VISITA A SORPRESA DEL SOTTOSEGRETARIO FARAONE AL “MUSCATELLO” DI AUGUSTA

downloadAugusta. Lunedì  pomeriggio 10 luglio, intorno alle 15,30, visita a sorpresa all’ospedale “Muscatello” del Sottosegretario al Ministero della Salute, il siciliano Faraone (PD), accompagnato dal  suo compagno di partito, il sindaco  di Siracusa, Garozzo,  e dal direttore generale dell’ASP, Brugaletta.  Una visita che doveva avere  il carattere della riservatezza, ma ciò nonostante sono venuti a saperlo i rappresentanti siracusani dell’Osservatorio Nazionale sull’amianto (ONA) e  qualche rappresentante della stampa opportunamente avvertito. Pippo Gianni, Calogero Vicario, Tiziana Blanco e Carmen Perricone, rispettivamente componente del Comitato Tecnico Scientifico  coordinatore- portavoce e corrispondente dell’ONA, hanno sollecitato Faraone perché la Legge Regionale n.10, ideata e predisposta da Pippo Gianni, venga applicata. Lo stesso Pippo Gianni, dopo aver sottolineato che la legge è stata disattesa e successivamente modificata, ha chiesto al Sottosegretario un  autorevole intervento per l’immediata istituzione del centro di Riferimento Regionale per l’Amianto per dare la possibilità di garantire la sorveglianza sanitaria a tutti i lavoratori dell’amianto della Regione Sicilia. Ha commentato Calogrro Vicario: “E’ nelle corde e nelle possibilità di quest’uomo politico siciliano poter segnare un’inversione di rotta rispetto alle decisioni di Rosario Crocetta, anche lui potente uomo del PD Siciliano, le cui rotte sembrano essere molto diverse. L’on Faraone, durante l’incontro di ieri, ha mostrato il suo volto umano, si è trattenuto con le vittime e ha avuto parole di incoraggiamento, promettendo  un incontro al ministero nel breve periodo; gli è stato consegnato il II Rapporto mesoteliomi dell’ONA.” Calogero, infatti, fa trapelare un cauto ottimismo sull’esito dell’incontro. In virtù della suddetta Legge Regionale, infatti, proprio l’ospedale Muscatello di Augusta sarebbe diventato e deve diventsre polo di riferimento per la diagnosi precoce e la cura delle malattie legate all’asbestosi, evitando agli ammalati pesanti e costosissime trasferte in altri ospedali fuori dalla Regione.

Continua a leggere

NELLA CHIESA DEL CARMINE, COMMOSSO RICORDO DI DON LIGGERI

Carmine Fra Altare e note 11 luglioAugusta. Martedì 11 luglio, dopo la messa vespertina celebrata per la  quindicina della festa per la Madonna del Carmelo, per iniziativa di Marcella Spanò,  la voce di Don Carmelo Liggeri  è tornata  a farsi sentire in quella Chiesa del Carmine che per quasi mezzo secolo lo vide rettore, attraverso le note delle sue composizioni musicali, affidate alla magnifica voce di Francesca Ussia, soprano, accompagnata dal M° Salvatore Passanisi, così come la voce stentorea del prof. Giorgio Casole ha fatto  rivivere l’emozione di una “Svelata” di ben 51 anni fa, leggendo stralci di una vibrante e inedita omelia scritta dal sacerdote augustano, ma successivamente  non pronunciata. Una serata vista come un vero amarcord del Carmine che fu, tra nostalgia e rimpianti di un’epoca passata, rimasta indelebile nei ricordi dei tanti che hanno avuto modo di conoscere don Carmelo Liggeri, sacerdote, musicista, compositore e direttore di  corali, morto il 9 ottobre 1993, ma figura ancora vivissima nella memoria di tanti augustani, non solo tra i devoti frequentatori della rettoria a lui affidata. “Un ricordo che spesso si vena di rimpianto tra coloro che hanno avuto modo di conoscerlo e apprezzarne le qualità umane e spirituali di sacerdote la cui vita è stata interamente dedicata al servizio di Dio e della Chiesa”, ha commentato Marcella Spanò, esperta conoscitrice della storia della chiesa del Carmine e anima instancabile del Terz’Ordine Carmelitano.

Mariangela Scuderi

GIORGIO CÀSOLE A CATANIA EMOZIONA CON L’ELEGIA DI GARSIA LORCA

Katàne 10 luglio 2017CATANIA – L’Associazione “AMICI DELL’ARTE” ha nuovamente invitato il docente augustano Giorgio Càsole a tenere una nuova performance nella sede della galleria d’arte Katàne, diretta da Sarah Angelico, in Via Umberto, 244,  lunedì 10 luglio , davanti a un pubblico di artisti attentissimi. Càsole, che ha intrattenuto il pubblico anche con aneddoti personali, ha interpretato, con grande pathos, un suo cavallo di battaglia degli anni giovanili in cui recitava poesie nei teatri e nelle scuole, l’elegia funebre “Compianto per Ignazio”, un giovane torero ucciso nell’arena, amico  del poeta spagnolo Federico Garçia Lorca, autore del compianto. ”Grazie al suo carisma, il prof. Càsole ci regala sempre bellissime emozioni”, è stato il commento della pittrice Antonella Tornello. “E’ stata una serata interessante e piacevolissima”, ha sottolineato l’artista Mimmo Parisi, una serata resa  frizzante per le ironie e le imitazioni di Max Scuderi, direttore artistico di HappyTv , invitato dallo stesso Càsole.Vivamente compiaciuta la direttrice Angelico che ha chiesto ai due di ritornare in un prossimo futuro.

Mariangela Scuderi

PRESENTATO IL BALLETTO CARMEN AL TEATRO MASSIMO BELLINI

belliniCATANIA – Martedì 11 luglio alle ore 16,30, nel foyer del Teatro Massimo Bellini di Catania, ha avuto  luogo la conferenza stampa aperta al pubblico per la presentazione del balletto “Carmen”, sulle trascinanti musiche di Bizet. Per gli appassionati della danza è stata l’occasione di incontrare il celebre ballerino cubano José Perez, coreografo e protagonista dello spettacolo.  Insieme a José Perez, sono intervenuti Anthony Barbagallo, Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana; Roberto Grossi, sovrintendente del Teatro Massimo Bellini di Catania, e Simona Filippone, presidente dell’Asdc Futuro Danza Palermo. La produzione, realizzata dal Teatro Massimo Bellini in collaborazione con Futuro Danza Palermo, andrà in scena sabato 15 luglio alle ore 21.30, al Teatro Antico di Taormina, nell’ambito del circuito Anfiteatro Sicilia, promosso dall’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo.

M.S.

UNA BOCCATA DI OSSIGENO PER IL PERSONALE CIVILE DELLA DIFESA

IMG_20170711_055101AUGUSTA – Dopo aver ottenuto la storica istituzione del Fondo Integrativo Speciale all’interno del FUA, le progressioni tra le aree già dal 2018 per risolvere l’annosa questione della Prima Area, la tabella di equiparazione tra personale Militare e Civile, l’aggiornamento del protocollo sulla mobilità del personale civile ai fini del bando del corrente anno, la direttiva che fissa per la prima volta i criteri di impiego del personale civile, il riavvio del confronto sui lavori insalubri, polverifici e imbarchi, verifica di criteri, modalità e gestione del transiti ai ruoli civili del personale militare, le assunzioni in deroga a partire dal 2018 e percorsi formativi interni della difesa, il coordinatore provinciale del Ministero della Difesa, Sebastiano TRIGILIO, fa sapere che ieri è stato raggiunto un ulteriore traguardo con la firma dell’accordo sul Fondo Unico di Amministrazione 2017. Un risultato importante che prevede ulteriori 12.000 progressioni economiche con decorrenza dal 1.1.2017 oltre alle 7002 progressioni già espletate nel 2016. Con la firma dell’accordo si prevedono altre 6000 progressioni economiche con decorrenza dal 1.1.2018, e non ultimo il rilancio della progettualità locale e il recupero della contrattazione locale. Ci riteniamo soddisfatti dell’intenso e frenetico lavoro che le segreterie nazionale di FPCGIL – UIL PA – FLP hanno svolto. Risultati raggiunti, come è stato evidente dopo la proclamazione dello stato di agitazione del personale civile proclamato unitariamente da FPCGIL – UIL PA – FLP Nazionali nell’assemblea nazionale dei quadri e delegati di tutta italia svoltasi a Roma nel Febbraio u.s. e dove il sottoscritto si onora di aver partecipato. Il Coordinatore provinciale FP CGIL del Ministero della Difesa condividendo in pieno la riflessione conclusiva dei segretari nazionali di FP CGIL – UIL PA – PLP – UNSA in merito all’attività svolta, come da comunicato nazionale rappresenta testualmente quanto riportato. In ultimo, una riflessione conclusiva. Abbiamo osservato e sorriso, in questi giorni, della rincorsa che “qualcuno” ha avviato per tentare di intestarsi gli esiti conclusivi del negoziato, addirittura “targando” come sigla l’accordo FUA 2017. Rappresentazione per lo meno demagogica e fuorviante della realtà, estremamente distorsiva degli sviluppi reali della trattativa svolta con l’Amministrazione e dei suoi approdi conclusivi, rispetto ai quali basterebbe scorrere i diversi comunicati diffusi in corso di negoziato per approdare alla verità dei fatti. In ogni caso una recita non riuscita, magari avviata da chi maturando la consapevolezza di non aver saputo influire nell’occasione così come forse era sempre stato abituato nell’esercizio del proprio ruolo in passato, cerca oggi di spargere una coltre di fumo per impedire che altri lo vedano e ne colgano fino in fondo la nuova dimensione minoritaria.  Noi, per il rispetto profondo che abbiamo delle lavoratrici e dei lavoratori civili della difesa, non intendiamo in alcun modo procedere sulla stessa lunghezza d’onda, e ci affidiamo invece, serenamente, alle valutazioni che ci consegneranno questi ultimi, certi di aver offerto loro tutto l’impegno e il sostegno possibile rispetto alle rivendicazioni e alle legittime aspettative che i colleghi hanno inteso farci pervenire.

      FP C.G.I.L. – Sebastiano TRIGILIO

L’AUGUSTANA FRANCESCA ORTISI: ESECUZIONI STREPITOSE ALLE ARCHIMEDEE

Davanti a un pubblico plaudente di 4 mila persone

FRANCESCA ORTISI ARCHIMEDEEE’ un percorso sempre in ascesa quello della giovanissima cantante augustana Francesca Ortisi  che, a giugno 2016, abbiamo  apprezzato e ammirato alla Festa della musica svoltasi, in Piazza Duomo ad Augusta sul sagrato della Chiesa Madre,  e prima ancora come vivace componente del coro in un’edizione dell’Elisir d’Amore, marchio YAP, la scuola per cantanti e artisti fondata da Marcello Guagliardo, la gloria belcantisica locale con il nome d’arte di Marcello Giordani, ancora attivo nei teatri italiani ed esteri. Guagliardo-Giordani, che due anni fa si candidò alla poltrona di sindaco di Augusta, ha varato un cartellone di spettacoli all’aperto   sotto il titolo “AUGUSTA IN MUSICA”. Nei primi  due spettacoli Francesca Ortisi si esibita, con altri apprezzati  allievi YAP,  quali il chitarrista Salvo Maglitto e i cantanti  lirici Gaia Gallitto (soprano) e Gianni Giuga (baritono)  e di musica leggera Erminia Garufi e  Michele Guagliardo, tutti   invitati poi, il due luglio,  a esibirsi a Ortigia di Siracusa, in un cortile nei pressi di Piazza Duomo. Ortisi ha interpretato, con la sua solita grinta, “The Girl in 14 G”,  vivamente apprezzata dal direttore  artistico  delle  Archimedee, Iudicelli,  che le ha chiesto di reinterpretare  la canzone, venerdì 7 luglio,   “beccandosi” applausi e complimenti a scena aperta per la strepitosa esibizione sul palco  allestito in Piazza Duomo dove sabato sera 8 luglio si esibisce Arisa. Emozionata, Francesca Ortisi ha commentato: “Sono contenta in primis sul piano personale di essere stata proposta in mezzo a tanti nomi,  per cantare su un palcoscenico di tanta importanza e sono contenta per la Yap e per l’insegnante Mariella Arghiracopulos, che lavorano ogni giorno affinché si possano raggiungere risultati di questo calibro sempre”. Grazie a Giordani Guagliardo, recentemente Francesca Ortisi ha fatto un’audizione ad Augusta davanti al musicista  Peppe Vessicchio  volto televisivo nazionale nel campo della direzione d’orchestra. Francesca Ortis potrebbe spiccare il volo, ma, intanto chi vorrà ascoltarla o riascoltarla potrà farlo il 22 luglio al Venus Hotel sulla provinciale per Brucoli, in occasione della cerimonia dei premi estivi  istituiti dal Kiwanis club per artisti siciliani.

Giorgio Càsole

RICOSTITUZIONE A SIGONELLA DEL 61° GRUPPO VOLO DELL’AERONAUTICA MILITARE

Predator a Sigonella al rientro da una missioneSIGONELLA – LENTINI. Il 10 luglio 2017, presso l’Aeroporto di Sigonella avrà luogo la cerimonia di ricostituzione del 61° Gruppo Volo dell’Aeronautica Militare che sarà dotato di velivoli a pilotaggio remoto MQ1-C (Predator A+) con il fine di consolidare e rafforzare la presenza e l’attività di sorveglianza  dei velivoli a pilotaggio remoto (APR) nell’ambito del concorso al dispositivo di sicurezza nazionale, specialmente per quanto riguarda il Mediterraneo. Il Predator ha già effettuato da Sigonella più di 1.000 ore volate in attività varie e in particolare nell’ambito della missione “Mare Sicuro”. Il 61° Gruppo Volo, che manterrà una dipendenza gerarchica dal 32° Stormo di Amendola, opererà con equipaggi provenienti dal 28° Gruppo dotati di un bagaglio di esperienza maturato in oltre un decennio di attività in Italia e all’Estero, e con personale specialista del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella. Il supporto logistico sarà fornito dal Comando Aeroporto di Sigonella. Storicamente il 61° Gruppo Osservazione Aerea ebbe origine il 5 aprile 1924 e fu successivamente sciolto l’8 settembre 1943 a seguito dei noti avvenimenti bellici. Alla cerimonia, presieduta dal Comandante le Forze da Combattimento dell’AM Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, hanno preso parte le massime Autorità delle provincie di Catania e Siracusa.

  C.S.

TAORMINA FILMFEST E FIUMARA D’ARTE INSIEME PER L’ANTEPRIMA STRAORDINARIA DELLE ROCCE DI CAPO MAZZARÒ

bonazzaTaormina. Sabato 8 luglio l’articolato programma della Notte del Cinema prenderà avvio alle 18 nello splendido Villaggio Le Rocce con la rinnovata mostra Taormina Cinema a cura di Ninni Panzera. L’incontro tra Taormina Arte e la Fondazione Fiumara d’Arte – che da mesi sta lavorando per riportare alla vita questo paradiso perduto con il valore etico che caratterizza le scelte del mecenate messinese Antonio Presti – rappresenta un dono per l’intera cittadinanza taorminese, privata per oltre mezzo secolo della fruizione di uno dei luoghi più incantevoli della Sicilia. Un omaggio nel solco della “Devozione alla Bellezza”, mantra di Presti già concretizzato nelle esperienze di Librino e dei comuni della Valle dell’Halaesa, resi oramai un museo a cielo aperto ammirato da visitatori provenienti da tutta Europa. “L’apertura straordinaria delle Rocce può rappresentare il valore aggiunto ad un Festival allestito con abnegazione e grande spirito di sacrificio – afferma Presti -. Volevo fortemente rievocare il rapporto tra questo luogo e la sua vocazione cinematografica: per tutti gli anni ‘60 le Rocce furono meta privilegiata di stelle del calibro di Liz Taylor o Cary Grant, il Villaggio di Capo Mazzarò era la punta di diamante dell’intero sistema turistico taorminese. La Notte del Cinema sarà tuttavia solo il preludio all’inaugurazione ufficiale già programmata per il prossimo 27 luglio: un nuovo percorso di Bellezza è pronto a coinvolgere Taormina e i comuni limitrofi in una rigenerazione che punta a far convergere sull’intero territorio le maggiori esperienze artistiche nazionali ed internazionali”.  Taormina Cinema, che ha già avuto un grande successo di pubblico nelle precedenti location, è una mostra fotografica dove ogni immagine, cimelio, premio o articolo di giornale rievoca i volti, gli eventi e la storia di un festival nel suo rapporto con la città che lo ha accolto e amato. Il percorso allestito all’interno delle Rocce guiderà il visitatore alla scoperta dell’evoluzione culturale e sociale di una rassegna nata nel 1955 a Messina. A Capo Mazzarò si potrà dunque ammirare la storia di quel set cinematografico naturale che è stato per anni Taormina,  incantevole scenario di film passati direttamente alla storia della cinematografia mondiale a firma di maestri come Michelangelo Antonioni, Woody Allen,  Luc Besson, Francis Ford Coppola e Roberto Benigni.

Mariangela Scuderi

NAVE ITALIA E IL MARE: UN MODELLO DI CURA CHE ATTRAE PER LA PRIMA VOLTA OSPITI STRANIERI

184122698-abea14ee-6bb0-4efd-8dd6-78e9c8fc5482Genova – Per la prima volta Nave ITALIA, Onlus costituita dalla Marina Militare e dallo Yacht Club Italianodiventa internazionale e, in collaborazione con l’Associazione Chance4Children, imbarca 14 bambini della Repubblica Ceca affetti da diverse malattie oncologiche e disagi sociali e 5 accompagnatori. Per quest’avventura Nave ITALIA, Il brigantino a vela più grande del mondo, è  salpato da Genova il 4 luglio con sbarco a Olbia dopo quattro giorni di navigazione, terapia e cultura del mare. Questo viaggio socio-educativo, reso possibile grazie all’idea e iniziativa dell’Ambasciata d’Italia coadiuvata dall’Associazione Chance4Children, che dal 1997 è uno dei maggiori operatori benefici in Repubblica Ceca, ha come obiettivo quello di regalare un’esperienza speciale a questi bambini appena guariti da malattie gravi. Un’avventura che li possa aiutare a capire che la vita è bella ed è nelle loro mani. Grazie alla Fondazione Tender To Nave ITALIA e al percorso intrapreso i bambini potranno ritrovare un atteggiamento positivo e propositivo nell’affrontare i piccoli ostacoli quotidiani, accrescendo l’autostima e la capacità di agire e scegliere in maniera indipendente. Durante il viaggio gli ospiti a bordo saranno coinvolti nella realizzazione di uno spettacolo e di altre attività, il cui tema chiave sarà il mare. Dopo lo sbarco, in sintonia con lo spirito di solidarietà e condivisione che anima Nave ITALIA, gli ospiti della Repubblica Ceca descriveranno ai bambini del reparto pediatria dell’Ospedale di Olbia l’esperienza appena vissuta in mare al fine di portar loro un segnale positivo che possa essere loro di aiuto.

Mariangela Scuderi 

AL FILMFEST DI TAORMINA IL FAVOLOSO “GNICCHE GNACCHE” DI UNA PROSTITUTA CATANESE

Taormina. Pre-apertura il 5 luglio al Monte di Pietà a Messina con l’anteprima italiana del film Peggio per me di Riccardo Camilli. Al programma si aggiunge la prima assoluta del film di Aurelio Grimaldi La Divina Dolzèldia e l’anteprima italiana del documentario La battaglia di Capo Bon di Ruber Monterosso e Federico Savonitto

TaofestivalLa 63^edizione di Taormina FilmFest conferma il suo legame con Messina, dove il festival è nato nel 1955, con una serata di preapertura il 5 luglio, alle ore 21.00, al Monte di Pietà, con la proiezione in anteprima italiana del film Peggio per me di Riccardo Camilli, con Riccardo Camilli, Claudio Camilli, Tania Angelosanto, presenti alla serata, condotta per l’occasione dal giornalista Massimiliano Cavaleri. Peggio per me è una favola moderna, dei giorni nostri, che in qualche modo abbraccia anche gli anni ‘80. Un film esistenziale, un pizzico surreale, realizzato grazie anche a un crowdfunding. La serata è organizzata da Taormina Arte e dalla Citta Metropolitana di Messina. Al già ricco programma,  si aggiunge una prima assoluta La Divina Dolzèldia di Aurelio Grimaldi e un’altra anteprima italiana il documentario La battaglia di Capo Bondi Ruber Monterosso e Federico Savonitto. Il film di Aurelio Grimaldi ha un cast eccezionale, che vede nel ruolo della protagonista Guja Aielo e, inoltre, grandi attori siciliani come: Francesca Ferro, Mario Opinato, Maria Chiara Pappalardo, Nellina Laganà, Fabio Costanzo, Loredana Marino, Claudio Musumeci, Jacopo Cavallaro, Giovanni Alfieri, Gabriele Vitale, Claudio Caruso, Maria Chiara Signorello. Con la partecipazione straordinaria e amichevole di Tuccio Musumeci, Simona Izzo, Pippo Pattavina, Lucia Sardo. Il noto regista italiano di Ragazzi fuori e La ribelle,in questo suo ultimo film, racconta ventiquattro ore di vita, da sabato mattina al giorno dopo, di Dolzèdia, stagionata prostituta di lunghissimo corso, che ancora riceve ‘clienti’ nella sua casa al centro di Catania, affittando la sua stanza a più giovani colleghe ma anche esercitando ancora il favoloso ‘gnicche gnacche’, gioco erotico ‘segreto’, che i clienti non possono svelare pena una maledizione infernale sulla loro testa; ma che ancora molti clienti ansiosamente richiedono. Il documentario La battaglia di Capo Bondi Ruber Monterosso e Federico Savonitto ci parla dello scontro navale che si compì al largo di capo Bon in Tunisia la notte fra il 12 e 13 dicembre del 1941 tra una formazione di due incrociatori leggeri italiani scortati dalla torpediniera Cigno e una flottiglia di cacciatorpediniere britannici. Il gruppo di lavoro del festival è composto da Ninni Panzera (coordinatore), Sino Caracappa e Paolo Signorelli, questi ultimi in rappresentanza dell’ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinematografici) di Messina,  della Fondazione Albatros, dell’IISS Salvatore Pugliatti di Taormina e della  Fondazione Fiumara d’Arte.

Mariangela Scuderi