AUGUSTA/IL MUSEO DELLA PIAZZAFORTE PARTECIPA ALLA 7^ EDIZ. DEL TROFEO DI VELA “SAN DOMENICO”, l’8 e il 9 GIUGNO

pann.jpg


AUGUSTA. Anche quest’anno il Museo della Piazzaforte di Augusta partecipa alla 7a Edizione, ormai nota come “Trofeo S. Domenico. La presentazione dell’evento è avvenuta nell’auditorium “Don Paolo Liggeri” di di Palazzo San Biagio, alla presenza di numeroso pubblico è avvenuta la presentazione della manifestazione. Vibrante e caloroso l’intervento del contrammiraglio Roberto Camerini, comandante di Marisicilia Augusta,  che ha tratteggiato gli aspetti più essenziali dell’evento. È seguito, poi, quello dell’avv. Antonello Forestiere, direttore del Museo della Piazzaforte , il quale ha tenuto a sottolineare le ragioni che legano il Museo al Trofeo, come testimonianza intesa a rinsaldare i valori sportivi e culturali della comunità che, insieme  alle Forze Armate del territorio,  in particolare la Marina Militare, da anni portano avanti questa interessante manifestazione. Il Museo sarà presente all’ esposizione che si terrà nella base militare a Terravecchia, e precisamente nello slargo che fronteggia Torre Avalos, dove saranno allestiti gli stand. Il Museo esporrà selezionati cimeli storici e modelli navali e aeronautici e,per la prima volta, la collocazione di alcuni pannelli con documentazione storico-fotografica in cui sono rappresentati il Castello Svevo e le Fortificazioni Spagnole. E d’obbligo  esprimere il compiacimento della cittadinanza che plaude a questa manifestazione, ritenendola motivo e occasione di rendere più saldi i rapporti di civile convivenza e socio culturali fra le istituzioni, fra cui la Marina Militare di Augusta, è stata ed è una componente imprescindibile. La manifestazione avrà luogo l’8 e il 9 giugno

 Francesco Migneco – nella foto in alto, i pannelli storico-cartografici dell fortificazioni spagnole

AUGUSTA/IL MUSEO DELLA PIAZZAFORTE PARTECIPA ALLA 7^ EDIZ. DEL TROFEO DI VELA “SAN DOMENICO”, l’8 e il 9 GIUGNOultima modifica: 2013-06-07T09:14:00+02:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento