NAVE MILITARE “AMMIRAGLIO MAGNAGHI” PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE

nave magnaghi,augusta,augustanewsAUGUSTA.  Dal 22 di giungo l’ Unità idro-oceanografica della Marina Militare, Nave Ammiraglio Magnaghi, è in sosta nel porto di Augusta per effettuare dei rilievi oceanografici nell’ambito del progetto “AUGUSTA_BIODIVALUE”, condotti  in sinergia con Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA) ed  Istituto Idrografico della Marina (IIM), nell’ambito dell’accordo di collaborazione CO.NA.GEM.. Il progetto europeo (2007-2013)  denominato “BIODIVALUE” ( Biodiversity and Sustainable Development in the Strait of Sicily) è mirato allo studio degli effetti del traffico marittimo in aree del Canale di Sicilia. Tale lavoro prevede, tra le varie attività,  la caratterizzazione dei sedimenti marini di aree portuali a forte impatto, quali rada di Agusta ed il  porto di Malta (La Valletta). In tali aree è prevista lo studio del sedimento dal punto di vista granulometrico, ed analisi dei parametri chimico-fisici della colonna d’acqua, al fine di valutare la presenza di sostanze ed organismi marini provenienti da attività legate al trasporto marittimo. 

Studi precedenti effettuati dall’ISPRA evidenziano come il traffico marittimo possa influenzare l’ambiente marino con effetti e modalità differenti sia in termini di biodiversità  sia di inquinamento e/o modifiche di habitat. I campionamenti per la caratterizzazione ambientale del fondale della rada di Augusta saranno condotti il 25 ed il 26 giugno da personale specialista di Nave Magnaghi , dell’ARPA e dell’ ISPRA. Saranno effettuate bennate lungo tre transetti, alle profondità 5,  10 e 20 m, e saranno prelevati campioni di sedimenti destinati a successive analisi di laboratorio.  L’attività svolta da Nave Magnaghi, al Comando del Capitano di Fregata Marco Grassi, presso la rada di  Augusta,  è una delle molteplici collaborazioni  con l’ISPRA  condotte dall’unità nell’ambito della Campagna Idro-Oceanografica 2013.  In particolare, nel mese di luglio,  la nave sarà impegnata in rilievi mirati alla caratterizzazione di specifici banchi del canale di Sicilia, habitat di interesse prioritario per la biodiversità e per la pesca. Infine , a partire dal mese di settembre, saranno completate le attività presso l’Arcipelago delle Eolie, già avviate con la campagna PANAREA 13, in un’area interessata da fenomeni di idrotermalismo superficiale e profondo. “

  M. S.

NAVE MILITARE “AMMIRAGLIO MAGNAGHI” PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALEultima modifica: 2013-06-26T07:24:00+02:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento