AUGUSTA, A SAN GIUSEPPE INNOGRAFO INCONTRO DI PREGHIERA ECUMENICO E INTERELIGIOSO

San Giuseppe InnnografoAugusta. Venerdì’ 9, alle ore 19.00,nei nuovi locali della parrocchia dedicata a San Giuseppe Innografo, nell’àmbito dei programmi per la settimana della Stella Maris, si terrà un incontro ecumenico  con Tati Sgarlata, Attivista per la pace “Farsi costruttori di pace”, Carlo D’Antoni, parroco di Bosco Minniti a Siracusa,“Ecumenismo e dialogo interreligioso fioriscono nell’incontro delle persone”,- Imam Mufid, Moschea di Catania, Riflessione e preghiera della Comunità Musulmana, Pastora Ioana Ghilvaciu, Comunità Battista e Valdese di Siracusa e Floridia, Riflessione e preghiera e della Comunità Battista, Rappresentante Avventisti del Settimo Giorno, Riflessione e preghiera della Comunità Avventista,- Monaco buddhista, Riflessione e preghiera e della Comunità Buddhista,- Padre Enzo Zagarella, Cappuccino, Riflessione e preghiera e della Comunità Cattolica. Saranno presenti altri rappresentanti di religioni e denominazioni cristiane. Animeranno la preghiera cori di bambini delle comunità parrocchiali di Augusta. Si terminerà con un momento di festa e convivialità fraterna.

   Mariangela Scuderi

AUGUSTA, LA DIFFERENZIATA ANCHE NEI MERCATI DI QUARTIERE

mastelli_differenziata_augusta-675x350Augusta. ”Raccolta Differenziata, Augusta: Operatori Mercatali, tocca a voi!”. Questo è l’ultimissimo  slogan lanciato dalla società “Augustasidifferenzia” per la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Dopo l’avvio del sistema porta a porta in una parte del territorio, adesso è la volta degli Operatori Mercatali che si approcceranno a partire dai prossimi giorni al nuovo servizio di Raccolta Differenziata augustana., Questo il commento entusiastico della società : “Questa è la Augusta di oggi, una città che si sta distinguendo in tema di Raccolta Differenziata e rispetto per l’Ambiente e che, un pezzo alla volta, sta imparando a migliorarsi e a porsi come un buon esempio per il territorio e per i comuni circostanti. Utenze domestiche e non domestiche sono già all’opera da diversi mesi, adesso è necessario regolare il servizio nei mercati settimanali e giornalieri della città. “Il prossimo 8 Giugno alle ore 6,00 avrà inizio la Raccolta Differenziata nell’area mercatale del “Giovedì” in Via B.Buozzi. Gli operatori dei mercati riceveranno una guida alla raccolta con le opportune indicazioni e, man mano che produrranno i propri rifiuti durante l’attività di vendita, dovranno conferirli nei sacchi in dotazione, differenziando i materiali. I sacchi dovranno essere depositati a fine vendita presso i punti di raccolta individuati nell’area mercatale. L’indomani, 9 Giugno, inizierà il servizio presso le aree dei mercati giornalieri, con lo stesso sistema . In questo caso invece, i rifiuti differenziati saranno ritirati entro e non oltre le 13.30 direttamente dalla postazione di ogni operatore mercatale giornaliero. “Confidiamo nella fattiva collaborazione degli operatori “– afferma Danilo Pulvirenti, Assessore all’Ecologia – “ i mercati sono luoghi in cui inevitabilmente si producono tanti rifiuti, differenziarli è una necessità, oltre che un obbligo, per trasformare in risorse ciò che fino a ieri ha reso la città sporca e indecorosa. Siamo certi che con questo ulteriore passaggio, Augusta sarà sempre più bella e i cittadini sempre più soddisfatti”.

M.S.

AL VIA LA III EDIZIONE DELLA MARISICILIA CUP

mmAUGUSTA – Nei locali  del Club Nautico di Augusta, si svolge oggi la conferenza stampa di presentazione delle attività a carattere sportivo e culturale correlate con le regate veliche della III edizione della Marisicilia Cup e della XI edizione della Xifonio Cup. Alla conferenza parteciperanno il Comandante Marittimo Sicilia contrammiraglio Nicola de Felice, il sindaco di Augusta  avv. Maria Concetta di Pietro, il presidente del Club Nautico Augusta Dottor Sebastiano Ventura e il presidente dell’associazione ICOB Alessandro D’Oscini. L’impegno della Marina Militare nelle attività di promozione e coesione è sempre attivo e volto allo sviluppo e alla promozione della didattica marinaresca a favore della collettività. Proprio per promuovere questi valori, il Comando Marittimo Sicilia (MARISICILIA) ha organizzato degli eventi e delle manifestazioni che si svolgeranno dal 9 al 11 giugno 2017, in concomitanza delle regate, presso il Comprensorio Terravecchia di Augusta. Le regate veliche si svolgeranno nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 nello specchio acqueo che collega il Golfo Xifonio alla piccola frazione e suggestivo borgo di pescatori di Brucoli. Anche quest’anno la “diretta in web-streaming” della regata velica racconterà le interessanti e spettacolari fasi della partenza, commentate dal vivo con ospiti e interviste da Piazza delle Grazie già dalle ore 10.00 di sabato e di domenica, oltre alla diretta streaming su augustaeventi.it. All’insegna dell’amore per il mare, il golfo Xifonio sarà il teatro di molteplici iniziative che renderanno questi due giorni particolarmente interessanti: dalle acrobazie freestyle dei windsurf  all’evoluzioni in aria dei kitesurf, dall’esercitazione di recupero naufrago dei reparti specializzati della Marina Militare  per passare al raduno zonale della classe Optimist sulle cui quale avviene il “battesimo” dei futuri skipperalle regate tecniche della classe 555 FIV. All’interno del comprensorio Terravecchia, il programma dell’Open Day vedrà altresì effettuate interessanti conferenze, dimostrazioni ed esercitazioni dei Palombari della Marina, di unità di salvamento cinofile in acqua, esibizioni sportive, raduno auto d’epoca, mostra statica di aeromodellismo, esposizione di quadri d’autore e numerosi street food dove si possono gustare tipici specialità locali e regionali. Domenica sera uno spettacolo musicale farà da cornice alla premiazione delle regate, nonché la chiusura della manifestazione e dell’open day edizione 2017 di MARISICILIA.

     M.S.

MARINA MILITARE: “NESSUNA MENZOGNA, PRONTI A OGNI INIZIATIVA PER TUTELARE L’ONORE DELLA FORZA ARMATA”

nave-amerigo-vespucci-4In merito alle ricorrenti notizie apparse su “L’Espresso” riguardanti l’inchiesta in corso per il tragico naufragio di un barcone carico di migranti del 11 ottobre 2013 che vide l’intervento di Nave Libra e di una motovedetta maltese, la Marina Militare “respinge fermamente le accuse di aver mentito o di aver fatto asserire cose inesatte o di aver fornito informazioni incomplete. Preso atto di quanto riportato dalla settimanale, sarà valutata ogni iniziativa utile a salvaguardare la Forza Armata e l’onore, la professionalità, l’attaccamento al servizio e alle istituzioni delle donne e degli uomini della Marina Militare. Nello specifico le dichiarazioni rese in ogni occasione rilevano essere coerenti con le risultanze delle indagini svolte dall’autorità giudiziaria inquirente, già in possesso di tutte le registrazioni sottoposte al relativo vaglio, ora rese note, solo parzialmente, dagli organi di stampa.” La Marina Militare “conferma la propria grande fiducia nell’operato della magistratura a cui è stato fornito, sin da subito, tutto il materiale disponibile presso il Comando in Capo della Squadra Navale (CINCNAV) e presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera nella sua funzione di Centro nazionale di coordinamento del soccorso marittimo (I-MRCC – Italian Maritime Rescue Coordination Centre).” La Marina Militare afferma “d’ aver fatto il proprio dovere come istituzione, attende con serenità gli esiti del procedimento giudiziario. Qualora dovessero emergere, in sede giudiziaria, responsabilità definitive dei singoli, saranno adottati con tempestività, fermezza e decisione i provvedimenti del caso.La vicenda umana, quella giuridica, le iniziative mediatiche – legittime e comprensibili – nonché le ricostruzioni giornalistiche quando ancora le attività giudiziarie sono in corso, non possono scalfire, delegittimare o sminuire l’evidenza del servizio reso dagli uomini e le donne della Marina Militare che da sempre con slancio, mettendo a repentaglio anche la propria incolumità, con spirito di sacrificio , si sono prodigati nel salvataggio, negli ultimi anni, di centinaia di migliaia di persone in mare e in difficoltà”.  La M.M ha ribadito   “il cordoglio per le migliaia di sfortunate persone che hanno perso la vita in mare ed è vicina e solidale ai famigliari e ben ne comprende il dolore e la tristezza.”

     M.S.

 

AMIANTO, VICARIO “NON POSSIAMO TOLLERARE CHE LA STRAGE CONTINUI”

Il rischio amianto ci fu per “tutti i lavoratori del Petrolchimico di Priolo e, addirittura, gli abitanti della zona” ecco perché l’operaio siracusano C.L. aveva diritto alla rendita a carico dell’INAIL

vicario, al centro, intervistat o da Giorgio CàsoleLa Corte di Appello di Roma, a distanza di due giorni, motiva la condanna dell’INAIL che ribalta il giudizio di primo grado, con una motivazione shock: l’Avv. Ezio Bonanni, Presidente dell’ONA e legale dei familiari della vittima, dimostra che “dalla documentazione prodotta (indagine epidemiologica del 1997 a cura dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e Registro Tumori della Provincia di Siracusa) emerge come l’esposizione ad amianto riguardasse tutti i lavoratori del Polo Petrolchimico di Priolo e, addirittura, gli abitanti della zona”. L’INAIL ha negato a C.L., operaio di Priolo Gargallo, poi trasferito a Roma, il riconoscimento della rendita per malattia professionale, e, difeso dall’Avv. Ezio Bonanni, aveva fatto causa all’INAIL, che resisteva, e nel frattempo è deceduto il 15.07.2015, mentre il giudizio di primo grado era ancora in corso. Il Tribunale aveva accolto le tesi dell’INAIL e rigettato anche la domanda giudiziale. «La Corte di Appello di Roma ribalta l’esito del giudizio di primo grado, condanna l’INAIL, ma soprattutto afferma che il mesotelioma va sempre indennizzato, tanto più per “tutti i lavoratori del polo petrolchimico di Priolo” e afferma il rischio amianto anche per “gli abitanti della zona”. Questa sentenza quindi impone l’applicazione della Legge Regionale Siciliana in materia di amianto, ragione per la quale, anche in qualità di Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, rinnovo l’appello al Presidente On.le Crocetta e gli ricordo ancora che è urgentissima l’istituzione della sorveglianza sanitaria su tutta la Sicilia e la creazione del polo di riferimento medico presso l’Ospedale di Augusta così come previsto dalla legge regionale» dichiara l’Avv. Ezio Bonanni, legale dei familiari della vittima e Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto.La Corte di Appello di Roma, con la sentenza n. 3000 depositata il 01.06.2017, ha motivato la sua decisione, e afferma dei principi innovatori: “La Suprema Corte, ha ritenuto la natura monofattoriale e il nesso di causalità con l’esposizione all’amianto del mesotelioma pleurico … si tratta d’altra parte di malattia tabellata in rapporto all’esposizione amianto e quindi sussiste la presunzione propria del regime tabellare. Quanto alle mansioni svolte va rilevato che dalla documentazione prodotta … emerge come l’esposizione all’amianto riguardasse tutti i lavoratori del polo petrolchimico di Priolo e, addirittura, gli abitanti della zona. L’esposizione è quindi dimostrata indipendentemente dalle mansioni svolte, come d’altra parte ritenuto dal CTU di primo grado … immotivatamente disattesi dal primo Giudice. Pertanto … accertata l’origine professionale del mesotelioma … con condanna dell’INAIL di corrispondere agli eredi … pro quota i ratei arretrati dall’01.12.2014 al 15.07.2015 …”. Calogero Vicario, Coordinatore dell’Osservatorio Nazionale Amianto, Regione Sicilia, ribadisce che l’associazione è operativa in tutto il territorio della Regione Sicilia, fin dal 2008, e presta assistenza tecnica, medica e legale, in modo assolutamente gratuito.Tutti i cittadini che ne hanno necessità possono prima di tutto consultare il sito osservatorioamianto.jimdo.com dal quale acquisire ogni utile informazione poi, nel caso fossero necessari chiarimenti e assistenza medica e legale, ci si potrà rivolgere direttamente all’associazione inoltrando una e-mail all’indirizzo: osservatorioamianto@gmail.com.«L’associazione provvederà immediatamente a soddisfare, per quanto possibile, ogni esigenza che fosse manifestata. Continueremo a dare battaglia per il rispetto dei diritti dei lavoratori siciliani e siracusani. Il Presidente della Regione, nonostante abbia il potere per emettere atti equipollenti equivalenti agli atti di indirizzo ministeriale, non provvede ad emanare alcun provvedimento, di conseguenza i lavoratori sono obbligati ad intraprendere atti legali. Ci chiediamo le ragioni di tanto ostracismo nei nostri confronti. Siamo forse i figli di un dio minore? Siamo stati e siamo carne da macello delle imprese del nord Italia che fanno business nel nostro territorio e che portano via il profitto e ci lasciano i cancri e il territorio contaminato? Chiediamo una risposta dalle istituzioni, primo fra tutti il Presidente della Regione ,Crocetta, che fa parte di diritto delle riunioni del Consiglio dei Ministri. Che fa? Cosa ha fatto? Mentre i nostri lavoratori continuano a morire, la legge rimane inattuata. Sento di dire: mentre a Roma i politici discutono, Sagunto brucia! Solo che qui non c’è un generale cartaginese come Annibale, ma le nostre istituzioni che hanno tradito la Costituzione, che hanno permesso l’utilizzo di amianto, che porta morte e distruzione e quando ognuno di noi cade, nel senso che si ammala e muore, ci pensa l’INAIL a negare l’origine professionale della patologia. Denunceremo questo ancora alla Corte Europea per i Diritti dell’Uomo e in sede internazionale. Non possiamo tollerare che questa strage continui», afferma Vicario con fermezza

     Mariangela Scuderi

L’AERONAUTICA MILITARE E LA CORNICE DI SICUREZZA DEL VERTICE G7 DI TAORMINA

Il Tricolore della PAN sopra il Teatro Greco di Taormina saluti i Capi s...Firma albo d'onore Presidente USAUomini e mezzi dell’Aeronautica Militare hanno concorso al potenziamento delle attività di sicurezza, di prevenzione e controllo dei siti e degli obiettivi sensibili, messo in atto dalla Difesa in supporto al Ministero dell’Interno, in occasione della riunione G7 dei Capi di Stato e di Governo di Taormina del 26 e 27 maggio scorso. In tal senso, per contribuire a garantire il regolare svolgimento del Vertice, l’incolumità della popolazione e dei partecipanti nel complesso dispositivo di protezione dell’area interessata all’evento, l’AM ha implementato le misure di sorveglianza e difesa dello spazio aereo, costituendo un Comando di Componente Aerea (ACC) che ha coordinato tutti gli assetti dell’AM in campo. L’ACC, operando dal Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico (FE), si è avvalso di una struttura “avanzata e replicata” presso l’Aeroporto di Sigonella, composta da un Deployable Air Operation Center (AOC-Forward) e dal Deployable Air control system, Recognized air picture production center, and Sensor fusion post (DARS), per l’esercizio del controllo tattico delle componenti aeree. La capacità di controllo dello spazio aereo è stata incrementata attraverso l’utilizzo di sistemi radar mobili di difesa aerea rischierati per l’occasione dalla 4ª Brigata Telecomunicazioni e sistemi per la difesa aerea e assistenza al volo di Borgo Piave e dal 2° Stormo di Istrana. Da Trapani sono stati attivati pronti al decollo i velivoli Eurofighter F2000 del 4° Stormo di Grosseto, 36° Stormo di Gioia del Colle, 37° Stormo di Trapani, mentre da Sigonella gli elicotteri HH101 – HH139 del 15° Stormo di Cervia, gli elicotteri HH212 del 9° Stormo di Grazzanise, i velivoli P-72A del 41° Stormo, gli aeromobili del 31° Stormo di Ciampino per concorso al trasporto VIP, i velivoli APR del 32° Stormo di Amendola (FG) per attività di intelligence sorveglianza e ricognizione. Nel periodo 25-28 maggio, è stato attivato altresì il dispositivo di massima attenzione durante il quale sono state implementate tutte le predisposizioni già in atto con l’aggiunta di velivoli – sempre in volo – del 14°Stormo e con assetti del Reparto Supporto Tecnico Operativo alla Guerra Elettronica “ReSTOGE” di Pratica di Mare. A Taormina, già dal mese di febbraio 2017, l’AM ha iniziato ad approntare le sedi stanziali e il rischieramento del dispositivo dove sono state attuate tutte le predisposizioni logistiche per permettere l’atterraggio delle delegazioni G7, provenienti in elicottero dall’Aeroporto Militare di Sigonella. Il 3° Reparto Genio Campale AM di Bari Palese ha costruito due elisuperficie: la prima definitiva in contrada Bongiovanni nei pressi della piscina comunale e la seconda, provvisoria, in grelle di alluminio in località Piano Porto. Inoltre, sono state allestite tre piazzole temporanee presso la località di Calatabiano (CT).

Continua a leggere

Il COMANDO MARITTIMO SICILIA DELLA MARINA MILITARE CELEBRA IL 71° ANNIVERSARIO DELLA PROCLAMAZIONE DELLA REPUBBLICA

2 GUGNO A srSiracusa. Venerdì 2 giugno, alle ore 10 nell’affollata piazza 4 Novembre a Siracusa si è svolta la cerimonia commemorativa del 71° Anniversario della proclamazione della Repubblica. Come da tradizione, ormai, ogni anno il 2 giugno si festeggia la nascita della Repubblica Italiana, anniversario del referendum con il quale si votò per scegliere tra Repubblica e Monarchia. In questa data su tutto il territorio nazionale si tengono cerimonie ufficiali arricchite di eventi di alto valore simbolico alla presenza di autorità militari e civili. La Festa della Repubblica esprime l’alto sentimento di tutti gli italiani orgogliosi di questa Italia con la sua storia e tutto ciò che ha saputo costruire negli anni. Storia che si fonda sulla nostra Carta Costituzionale. A Siracusa si è tenuta la tradizionale cerimonia alla presenza del prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo, e del Comandante Marittimo Sicilia, Nicola De Felice, avendo  la Marina Militare schierato il picchetto d’onore. Durante il proprio intervento il prefetto di Siracusa ha così evidenziato il momento solenne: “Ricordiamo oggi la scelta fatta il 2 giugno 1946 dagli italiani , che votando decisero il futuro del nostro paese fondando la repubblica. “Guardiamo con orgoglio e riconoscenza alle donne e agli uomini delle Forze Armate e delle Forze di Polizia, costantemente impegnati al fine di garantire la sicurezza di tutti e la difesa delle istituzioni democratiche e della libertà “. Durante la cerimonia sono state  consegnate le onorificenze dell’ordine al merito delle repubblica italiana, concesse dal  Presidente delle repubblica a 16 concittadini che si sono  particolarmente distinti per l’impegno profuso e i risultati ottenuti in diversi àmbiti perché la loro azione possa valere da esempio per tutti.
   Mariangela Scuderi

 

CHIUSURA DELL’ANNO ACCADEMICO 2016 – 2017 UNITRE

UNITRE2AUGUSTA – Come al solito, nel corso della serata del 29 maggio scorso, durante la cerimonia di chiusura dell’anno accademico nell’Aula Magna del 2° Ist. Di Istruzione Superiore ”A. Ruiz” di Augusta, affollata dai tanti soci-alunni della ns. Associazione, dagli amici ospiti, da una rappresentanza di docenti e relatori, dai responsabili dei vari laboratori di attività e dalla responsabile del Comitato ricreativo, si respirava il senso dell’allegria e l’orgoglio dell’appartenenza. Il presidente Caramagno ha dato il via invitando i presenti alla recita della preghiera di San Francesco di Assisi, e successivamente, diretti dal Maestro Accettullo, al canto gioioso dell’Inno ufficiale delle Unitre italiane e dell’Inno nazionale. Egli ha ringraziato la Sig.ra dirigente dell’Istituto ospitante, Prof.ssa Maria Concetta Castorina, e quindi gli intervenuti: docenti e relatori, rappresentati di club service, corrispondenti della stampa, soci e loro ospiti.

Continua a leggere

AUGUSTA, LUNGOMARE LIBERATO, IL CCR MOBILE ALLA GIORNATA ECOLOGICA DEL 2 GIUGNO

riciclo-italia-sicilia-male-classifica-Augusta. 2 Giugno, ancora una volta  si è svolta ad Augusta, la Giornata Ecologica con il Lungomare Liberato. Il successo dell’iniziativa registrato nei due precedenti appuntamenti spinge a fare sempre meglio per restituire alla cittadinanza il proprio territorio in veste ecologica. Infatti, in questa occasione, che ha coinciso con la giornata della Vela organizzata dal Club Nautico, il Lungomare è stato chiuso al traffico veicolare ed è  stato possibile, per i più piccoli, godere della mobilità sostenibile anche in mare con mini corsi di vela educando alla cultura ambientale virtuosa. Il Comune di Augusta e MegarAmbiente hanno presenziato in Piazza Unità d’Italia in mattinata con un CCR mobile dotato di sistema di pesatura sul posto, per dare la possibilità ai cittadini di conferire i propri rifiuti di Raccolta Differenziata, relativamente alle tipologie Carta e Cartone, Lattine, Vetro, Imballaggi in Plastica, e accumulare tanti Eco-Punti al fine di ricevere una decurtazione in bolletta Ta.Ri.

     Mariangela Scuderi

IERI A SIRACUSA RICORDATO L’AUGUSTANO GIUSEPPE MOTTA, DA COMUNISTA PERICOLOSO A FEDERALISTA EUROPEO

presentazione libro mottaSIRACUSA – Giovedì 1 giugno, nella sala Corrado Ventaglio, in Via Luigi Cadorna 160, a Siracusa, l’Anppia (l’Associazione nazionale perseguitati dal Fascismo), in occasione della ricorrenza del 71° Anniversario della Repubblica ha presentato il libro “Il ragazzo che fece sventolare la bandiera rossa” di Giorgio Càsole e Cecilia Càsole. Il libro racconta la vicenda umana e politica di Giuseppe Motta, antifascista siracusano, nato e morto ad Augusta, di cui fu sindaco nel 1945. Motta fu uno dei pochi siracusani a essere condannato a una dura pena detentiva dal Tribunale Speciale per la Difesa del Fascismo, perché considerato “pericoloso comunista”: del Pc d’Italia fu il primo segretario provinciale  della provincia di Siracusa, che allora comprendeva  il territorio dell’attuale provincia di Ragusa. Motta propugnò gli ideali federalisti ci di Altiero Spinelli, oggi è completamente ignorato dalla sua città natale. Il libro  presentato nella sala di Via Corrado Ventaglio dovrebbe servire a rendergli giustizia. Ha aperto  l’incontro Orazio Carpino, segretario provinciale . Anppia, nonché autore della prefazione del libro di Giorgio e Cecilia Càsole Nel corso della presentazione sono intervenuti  l’ex senatore  Giuseppe Lo Curzio, che ha ricordato d’aver conosciuto  di persona il’allora claudicante e anziano Giuseppe Motta, l’ex assessore regionale ai BB CC e già sindaco  di Augusta Carmelo Saraceno, che ha  apprezzato il libro e ha dato testimonianza del suo rapporto  con Motta, il docente Salvatore Santuccio, che ha anch’egli  espresso apprezzamenti sul libro, soffermandosi sulle lettere della madre di Motta, Santa Ternullo. Sono intervenuti  la  prof.ssa Maria Concetta La Leggia, e l’avv. Ulisse Signorelli, che hanno ricordato rispettivamente  il ruolo  della scuola per la formazione di una coscienza democratica e i partigiani siciliani che contribuirono  alla liberazione dell’Italia dal nazifascismo.

     M. S .