LA COSTITUZIONE, QUESTA ILLUSTRE SCONOSCIUTA

GLI ALUNNI DELLA RAGIONERIA DI AUGUSTA PREMIATI A MONTECITORIO IL PROSSIMO 2 GIUGNO.

ragionAUGUSTA – Un gruppo di alunni dell’Istituto Tecnico Settore Economico “Arangio-Ruiz” di Augusta, coordinato dalla prof. Giusi Lisi, con la collaborazione del prof. Marco Cannarella del dipartimento giuridico, si è guadagnato la premiazione, il prossimo 2 giugno a Montecitorio, in occasione della Festa della Repubblica, con la presenza del capo dello stato, per un progetto – concorso dal titolo “dalle aule parlamentari alle aule di scuola: lezioni di costituzione”. Nato dalla collaborazione tra Senato, Camera dei deputati e Miur, il progetto si propone di fornire agli studenti e ai docenti, occasioni di confronto, strumenti di ricerca, con cui attivare la discussione sulle numerose tematiche che il testo costituzionale continua ad offrire, nella convinzione che, anche per tale via, si possa sviluppare il senso di legalità, nonchè rafforzare l’impegno per la democrazia e la partecipazione. Il lavoro messo a punto dagli studenti Passanisi Flavia e Tina Heinig di 3AF, Centamore Fabiola di 2 BT, Lisitano Lorena, Vaccaro Laura, Carrabino Rosario, Di Grande Noemi, Calleri Ottavio, Domenico Alicata,Sarah Gianino e Angela Guerriero di 2 BF, si articola in tre fasi.Si apre con un excursus storico sugli avvenimenti che hanno portato alla nascita della Costituzione. Quindi si fa riferimento alla molteplicità dei diritti di libertà, contenuti nella parte prima della Costituzione, definiti dai liberali naturali. Infine l’attenzione verte sull’art.27, laddove si fa richiamo al principio della personalità della responsabilità penale, alla presunzione di innocenza fino alla pronuncia della sentenza definitiva e in particolare al trattamento penitenziario che deve tendere alla rieducazione e riabilitazione del condannato. Quest’ultimo punto ha consentito di approfondire l’attuale condizione delle nostre carceri, anche in considerazione dei richiami della Corte di giustizia europea al nostro sistema carcerario. A questo proposito si è messa in evidenza l’utilità delle attività trattamentali su quelle custodiali. Il tutto corredato da interviste ai detenuti, ai magistrati di sorveglianza e ad avvocati penalisti, con relativa contestualizzazione tra gli organi territoriali. Alla fine di questo percorso, inevitabilmente ci si è posti la seguente domanda: “Come mai una costituzione così bella non è stata applicata del tutto?”.

Giusi Lisi

LA COSTITUZIONE, QUESTA ILLUSTRE SCONOSCIUTAultima modifica: 2016-03-06T13:12:32+01:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento