AD AUGUSTA, I MIRACOLI DELL’UNIONE CRISTIANA

alimentiAUGUSTA – Tre tonnellate di alimenti sono stati il frutto del progetto di raccolta alimentare “Pane quotidiano” promosso dall’Associazione “ Cireneo”  con la collaborazione attiva di altre quattordici organizzazioni di volontariato e/o servizio. Il capannone della caritas cittadina è stato totalmente occupato da tutta una serie di pacchi, scatole, contenitori pieni zeppi di alimenti raccolti in undici supermercati di Augusta da circa un centinaio di volontari nella mattinata di sabato 25 giugno. Commosso il Presidente della Caritas, Angelo Cerruto: “Non ho mai visto qualcosa del genere, anche in questo particolare momento di ferie estive potremo venire in qualche modo incontro alle esigenze di parecchie famiglie bisognose”. Caritas, Ordine Equestre del Santo Sepolcro, Croce Rossa Italiana,  Fraternite Misericordia e Laica Domenicana, ASD Sport Disabili, Progetto Icaro, Genitori e Figli, Rotary, Lions, Kiwanis, FIDAPA, Inner Wheel, A. Nazionale Carabinieri, tutte ovviamente sezioni di Augusta, insieme (sottotitolo del progetto), uniti ed aggregati dallo stesso spirito di fratellanza, di umiltà e carità sono stati protagonisti di ben due miracoli: 1°- in un clima di austerità e di profonda crisi economica sono riusciti a reperire un impensabile quantitativo di alimenti e 2°- hanno dimostrato alla città che l’unione fa la forza e che insieme, superando gli ostacoli comuni prodotti da invidie e gelosie, si possono raggiungere ottimi risultati. Sulla scia di tal successo, il Presidente del Cireneo ha invitato tutti i partecipanti ad approntare altri progetti di valenza sociale che possano dare in campo cittadino altri consistenti contributi sempre nel rispetto della dignità dei cittadini ed in particolare di tutti coloro i quali versano in stato di bisogno. Vista la drammacità della profonda crisi cittadina, chissà che tale episodio possa fungere da modello percorribile anche dalla locale classe politica?

  G.G.

AD AUGUSTA, I MIRACOLI DELL’UNIONE CRISTIANAultima modifica: 2016-06-26T15:31:55+02:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento