anche in questo nostro anno di servizio abbiamo voluto ripercorrere questo orientamento, assieme all’Inner Wheel con la sua presidentessa Paola Ricciardi,  affidando ad alcuni soci medici l’incarico di eseguire uno screening per malattie cardiovascolari e polmonari,  nel  1° Istituto Comprensivo  “Principe di Napoli”. La presentazione del progetto  ha avuto il piacere di vedere la partecipazione del governatore rotariano Maurizio Triscari,  che si è congratulato per la nostra iniziativa,  ricordando lo spirito di servizio che dalla sua fondazione anima il Rotary Internazionale. Come per gli anni precedenti sono stati utilizzati un elettrocardiografo  e uno spirografo in dotazione al nostro Club. Lo screening è iniziato il 27 gennaio ed è terminato il 7 aprile di quest’anno. L’équipe medica era costituita dai soci Manuela Iudica ed Ernesto Cannella e dal Paul Harrys Fellow Nicola Limma. Sono stati esaminati  8 scolari al giorno di ambo i sessi iniziando da una accurata anamnesi familiare e personale, cui faceva seguito un esame obiettivo degli organi interni. Dopo la visita i ragazzi  venivano sottoposti a un esame elettrocardiografico e a un esame spirometrico, con i quali accertamenti si ricercavano anomalie  cardiache e/o respiratorie. Gli alunni esaminati sono stati  54 di ambo i sessi. Nell’11% di essi sono stati riscontrati reperti obiettivi patologici  a carico dello scheletro (scoliosi vertebrale, pectum escavatum), delle vie respiratorie (broncopatie), soffi valvolari cardiaci (sospetto prolasso della valvola mitrale) e inoltre anamnesticamente  il Morbo di Crohn. Dal lato strumentale, frequenti i  “Ritardi di conduzione nella branca destra di His“ che nei giovani non hanno alcun significato patologico; così come le turbe ventilatorie  diffusamente riscontrate sono da attribuire a esecuzioni non molto collaborative da parte degli alunni. Mentre acquistano importanza altri anomali riscontri elettrocardiografici (ritmo nodale, extrasistolia, ipertrofia ventricolare sinistra) e obiettivi  (soffio sistolico) che richiedono ulteriori più approfonditi accertamenti (vedi “ecocardiografia” ).  I risultati di questi accertamenti sono stati riportati su una scheda (come una cartella clinica), con intestazione i dati del Rotary Club, e il 31 maggio scorso la dirigente scolastica, Agata Sortino,  ha ospitato i responsabili del club, presente anche il rappresentante del Governatore

N. L. –  la foto in alto riprende il gruppo alla “P. Di Napoli”                 

I MERITEVOLI DEL LICEO DI AUGUSTA

Olimpiadi di  Fisica, Medaglia d’argento per Naomi Luglio del liceo “Mègara” di Augusta. Alessandro Barbera é stato ammesso agli esami di stato con 10 in tutte le materie Augusta.

DDDAUGUSTA – L’alunna Naomi Luglio, frequentante la classe VA del Liceo Scientifico  Megara, anche quest’anno si è distinta e ha conquistato l’argento nelle gare di secondo livello delle olimpiadi di fisica, risultando 4a su più di 100 candidati scelti tra i primi cinque delle gare d’istituto.  Altra notizia degna di rilievo  scaturisce dalla pubblicazione degli alunni ammessi agli esami di Stato di quest’anno: Alessandro BARBERA, alunno della V D dello scientifico, uno dei quattro indirizzi in cui è articolato il liceo “Mègara” è stato ammesso con 10 in tutte le materie.

Giorgio Càsole

SCUOLA ESTIVA DI ORIENTAMENTO 2014

Bonsignore - Pantano 3AUGUSTA – Due alunne del Liceo “Mégara” sono state selezionate per la XVI edizione della Scuola Estiva di Orientamento della Scuola Superiore Sant’Anna di Volterra (Pisa). Si tratta di Erika Bonsignore della IV A e di Manuela Pantano della IV C entrambe del Liceo Scientifico. Le due brillanti ragazze saranno tra i 160 studenti del penultimo anno delle scuole superiori, provenienti da tutta Italia, che avranno il privilegio di partecipare  gratuitamente al programma di orientamento previsto dalla prestigiosa Scuola Superiore Sant’Anna, in un ambiente stimolante ed aperto al confronto su temi di interesse e di attualità, con l’obiettivo di riflettere sulla scelta universitaria in modo autonomo e consapevole, con testimonianze dirette di ex allievi del Sant’Anna, lezioni e seminari universitari, laboratori didattici e incontri con la ricerca. Il tutto a Volterra, in provincia di Pisa, nella cornice di un campus universitario immerso nella campagna toscana, con la presenza degli allievi della Scuola con i quali gli studenti potranno confrontarsi attivamente in modo diretto e spontaneo.  Manuela Pantano è stata ammessa al I modulo che si svolgerà dal 16 al 20 giugno 2014, Erika Bonsignore al II modulo che si svolgerà dal 23 al 27 giugno 2014.

Continua a leggere

L’UNITRE E IL MÈGARA INSIEME PER LO SVILUPPO SANO DEI GIOVANI

DSCF0956AUGUSTA – Si è concluso nei giorni scorsi il progetto Mégara – Unitre “Aiutiamoli nello sviluppo della loro persona umana”. Il progetto è stato fortemente voluto dal presidente Unitre, dott. Giuseppe Caramagno (a ds. nella foto in basso), al fine di rafforzare la presenza e la valenza della sua associazione, l’Università delle tre età, nella società augustana. Infatti, si tratta di un progetto che è stato rivolto ai genitori di figli dai 13 ai 20 anni che hanno il difficile ruolo di comprendere e guidare i DSCF0513 - Copiapropri ragazzi. A tale scopo è stata coinvolta la scuola, in particolare sono stati coinvolti i due istituti di istruzione superiori presenti e attivi nella città, il Liceo Mègara e l’Istituto A. Ruiz. A sposare con grande entusiasmo il progetto il dirigente scolastico del Liceo Mègara prof. ssa Maria Concetta Castorina, che ha subito messo a disposizione per gli incontri l’aula Vallet presso la sede centrale del liceo. Per coordinare il tutto è stata coinvolta la professoressa Anna Lucia Daniele (a sin. nella foto a lato), da anni docente di riferimento per i progetti Unitre svolti all’interno del Mègara. La professoressa Daniele si è mostrata entusiasta e con piacere ha accolto l’idea e le finalità del progetto, essendo lei stessa promotrice e curatrice del Centro di Ascolto psicologico dedicato agli alunni del Liceo in orario scolastico. Il progetto è stato inserito nel Piano dell’Offerta Formativa in seno alle iniziative volte al rafforzamento e al consolidamento della collaborazione tra la scuola e le famiglie nella crescita dei ragazzi. Sono stati fissati dieci incontri quindicinali in cui i genitori presenti hanno avuto la possibilità di ascoltare e conversare con psicologi, sociologi, pedagogisti, dirigenti e docenti scolastici di scuole medie superiori.

Continua a leggere

SEMINARIO SULLA SICUREZZA IN MARE AL MÈGARA

DSCF1293AUGUSTA – In un’affollatissima Aula Vallet nei giorni scorsi si è svolto, per l’ottavo anno consecutivo, un seminario sulla sicurezza in mare condotto dal Capitano di Corvetta Salvatore Di Grande della Guardia Costiera di Augusta che è riuscito a trasmettere a noi ragazzi l’importanza della sicurezza in mare attraverso avvincenti aneddoti. L’incontro è stato organizzato e aperto dalla professoressa Anna Lucia Daniele, la quale ha presentato l’importanza dell’argomento e ha illustrato alcuni dei compiti, altamente delicati e fondamentali per la sicurezza, di cui si occupa l’ufficiale Di Grande, capo servizio operativo della Guardia Costiera di Augusta che ha fatto parte delle operazioni di rimozione e di recupero della Costa Concordia. All’inizio della conferenza, abbiamo assistito alla proiezione di un video che ci ha fatto vedere come vengono effettuati i soccorsi in mare da parte della guardia costiera. Attraverso la visione di un progetto powerpoint, in seguito, il Capitano ci ha dettagliatamente spiegato quali mezzi vengono utilizzati nelle operazioni di soccorso e ci ha fatto ben capire di cosa si occupa la guardia costiera, come operano i militari in essa impiegata e come è possibile rintracciarla in caso di emergenza. I mezzi utilizzati dalla Guardia Costiera augustana sono svariati, ma ci siamo soffermati in particolare sul CP-879 che, dotato di chiusure stagne, è in grado i ristabilizzarsi in caso di ribaltamento. Successivamente ha elencato i Dicasteri con cui collabora la Guardia Costiera, ovvero Ministero della Difesa e dei Trasporti, Protezione Civile, Ministero dell’Ambiente e dei Beni Culturali, anche se il compito primario rimane sempre “la salvaguardia della vita umana in mare”. Dopo altre informazioni sulla Capitaneria siamo arrivati al momento principale dell’incontro: il Capitano di Corvetta Di Grande, con il suo fare ironico e coinvolgente, ci ha spiegato le norme di base per garantire la nostra e l’altrui sicurezza, servendosi di entusiasmanti e, talvolta tragici, aneddoti che ci hanno fatto riflettere sull’importanza di alcune norme talvolta sottovalutate. La norma che ha suscitato più scalpore riguarda la possibilità di balneazione dalle ore 9.00 alle 19.00 estremamente importante perché al di fuori da questi orari il salvataggio è difficoltoso; numerose, inoltre, le raccomandazioni e i suggerimenti sui comportamenti da tenere in spiaggia, durante la navigazioni, le immersioni subacquee e l’uso degli acquascooter, per poter trascorrere un’estate “serena” e senza rischi. L’ufficiale ha concluso elencando tutte le informazioni che devono essere comunicate al numero blu 1530 (attivo H24, sempre gratuito) in caso di segnalazioni di emergenze in mare, al fine di poter rendere più celeri e tempestivi gli interventi degli uomini e dei mezzi della Guardia Costiera. Spontanee e numerose sono state le domande poste dai ragazzi al termine della presentazione. Domande a cui con molta disponibilità e freschezza il Capitano ha risposto colmando tutta la curiosità che i suoi aneddoti avevano suscitato nei ragazzi. Ringraziamo il capitano, il quale ha saputo interagire con noi ragazzi, trasmettendoci informazioni e suggerimenti fondamentali per aiutare noi stessi a non cacciarci nei guai.

  Chiara Gattuso  – Gaia Maraucci – Vittoria Castrovinci – Gaia Galoforo 

Festincontro di Augusta. 8oo ragazzi dell’Azione cattolica di Siracusa sorretti e accompagnati dal VESCOVO Pappalardo

fff

AUGUSTA. Si sono vestiti dell’abito nuziale per festeggiare le nozze cui sono stati invitati. 800  i ragazzi dell’Azione Cattolica delle parrocchie ricadenti nell’Arcidiocesi di Siracusa, che non hanno mancato l’appuntamento di incontro e crescita spirituale. Ospiti nella scuola dell’Infanzia Domenico Costa e nelle piazze antistanti, i ragazzi, accompagnati da educatori e animatori, sono stati accolti e trasportati nello scenario di un banchetto di nozze (la parabola delle nozze è d’altronde il testo che guida l’anno associativo) per poi preparare ognuno il proprio abito nuziale partecipando a diversi giochi e vincendo pezzi di una tunica che ha ricoperto un cartellino appeso al collo. Così vestiti dell’abito nuziale, quello che propriamente richiama il battesimo ricevuto, e sacramento da riscoprire in ogni attimo della propria quotidianità, hanno concelebrato la Messa presieduta dall’arcivescovo di Siracusa,. Salvatore Pappalardo, il quale ha detto:  “Siamo qui  per celebrare la nostra gioia di appartenere a Gesù come suoi discepoli. E’ il Signore che ci raduna insieme e  fa di noi la sua chiesa.” Pranzo a sacco e poi via, tra animazione e bans dell’ACR, per preparare, con tanto di giuria, concorso e premiazione dell’invito realizzato dalle singole parrocchie seguendo l’indicazione del versetto della parabola delle nozze: “Usciti per le strade quei servi radunarono tutti quelli che trovarono, cattivi e buoni” (Mt 22, 10). La coppa dell’amicizia resta in casa, ad Augusta, con il gruppo ACR della Parrocchia San Francesco da Paola che realizza un particolare invito in cui due simpatici sposini riescono a spostare un mondo unito e solidale. Per il resto è solo gioia, quella di sentirsi figli di Dio e di essere suoi testimoni nel ritorno a casa tra le famiglie e le persone che quotidianamente ci circondano.

 P. T.