RICOSTITUZIONE A SIGONELLA DEL 61° GRUPPO VOLO DELL’AERONAUTICA MILITARE

Predator a Sigonella al rientro da una missioneSIGONELLA – LENTINI. Il 10 luglio 2017, presso l’Aeroporto di Sigonella avrà luogo la cerimonia di ricostituzione del 61° Gruppo Volo dell’Aeronautica Militare che sarà dotato di velivoli a pilotaggio remoto MQ1-C (Predator A+) con il fine di consolidare e rafforzare la presenza e l’attività di sorveglianza  dei velivoli a pilotaggio remoto (APR) nell’ambito del concorso al dispositivo di sicurezza nazionale, specialmente per quanto riguarda il Mediterraneo. Il Predator ha già effettuato da Sigonella più di 1.000 ore volate in attività varie e in particolare nell’ambito della missione “Mare Sicuro”. Il 61° Gruppo Volo, che manterrà una dipendenza gerarchica dal 32° Stormo di Amendola, opererà con equipaggi provenienti dal 28° Gruppo dotati di un bagaglio di esperienza maturato in oltre un decennio di attività in Italia e all’Estero, e con personale specialista del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella. Il supporto logistico sarà fornito dal Comando Aeroporto di Sigonella. Storicamente il 61° Gruppo Osservazione Aerea ebbe origine il 5 aprile 1924 e fu successivamente sciolto l’8 settembre 1943 a seguito dei noti avvenimenti bellici. Alla cerimonia, presieduta dal Comandante le Forze da Combattimento dell’AM Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, hanno preso parte le massime Autorità delle provincie di Catania e Siracusa.

  C.S.

L’AERONAUTICA MILITARE E LA CORNICE DI SICUREZZA DEL VERTICE G7 DI TAORMINA

Il Tricolore della PAN sopra il Teatro Greco di Taormina saluti i Capi s...Firma albo d'onore Presidente USAUomini e mezzi dell’Aeronautica Militare hanno concorso al potenziamento delle attività di sicurezza, di prevenzione e controllo dei siti e degli obiettivi sensibili, messo in atto dalla Difesa in supporto al Ministero dell’Interno, in occasione della riunione G7 dei Capi di Stato e di Governo di Taormina del 26 e 27 maggio scorso. In tal senso, per contribuire a garantire il regolare svolgimento del Vertice, l’incolumità della popolazione e dei partecipanti nel complesso dispositivo di protezione dell’area interessata all’evento, l’AM ha implementato le misure di sorveglianza e difesa dello spazio aereo, costituendo un Comando di Componente Aerea (ACC) che ha coordinato tutti gli assetti dell’AM in campo. L’ACC, operando dal Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico (FE), si è avvalso di una struttura “avanzata e replicata” presso l’Aeroporto di Sigonella, composta da un Deployable Air Operation Center (AOC-Forward) e dal Deployable Air control system, Recognized air picture production center, and Sensor fusion post (DARS), per l’esercizio del controllo tattico delle componenti aeree. La capacità di controllo dello spazio aereo è stata incrementata attraverso l’utilizzo di sistemi radar mobili di difesa aerea rischierati per l’occasione dalla 4ª Brigata Telecomunicazioni e sistemi per la difesa aerea e assistenza al volo di Borgo Piave e dal 2° Stormo di Istrana. Da Trapani sono stati attivati pronti al decollo i velivoli Eurofighter F2000 del 4° Stormo di Grosseto, 36° Stormo di Gioia del Colle, 37° Stormo di Trapani, mentre da Sigonella gli elicotteri HH101 – HH139 del 15° Stormo di Cervia, gli elicotteri HH212 del 9° Stormo di Grazzanise, i velivoli P-72A del 41° Stormo, gli aeromobili del 31° Stormo di Ciampino per concorso al trasporto VIP, i velivoli APR del 32° Stormo di Amendola (FG) per attività di intelligence sorveglianza e ricognizione. Nel periodo 25-28 maggio, è stato attivato altresì il dispositivo di massima attenzione durante il quale sono state implementate tutte le predisposizioni già in atto con l’aggiunta di velivoli – sempre in volo – del 14°Stormo e con assetti del Reparto Supporto Tecnico Operativo alla Guerra Elettronica “ReSTOGE” di Pratica di Mare. A Taormina, già dal mese di febbraio 2017, l’AM ha iniziato ad approntare le sedi stanziali e il rischieramento del dispositivo dove sono state attuate tutte le predisposizioni logistiche per permettere l’atterraggio delle delegazioni G7, provenienti in elicottero dall’Aeroporto Militare di Sigonella. Il 3° Reparto Genio Campale AM di Bari Palese ha costruito due elisuperficie: la prima definitiva in contrada Bongiovanni nei pressi della piscina comunale e la seconda, provvisoria, in grelle di alluminio in località Piano Porto. Inoltre, sono state allestite tre piazzole temporanee presso la località di Calatabiano (CT).

Continua a leggere

SIGONELLA: STUDENTI A LEZIONI DI AERONAUTICA

Foto di gruppoSIGONELLA – LENTINI (SR) – Si è concluso, presso la Base dell’Aeronautica Militare (AM) di Sigonella, il ciclo del progetto che prevedeva attività di tirocinio, formazione ed orientamento per circa 150 studenti dell’Istituto Tecnico Aeronautico “Arturo Ferrarin” di Catania e dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “E. Majorana” (Indirizzo conduzione del mezzo aereo) di Gela (CL). L’attività, che ha avuto la durata di oltre un mese, è stata sviluppata a seguito delle convenzioni siglate nei mesi precedenti tra il Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella Colonnello Federico Fedele e i Dirigenti Scolastico degli Istituti Ferrarin e Majorana, rispettivamente il Dott. Giuseppe Finocchiaro e la Prof.ssa Mirella Di Silvestre. Il progetto di collaborazione si è articolato con una serie di percorsi teorici e pratici per gli studenti al fine di sviluppare e valorizzare le loro vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali, avvicinandoli alle attività della Difesa e dell’AM per toccarne con mano le dinamiche organizzative e conoscere meglio una realtà sempre al servizio del cittadino, ventiquattro ore su ventiquattro, senza soluzione di continuità. I dettagli della permanenza dei ragazzi all’interno della base sono stati studiati dai “tutor” della Forza Armata e dell’Istituto. Le attività hanno interessato le branche del controllo spazio aereo e della meteorologia dell’Aeroporto di Sigonella e quelle della manutenzione e dell’attività dei Gruppi Volo del 41° Stormo. Tutte aule di “esperienze reali” dove i ragazzi hanno perfezionato il loro percorso formativo, attraverso l’interagire direttamente con gli specialisti del settore operativo dell’AM. Sia il Dott. Finocchiaro che la Dott.ssa Di Silvestre, nel ringraziare tutta l’AM per l’esperienza peculiare di avvicinamento al mondo operativo della Forza Armata, in sostanza hanno precisato che i ragazzi dopo l’esperienza a Sigonella sono ritornati sui banchi di scuola motivati e ritemprati, sottolineando che alcuni di essi hanno anche rimodulato i loro obiettivi futuri alla luce dei colloqui con il personale della base e delle loro esperienza durante lo stage. Il Col. Fedele, nel farsi portavoce della “vision” dell’Aeronautica voluta dal Capo di Stato Maggiore dell’AM Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, ha detto che “questo tipo di attività, dove protagonisti sono i nostri giovani del futuro, è un segno tangibile verso quell’obiettivo che vede la Forza Armata dinamica e perfettamente integrata nel contesto sociale nel quale opera proiettata sempre al servizio del cittadino e alla salvaguardia delle persone, delle cose, della cultura e dei valori del Paese”. L’Aeroporto di Sigonella ha il compito di fornire il supporto tecnico, logistico, amministrativo ed operativo al 41° Stormo Antisom ed ai Reparti rischierati ed in transito sull’omonima Base Aerea, assicurando i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo. Inoltre, è responsabile della fornitura dei servizi del traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) di Catania, che comprende i cieli della Sicilia orientale e dei mari adiacenti, ivi compresi gli Aeroporti di Sigonella, Catania-Fontanarossa e Comiso.

   C.S.

A Sigonella il tirocinio degli studenti dell’Istituto Aeronautico Besta di Ragusa

Le attività di formazione hanno mostrato la realtà operativa dell’Aeronautica Militare

Foto di gruppo con al centro la Dssa Rosa e il Col. FedeleStudenti sull'AtlanticSigonella (Lentini) – Giovedì 17 novembre 2016, si è concluso presso la Base dell’Aeronautica Militare (AM) di Sigonella il primo ciclo del progetto che ha visto impegnati in attività di formazione ed orientamento gli studenti dell’Istituto Tecnico Commerciale e Aeronautico “Fabio Besta” di Ragusa. I Gruppi di volo, la manutenzione degli aeromobili, la stazione meteorologica e il controllo dello spazio aereo sono state le aule di “esperienze reali” dove i ragazzi, per oltre 30 ore totali, hanno perfezionato il loro percorso formativo, appositamente stilato dai tutor individuati della Forza Armata e dell’Istituto Ragusano. Il risultato è stato quello di interagire direttamente con gli specialisti del settore, al fine di poter toccare con mano una realtà sempre al servizio del cittadino, ventiquattro ore su ventiquattro e senza soluzione di continuità: quella di un ente operativo dell’AM. Il Colonnello Pilota Federico Fedele, Comandante del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella, rivolgendosi agli studenti, ha messo in evidenza l’importanza delle relazioni tra il mondo delle Forze Armate e quello degli istituti scolastici dove i valori delle prime si fondono con la formazione e l’ambizione dei giovani a credere in quei sogni attraverso i quali si realizza il loro futuro e quello dell’intera Collettività. La Dottoressa Antonella Rosa, Dirigente Scolastico dell’Istituto Besta, dopo aver racconto le unanime espressioni positive dei propri studenti per l’esperienza vissuta, ha usato parole di grande considerazione per la dedizione e le capacità espresse dal personale dell’AM, considerando ciò un contribuito determinante a radicare nei cittadini del domani una profonda stima e consenso nell’intero mondo militare. Tutta l’attività è stata sviluppata a seguito della convenzione siglata nei mesi precedenti tra il Col. Fedele e la Dott/ssa Rosa.

Continua a leggere

CORSO DI DIRITTO UMANITARIO INTERNAZIONALE AI MILITARI DI SIGONELLA

Foto di gruppo (2)SIGONELLA (LENTINI) – Nel periodo dal 9 al 20 maggio 2016, grazie alla collaborazione del Comitato di Catania della Croce Rossa Italiana (CRI), si sono svolti a Sigonella il 48° e 49° corso di Diritto Internazionale Umanitario (DIU) per Operatori Internazionali. Le lezioni, tenute da docenti universitari, tra i quali il prof. Sapienza dell’Ateneo di Catania, e da Istruttori di Diritto Umanitario della CRI, hanno riguardato le diverse tematiche del Diritto Internazionale Umanitario dei Conflitti Armati. A coordinare le attività il Direttore del corso sorella Katia Liuzzo, con la collaborazione dei volontari CRI Giuseppe Palazzo ed Erika Giordano, il Capitano Carlos Lorenzo Musso e la sorella Lilla Verdone. A chiusura di ciascun corso, sono stati consegnati gli attestati a tutti i neo qualificati Operatori Internazionali ed è stata evidenziata l’importanza di questa attività ai fini della preparazione del personale militare di Sigonella, sempre più spesso chiamato a partecipare ad operazioni fuori dai confini nazionali, dove la competenza diventa determinante non solo per il buon andamento delle attività e per la salvaguardia della propria vita.

PRESTO IN ARRIVO A SIGONELLA IL P-72°, IL NUOVO VELIVOLO DELL’AERONAUTICA MILITARE

Equipaggi del 41° Stormo hanno già concluso i primi corsi di transizione sul nuovo sistema d’arma.

P72 (1)Il P-72A del 41° Stormo (1)SIGONELLA (LENTINI) – Si è conclusa, con grande soddisfazione per le enormi potenzialità riscontrate nel nuovo velivolo, la transizione per i primi equipaggi di P-72A nello stabilimento Alenia/Finmeccanica di Torino Caselle. Il primo corso di transizione, suddiviso tra naviganti e personale tecnico manutentivo provenienti dall’88°Gruppo, dall’86°Centro Addestramento Equipaggi e dal Gruppo Efficienza Aeromobili, tutte Articolazioni del 41° Stormo Antisom di Sigonella, ha evidenziato l’evidente salto generazionale che vedrà interessata l’intera Aeronautica Dalla cabina del P72 in fase di atterraggioMilitare (AM) nell’immediato futuro. Per quanto concerne il personale navigante, l’iter di addestramento che ha preso il via lo scorso mese di dicembre 2015, ha visto i piloti impegnati presso l’ATR Training Center di Tolosa in Francia per l’acquisizione della qualifica sul velivolo ATR 72-600 civile da cui il P-72A deriva. In seguito, la transizione si è conclusa presso l’Aeroporto di Torino Caselle dove, con alcune lezioni frontali e voli di ambientamento, i piloti hanno potuto valutare le specifiche che caratterizzano il nuovo velivolo apprezzandone maneggevolezza e versatilità nel volo a media e bassa quota.  L’iter addestrativo degli equipaggi di volo, dei Mission System Operators (MSO) e degli On Board Tecnicians (OTB) si è svolto invece presso la sede di Alenia suddivisione Sistemi Avionici e Spaziali con un corso dedicato ed un “On Job Training” specifico per ogni apparato e sensore del velivolo. I corsi inerenti la manutenzione velivolo si sono svolti inizialmente a Sigonella e successivamente presso l’azienda di produzione permettendo così l’ottimizzazione costi e la contestuale elevata standardizzazione del personale. L’iter addestrativo continuerà per tutto l’anno 2016 con il restante personale da abilitare. Nel frattempo, il velivolo P-72A, in arrivo al 41° Stormo nell’anno in corso, potrà iniziare la propria vita operativa unitamente al velivolo BR-1150 “Atlantic”.

Continua a leggere

Il Ministro della Difesa spagnolo in visita a Sigonella

Incontro con il personale spagnoloSIGONELLA ( Lentini) – Domenica 15, il Ministro della Difesa della Spagna Pedro Alvarez de Eulate Morenes, è stato in visita alla Base Aerea di Sigonella, allo scopo di verificare la prontezza operativa degli assetti del proprio Paese ivi dislocati nell’ambito dell’Operazione Militare Navale dell’Unione Europea nel Mediterraneo Centromeridionale (“EUNAVFORMED”). Il Ministro era accompagnato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Fernando García Sánchez, dal Responsabile del proprio Ufficio Generale, Javier Martinez-Avial Salto e dal Comandante delle Operazioni delle Forza Armate spagnole, Ammiraglio Teodoro Lopez Esteban Calderon. Inoltre, a seguito, erano presenti giornalisti di diverse testate spagnole. Dopo averlo accolto, il Comandante della Base Aerea, Colonnello Pilota Federico Fedele, ha condotto il Ministro presso il rischieramento spagnolo presente a Sigonella dal 13/09/2015. Qui l’ospite ha visitato le infrastrutture e incontrato tutto il personale. A margine della visita ha rilasciato le proprie impressioni alla stampa presente e prima di lasciare Sigonella ha tenuto a ringraziare – rivolgendosi al Col. Fedele – tutta l’Aeronautica Militare per le attività di supporto fornite ai propri connazionali a Sigonella. Prima di lasciare la Sicilia, nella mattinata del 16 novembre, il Ministro ha visitato nel porto di Catania la nave spagnola impiegata per operazioni di sorveglianza nel Mediterraneo. Nell’ambito dell’Operazione EUNAVFORMED, l’Aeroporto di Sigonella rappresenta una di quelle basi dell’Aeronautica Militare pronte a fornire supporto ed ospitare assetti stranieri. Attualmente oltre all’assetto spagnolo è presente anche un velivolo Lussemburgo. L’operazione si prefigge l’obiettivo di contribuire a smantellare le reti del traffico e della tratta di esseri umani adottando misure sistematiche per individuare e fermare imbarcazioni e mezzi  usati  dai  trafficanti. La partecipazione dell’Italia è stata sancita dalle Legge n.117 del 04/08/2015, a seguito dell’approvazione dei Ministri degli Esteri Europei riuniti in Lussemburgo il 22/06/2015 . Dal mese di settembre 2013 – in modo continuativo e prima ancora in modo saltuario – la Base Aerea di Sigonella ha fornito e continua a fornire il proprio supporto ai diversi assetti stranieri che si avvicendano nell’ambito delle attività di Frontex e Triton, provenienti da Grecia, Portogallo, Islanda, Regno Unito, Spagna, Francia, Svezia, Olanda.

   C.S.

IL CAPO DI STATO MAGGIORE DELL’AERONAUTICA PARTECIPA ALLE CELEBRAZIONI DEL 50° ANNIVERSARIO DEL 41° STORMO ANTISOM DI SIGONELLA

Visita mostra storico fotografica e incontro con studenti (5)

Capo di SMA al Naxos Air Show (1)LENTINI – SIGONELLA – Nell’ambito delle celebrazioni del 50° anniversario della costituzione del 41° Stormo Antisom di Sigonella dell’Aeronautica Militare (AM),  sono stati organizzati alcuni eventi celebrativi tesi ad evidenziare i particolari legami esistenti tra i militari dello Stormo e la cittadinanza ed Autorità Locali. Domenica 27 settembre 2015, concerto della  Banda Musicale dell’Aeronautica Militare al Teatro “Vincenzo Bellini” di Catania: organizzato con il supporto del Comune di Catania, hanno preso parte il Sindaco della medesima città, Avv. Enzo Bianco, il Prefetto, Dott.ssa Maria Guia Federico e il Questore Dott. Marcello Cardona, il Prefetto di Siracusa Dott. Armando Gradone, il Capo di Stato Maggiore dell’AM – Gen.SA Pasquale Preziosa, il Comandante la Squadra Aerea – Gen.SA Maurizio LODOVISI, i vertici locali della Magistratura, tutte le Autorità responsabili dell’ordine pubblico, una significativa rappresentanza del personale del 41° e altri gentili ospiti. Lunedì 28 settembre 2015, evento celebrativo all’interno della Base Aerea di Sigonella: alla presenza del Comandante la Squadra Aerea, Generale Squadra Aerea Maurizio Lodovisi, è stato organizzato presso il nuovo hangar “One” della base ha visto la partecipazione del Generale Squadra Aerea (in congedo) Giovanni Tricomi, Decano del 41° Stormo Antisom, dell’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, Generale Brigata Aerea Roberto Azzolin, del Comandante Forze Supporto e Speciali (CFSS), Generale Brigata Aerea Roberto Boi, le Autorità delle provincie di Catania, Siracusa, Ragusa e Messina, unitamente ad uno schieramento del personale della Base Aerea ed alla presenza di ospiti civili e militari locali nonché di ex-Comandanti ed appartenenti allo Stormo. Il Decano del 41°, Gen. Tricomi, Comandante dello Stormo negli anni 1976-77, ha ricordato quelli che sono i pilastri su cui si fonda l’attività dell’Arma Azzurra, e quindi del 41° Stormo, i risultati ottenuti costantemente negli anni e i tanti riconoscimenti che ne sono tangibile segno, lodando l’attività ed il servizio reso alla comunità a qualsiasi ora del giorno e della notte. Parlando del personale, ha detto che i valori e l’entusiasmo rimangono sempre gli stessi, cioè quelli ereditati dai grandi aeronautici del passato, sempre pronti anche per l’estremo sacrificio. Il Comandante del 41° Stormo Antisom, Colonnello Vincenzo Sicuso, durante il suo intervento ha sottolineato l’importanza dell’evento celebrato, evidenziando come “…oggi ho il privilegio di poter festeggiare, insieme a tutti voi, questa importante ricorrenza quale Comandante e ciò mi consente di sottolineare l’alta valenza professionale degli uomini del 41° e la grande capacità operativa dell’Atlantic che, nonostante gli oltre 40 anni di servizio e la prossima dismissione, permette ancora di raggiungere gli obiettivi assegnati”.

Continua a leggere

Sigonella/ La Comunità Statunitense ricorda l’11 settembre

Alla cerimonia hanno preso parte i militari dell’Aeronautica Militare della Base Aerea

Sigonella commemorazione 11 settembre (2)Sigonella commemorazione 11 settembre (1)SIGONELLA – “L’11 settembre 2001 ha cambiato per sempre il corso della storia umana. Oggi, esattamente a distanza di 14 anni, siamo qui riuniti insieme, personale Statunitense e dell’Aeronautica Militare Italiana – militari  e civili – fratelli e sorelle tutti, per avvalorare e difendere il nostro comune istinto per la difesa della libertà che tiranni assassini hanno cercato invano di sottomettere nel corso di quella funesta mattinata di settembre”. Queste sono le parole del Captain Christopher Dennis, Comandante della Naval Air Station (NAS) della Marina Statunitense di stanza nella parte ovest del sedime della base dell’Aeronautica Militare (AM) di Sigonella, durante la cerimonia per la commorazione dell’11 settembre alla quale ha preso anche il personale militare della Base Aerea e del 41° Stormo Antisom, capeggiati dal loro Comandante, l’ augustano Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso. Nel corso della cerimonia, non aperta al pubblico esterno, i due Comandanti delle Comunità Italiana e Americana hanno deposto una corona d’alloro ai piedi del monumento eretto per ricordare la strage delle Torri Gemelle nel piazzale antistante il comando della NAS nella parte ovest della Base Aerea Siciliana. “Aver preso parte a questa cerimonia, è per me un motivo di grande orgoglio e soddisfazione perché gli uomini e le donne della Base Aerea di Sigonella, intesi come Aeronautica Militare e US Navy, si sono ritrovati ancora una volta uniti per continuare ad avvalorare con sentita determinazione la convinzione della difesa delle libere istituzioni dall’infame politica del terrore. L’11 settembre ci ha insegnato che nessuno è sicuro, nemmeno a casa propria, ma ci ha mostrato che lottando fianco a fianco come fratelli d’armi è possibile vincere la battaglia contro il nemico comune…il terrorismo”. Sono le parole del Col. Sicuso che, a margine dell’evento, ha inteso esprimere la propria soddisfazione e la convinzione che quelle Italo-Americana di Sigonella sono due componenti che si completano e formano un dispositivo solidale ed efficiente al servizio della Comunità e delle Istituzioni. Infatti, i rapporti e le attività della Base Aerea dell’Aeronautica Militare di Sigonella con la locale U.S. Naval Air Station sono improntati ad un profondo e convintissimo senso di collaborazione emerso, ancora una volta, durante quest’ultima cerimonia. Fondamentali in tal senso risultano le continue esercitazioni congiunte svolte sul sedime di Sigonella nonché l’impulso dei vertici locali del Paese ospite, al fine di ottimizzare i rapporti fra le due componenti nazionali, le quali, pur nell’assoluto rispetto delle reciproche sovranità, operano al meglio, attestandosi su vertici di cooperazione eccellenti sia nell’ambito aeroportuale, sia nei rapporti con la Comunità locale, ai vari livelli organizzativi ed istituzionali.

   C.S.

INNER WHEEL CLUB AUGUSTA IN VISITA A SIGONELLA

IMG-20141022-SicusoAUGUSTA – E’ stata una giornata all’ insegna dell’ amicizia e della condivisione quella di sabato 18 ottobre con una visita presso la Base Aeronautica militare di Sigonella organizzata dall’ Inner Wheel  club di Augusta. La Presidente del club  Patrizia Fangano, accompagnata dalle socie del suo club,  dalle amiche del club Inner di Noto, che hanno accolto entusiaste l’ invito, e da ospiti della famiglia rotariana, hanno avuto la possibilità di visitare e conoscere la base militare, “Centro nevralgico del Mediterraneo” , sede del 41° stormo,  supporto logistico e operativo  alle operazioni della 6^ flotta della Marina USA e della Nato.  Accolte con squisita ospitalità dal Comandante della Base e del 41° stormo, Colonnello Vincenzo Sicuso, che già nel briefing introduttivo ha sottolineato l’orgoglio dell’appartenenza, fiero di essere italiano e di “servire” con i suoi uomini il proprio Paese e il ruolo di supporto svolto dai suoi uomini  alle operazioni congiunte nel Mediterraneo, in Medio Oriente ed Africa.  Gli ospiti hanno avuto l’onore di ammirare e visitare l’“Atalantic”, velivolo che ha salvato innumerevoli  vite umane nell’ operazione “Mare Nostrum”, grazie ad un buon lavoro di squadra.

Continua a leggere