CONCERTO IN CHIESA MADRE DI GIUSEPPE DI MARE E SALVO TEMPIO, IN MEMORIA DELLE VITTIME DI CANCRO

dav

AUGUSTA – Si è svolta ieri sera in Chiesa Madre, ad Augusta, la consueta messa dedicata alle vittime di cancro, e il concerto dell’organista augustano di fama internazionale, Giuseppe Di Mare, nella cornice del maestoso e secolare organo della chiesa, accompagnato dal sassofonista Salvo Tempio. Numerosi i fedeli presenti alla funzione, che da parecchi anni sostengono il battagliero sacerdote Palmiro Prisutto, impegnato in prima persona nella campagna di sensibilizzazione ambientale a sostegno delle vittime che tra Augusta, Priolo e Melilli, zona ormai nota come “triangolo della morte”, sono lasciati soli nella lotta contro quel terribile mostro che, invisibilmente e insistentemente, si vede “serpeggiare” in quel territorio avvelenato dalle mille ciminiere. Molto significativa, durante la messa, l’omelia del sacerdote, nel riferimento al vangelo del giorno, per caso la ”strage degli innocenti”. Durante la serata, magistralmente condotta da Daniela Paci, sono stati proiettati, tra un brano di Bach e di Frescobaldi, alcuni interessanti cortometraggi e inchieste video sull’ eccessivo inquinamento ambientale della zona, argomento molto scottante che, ancora oggi, divide l’opinione pubblica locale. Non sarebbero infatti pochi i cittadini a sostenere il detto: “Meglio morire di cancro che di fame”, in considerazione soprattutto degli aspetti economici e dei benefici occupazionali prodotti dalle raffinerie petrolifere in tutto il territorio. 

    Giuseppe Tringali

CONCERTO IN CHIESA MADRE DI GIUSEPPE DI MARE E SALVO TEMPIO, IN MEMORIA DELLE VITTIME DI CANCROultima modifica: 2017-12-29T18:38:59+01:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento