IL GIOVANE INGEGNERE AUGUSTANO CHRISTIAN GRASSO SI OCCUPERA’ DELLA NUOVA RETE 5G

Christian GrassoAugusta. L’ingegnere augustano Christian Grasso, ex alunno del liceo scientifico cittadino che all’Università di Catania ha conseguito, giorni fa, il diploma di laurea specialistica in “Ingegneria delle Telecomunicazioni”, con lode, ha vinto la borsa di studio per il dottorato di ricerca. Sarà quindi, per tre anni, ricercatore nel Dipartimento di ingegneria elettrica, elettronica e informatica dell’ateneo catanese dove, soprattutto, si occuperà degli sviluppi della rete 5G, la nuova rete cellulare mobile che dal 2020 entrerà in attività. Tra le caratteristiche di questa rete vi è la possibilità per i dispositivi di poter comunicare direttamente tra loro se sono abbastanza vicini. Questa caratteristica sarà sfruttata nel contesto dell’industria 4.0, che prevede di automatizzare al massimo i processi produttivi, tramite una comunicazione continua tra i macchinari presenti all’interno della fabbrica, che, quindi, possono regolarsi tra loro e gestirsi per poter aumentare la quantità e la qualità della produzione, riducendo i costi e potendo gestire in automazione anche eventuali malfunzionamenti.  Auguri vivissimi al nostro giovane e brillante ricercatore.

AUGUSTA, SABATO 21 PASSAGGIO DELLA CAMPANA AL KIWANIS CLUB

Kiwanis SchembariAugusta. Cambio  di comando al Kiwanis club di Augusta, anche se la cerimonia rituale viene denominata “Passaggio della campana”, perché il presidente di turno porta con sé, per la durata annuale del suo mandato una campanella, il cui tocco iniziale e finale rappresenta l’inizio e la conclusione di ogni incontro. Giuseppe Pisasale, sabato 21, riceverà la campana a dal suo predecessore, Domenico Morello, che, eccezionalmente, ha ricoperto l’incarico per un biennio, che egli ha così commentato: “Dopo due anni di grandi “service” a favore dei bambini e del nostro territorio lascio la presidenza del Kiwanis Club Augusta. Sono molto soddisfatto dei risultati conseguiti. Un solo rammarico: non essere riuscito a fare istituire al Comune di Augusta la figura del “Difensore dei Diritti dell’Infanzia”. Si sono sbloccate le nomine di tante commissioni ma non si è trovata la sensibilità nei confronti dei bambini. Ma non dispero. Il seme è stato lanciato:  dobbiamo aspettare che dia i suoi buoni frutti!”

Diletta Càsole

PRESENTATO IL CICLO DI INCONTRI PROMOSSO DALLA SOCIETÀ DI STUDI STORICI E POLITICI “FEDERICO II DI SVEVIA, IMMUTATOR MIRABILIS”

intravaL’ avvocato Giovanni Intravaia, ha voluto ricordare lo scrittore e studioso medievalista tedesco Eberhard Horst a cinque anni dalla scomparsa, e lo ha fatto attraverso  un approfondimento di  una delle sue opere più significative intitolata appunto Friedrich der Staufer: eine Biographie, la biografia di Federico II di Svevia. <<L’Imperatore viene ricordato dalle fonti storiche e letterarie con l’appellativo di Stupor mundi. A me piace ricordarlo invece – continua  Intravaia – con l’appellativo che per lui coniò Fra’ Mathews Paris, il monaco benedettino inglese suo contemporaneo, nell’opera Chronica Majora, che a mio parere gli è più consono: Immutator mirabilis, il miracoloso trasformatore. Per la magnificenza della sua corte, per la tolleranza nei confronti di ebrei e musulmani, per la concezione organizzativa e amministrativa dello Stato, per la sfida all’autorità papale, per il coraggio, per la cultura, Federico II fu l’imperatore che stupì e trasformò il suo mondo. Protagonista d’uno dei periodi più grandiosi, affascinanti ed al tempo stesso oscuri della storia dell’occidente, fu un precursore dell’“uomo nuovo”, un sovrano rinascimentale, un mecenate, pur vivendo nel pieno dell’età di mezzo. Federico II nacque a Jesi il 1194, figlio di Costanza d’Altavilla ed Enrico VI. Per parte di madre, nipote di Ruggero II, fondatore della dinastia normanna nell’Italia meridionale; da parte del padre, nipote di Federico Barbarossa. Federico II erede di un impero a vocazione universale sarà l’ultimo degli imperatori tedeschi a coltivare il sogno di un universalismo politico, con lui ebbe fine l’Impero medioevale inteso come dualità di Papa e Imperatore. L’imperatore svevo non riuscì sulla scena politica militare ad eguagliare la fama del nonno Federico Barbarossa e tuttavia merita, per l’opera compiuta in Italia meridionale, di essere considerato come il primo artefice dello Stato moderno. Infatti la sua massima impresa politica resta la fondazione e la legislazione del Regno di Sicilia, la creazione di uno “stato modello” centralizzato, autonomo, laico, con un sistema legislativo unitario garante dei diritti civili dei sudditi. Continua a leggere

AUGUSTA, IL MEDICO GIUSEPPE TRINGALI NUOVO PRESIDENTE DEL TDM

Tringali TDMAugusta. Giuseppe Tringali, medico-ginecologo, in pensione da sette mesi, è il nuovo presidente della locale sezione del  Tribunale dei diritti del Malato (TDM), che fa rete con il movimento nazionale “Cittadinanza attiva”, il cui coordinatore augustano, Pinacchi, maresciallo in pensione dei Carabinieri, ha organizzato una conferenza-stampa , martedì 17 ottobre. A presentare Tringali è stato lo stesso  Pinacchi, il quale ha ricordato l’impegno venticinquennale del predecessore, Domenico Fruciano, che, dopo quattro mandati quale presidente, oggi è a capo di un’associazione costituitasi per la difesa del presidio ospedaliero “Muscatello”. La conferenza-stampa si è svolta nell’angusta sede del TDM, all’interno del vecchio padiglione del civico ospedale che non ha più alcuni reparti di eccellenza, come in passato erano  cariologia  e ginecologia, oggi attivo solo a Lentini (sottratto ad Augusta) . Questi due reparti erano di eccellenza grazie all’operatività primariale  rispettivamente del prof. Salvatore Paci e del dott. Pasquale Ferraguto, entrambi scomparsi. Lo ha riconosciuto lo stesso nuovo presidente del TDM, il quale, sollecitato  dalle domande dei rappresentanti della stampa, ha precisato che il TDM si muove entro precisi binari e non può interferire con l’operato  dei medici e degli infermieri, dal momento che il compito precipuo dì quest’organismo di volontari, è quello di difendere i diritti dei pazienti, in un rapporto di dialogo proficuo con la direzione sanitaria e con quella provinciale. Il rappresentante regionale di Cittadinanza Attiva, Magrì, ha letto un messaggio augurale del commissario dell’ASP, Brugaletta, il quale ha espresso il rammarico per non aver potuto presenziare, a causa di impegni  a Palermo. Tringali s’è detto fiducioso sull’attivazione del polo di riferimento regionale sull’amianto, anche perché ha ricordato che il dott. Matteo Tringali , primario di Medicina al Muscatello, fu un pioniere al riguardo,  essendo consapevole delle patologie derivanti dalle polveri sottili, tanto d’aver fatto acquistare uno spirometro all’allora  amministrazione dell’ospedale.

    G.C.

AUGUSTA, CENTAURO SBATTE CONTRO PARABREZZA

Augusta. Ieri sera, intorno alle ore 19, si è verificato un violento incidente nei pressi di piazza Unità d’Italia, nel quartiere Borgata. Secondo le prime ricostruzioni, un ragazzo di circa vent’anni stava percorrendo in sella a una Suzuki Sv 650 via Giacomo Matteotti, che costeggia piazza Unità d’Italia quando, in prossimità dell’intersezione con una delle strade contigue alla piazza, ha impattato un’autovettura Fiat Panda di colore giallo, guidata da un uomo, proveniente dal senso opposto di marcia e in fase di svolta. L’urto ha fatto sbalzare il centauro sul parabrezza di un’altra auto, una Fiat Panda nera, con una donna alla guida, che uscendo dalla stessa strada contigua alla piazza si stava immettendo in via Matteotti. Illesi i conducenti delle due autovetture, mentre il giovane motociclista è stato trasportato all’ospedale “Muscatello” con  prognosi resta riservata. Sul posto sono intervenuti polizia municipale e carabinieri per i rilievi del caso.

    Cecilia Càsole

L’AUGUSTANO LUIGI TABITA AL TEATRO VERGA DI CATANIA

DEBUTTO OGGI DEI “TabitaSEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE” DI PIRANDELLO

Catania. Debutto stasera nella sala “Verga” del teatro stabile etneo, del dramma pirandelliano “Sei personaggi in cerca d’autore”, per la regìa  di Michele Placido che ha il ruolo  del protagonista. Tra gli interpreti, Luigi Tabita, di Augusta, fratello di Barbara, anch’ella augustana, attrice cine-televisiva, oltre che di teatro. Luigi Tabita si è recentemente distinto  nel festival siracusano “Giacinto” .

     M.S.

PRIOLO, RIZZA: SI DIMETTE DA SINDACO NON DA CANDIDATO ALLE REGIONALI

114733186-3666790c-2a3e-4f1f-b9ee-84d8b8d7eac7Priolo. Antonello Rizza si è dimesso  oggi da sindaco di Priolo, ma non da candidato alle regionali del prossimo 5 novembre. La notizia è rimbalzata  in campo nazionale nella prima edizione del TG£, quella pomeridiana, dopo l’edizione del TG regionale  di RAISicilia. Il Comune  di Priolo Gargallo sarà commissariato, dunque, e dovrebbe poter rieleggere il primo cittadino  presumibilmente nella primavera del 2018, in abbinamento alle elezioni politiche. Sono state così confermate le voci che circolavano già ieri sera,  diffuse dallo stesso Rizza, agli arresti domiciliari, per il tramite dei suoi avvocati che hanno ribadito la volontà dell’ex sindaco di non volersi ritirare dall’agone elettorale, giacché  dovrebbero venir meno le esigenze di custodia cautelare, seppure in casa, dal momento che Rizza non è più sindaco e, quindi, potrebbe tuffarsi in pieno nella corsa al seggio all’ARS, cui il 52enne Rizza, operaio in aspettativa di un’azienda del petrolchimico, aspira con forza e determinazione. Rizza  quasi cinque anni fa fu rieletto quasi a furor di popolo e, quindi, confida che  i suoi concittadini e i melillesi e altri possano dargli il suffragio per  farlo  diventare deputato  a Palermo.

GIORGIO CASOLE

A Sigonella il “Raduno Atlantic”. L’evento per salutare l’aeroplano che ha volato sul Mediterraneo per oltre 45 anni

Momento del Raduno (5)Sigonella – Lentini. L’evento per salutare l’aeroplano Atlantic, che ha volato sul Mediterraneo per oltre 45 anni,si è svolto nella base aerea di Sigonella, sede del 41° Stormo Antisom, il “Raduno Atlantic”, proprio in occasione del pensionamento entro l’anno 2017 del velivolo BR-1150 “Atlantic”.A raggiungere l’aeroporto siciliano, provenienti da tutta Italia, centinaia di aviatori , in congedo o in servizio, e diverse migliaia di ospiti .Un appuntamento fortemente voluto non solo per rafforzare l’intenso legame tra il territorio e l’Atlantic, ma in particolare per rinsaldare quei segni indelebili che il velivolo la lasciato per l’affidabilità e la sicurezza, nonché per essere primatista riconosciuto di capacità operatività ed efficacia, tuttora senza rivali in grado di scalfirne il titolo di primo e unico velivolo concepito, progettato e impiegato esclusivamente per l’attività “Antisom”, documentato attraverso la proiezione del film documentario “Atlantic: il cacciatore di sommergibili”, realizzato dalla Bioika Production. A margine della giornata, l’ultimo Atlantic “special color” – matricola 03 – ha sorvolato la base, suscitando momenti di straordinario fascino e sentimenti intensi, con rinnovata ammirazione e gratitudine di tutti coloro che su esso ed attorno ad esso hanno volato e lavorato.

Continua a leggere

L’AUGUSTANO ZARBANO E LA “PASSIONE” PER I CATANESI

Il giovane baritono ospite di Tino Pasqualino & C.

Zàrbano a GravinaCatania. Gioiosa  presentazione, ieri mattina, all’interno delle cantine Privitera di Gravina di Catania, della XXVII stagione teatrale di “Sicilia Teatro” sotto la direzione artistica di Tino Pasqualino.  La stagione prenderà il via il 18 novembre al teatro Ambasciatori di Catania, con  “Gatta ci cova”, un classico del teatro popolare siciliano e si concluderà il 20 maggio, sempre all’AMBASCIATORI con “Farsa in sacrestia” di Claudio Jacobello:  nel mezzo saranno rappresentate “IL boss…olo di casa nostra” di Pippo Scammacca e “Scuru” di Nino Martoglio. Fuori abbonamento sono previsti due spettacoli vari:  il  “Concerto natalizio” con replica il 29 dicembre e “Varietà di risate-viaggio di comicità fra le più belle melodie”, con artisti catanesi e con l’augustano Marco Zàrbano, il 25enne baritono allievo della Yap di Marcello  Guagliardo.  Zàrbano e gli altri artisti, ieri, hanno dato un saggio della loro valentìa suscitando non solo gli applausi del folto pubblico di appassionati, ma provocando anche la partecipazione corale, partecipazione che è stata più intensa al momento del congedo quando è stato intonato il simpatico inno di “Sicilia teatro” , voluto da Tino Pasqualino, il quale, dopo la presentazione, ha  fatto degustare ai presenti vino olive e stuzzichini tipici catanesi. Dopo La sua esibizione, l’augustano Zàrbano è stato vivamente complimentato per l’intensa interpretazione di “Passione”, una melodia che Zàrbano ha proposto in un  recente festival estivo , suscitando consensi anche in quell’occasione.

 Mariangela Scuderi

“AUGUSTAFOLK” PARTECIPA CON SUCCESSO ALL’”EUROFOLKITALIA 2017”

received_10213084821422885AUGUSTA – Si sono concluse martedì, in occasione del Campionato Europeo di Pizza al Pesce, le manifestazioni che hanno visto impegnata l’Associazione Culturale Augustafolk per tutto il periodo estivo e oltre. Eventi che hanno portato a divulgare il nostro folklore anche ad Amatrice, per i nostri fratelli vittime del terremoto, in occasione dell’Eurofolkitalia 2017. Tante le collaborazioni con le altre associazioni del territorio e tanti riconoscimenti ricevuti, che stimolano Augustafolk a fare sempre di più, per divulgare e fare conoscere meglio la cultura della propria terra. Il direttivo si ritiene soddisfatto della nutrita partecipazione di pubblico e ringrazia di cuore quanti hanno dato spazio e visibilità alla cultura popolare e alle tradizioni. Un particolare ringraziamento va al Comandante Marittimo Sicilia, ammiraglio Nicola De Felice, che ha saputo trovare  il connubio giusto tra la cultura popolare, la valorizzazione del territorio siciliano e, non per ultimo, il servizio alla Patria.

    O.G.