ANCHE AD AUGUSTA I GIOVANI SONO PRONTI A METTERSI IN GIOCO

 

manuel.jpgAUGUSTA. L’aria pesante assale Augusta, un po’ per le industrie, un po’ per le numerose vicende che la stanno rappresentando, in alcuni casi fanno di essa una meravigliosa città, in altri invece, fanno solo sperare in un cambiamento. Basta guardarsi intorno, l’occhio critico dei cittadini non lascia scampo; senza andare troppo lontano, già dal computer di casa, possiamo trovare sul più comune social network di sempre, Facebook, numerose pagine sulla nostra amata città. Molte di esse nate con il solo scopo di mettere in risalto le lacune della pubblica amministrazione, in alcuni casi ironicamente, in altri, in modo più serio. Una cosa però è certa, gli augustani col tempo, stanno perdendo l’elemento fondamentale per una rinascita solida e reale, la speranza. Basta guardare, sempre da casa e senza scomodarci troppo, le pagine Facebook create su Augusta, due anni fa spopolò sul web una scommessa fatta da Mimmo Di Franco, in cui, se fossero stati raggiunti cinquemila iscritti ad un gruppo, creato appositamente per l’iniziativa, egli si sarebbe messo in pantaloncini e maglietta, abbandonando il suo modo di vestire  “giacca e cravatta”, per intenderci. Quest’estate invece i toni sono totalmente differenti, infatti il gruppo più attivo del momento è proprio un gruppo con “occhio critico” nei confronti della polizia municipale di Augusta, che, secondo i membri del gruppo, non svolge regolarmente le proprie mansioni. Commentano questa situazione con post e foto, che colgono in flagrante le forze dell’ordine mentre non svolgono il proprio dovere, o lo svolgono in modo poco adeguato. Parlando da ragazzo però, mi dico dove possa arrivare una città senza ambizioni, che rivolge particolare attenzioni alle critiche, ma, tranne casi eccezionali, non si applica in modo pratico per cambiare davvero le cose. Io spero che la nostra città possa “ripartire dal basso” citando un po’ il leader politico preferito dagli augustani che ha dominato alle elezioni regionali, nella nostra città, superando il 40% dei consensi, ma attenzione, per basso intendo dai giovani, infatti loro hanno le idee, la grinta e la forza, per poter cambiare davvero le cose, per annunciare fermamente all’Italia e al mondo che Augusta non è un consiglio comunale sciolto per infiltrazione mafiosa, non è un arciprete indagato, non è “le industrie”. Augusta è storia, arte, cultura, natura e meraviglie, noi giovani siamo pronti a metterci in gioco per cambiare le cose, domani proviamo ad alzarci con un piede diverso, con il piede della speranza e del cambiamento, di certo le cose non cambieranno dall’oggi al domani, ma sarà un processo di lento miglioramento, sopratutto che farà bene ai nostri modi di vivere e pensare.

      Manuel  Mangano  –  Nella foto, auto dei VV.UU. davanti a  uno scivolo per disabili!

ANCHE AD AUGUSTA I GIOVANI SONO PRONTI A METTERSI IN GIOCOultima modifica: 2013-07-09T08:16:28+02:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento