TAORMINA, IL FESTIVAL DEL CINEMA SI FARA’, FORSE IN TONO MINORE, DAL 6 AL 9 LUGLIO

me stesso con Mari Scuderi a TaorminaTaormina. Si terrà dal 6 al  9 luglio prossimo la 63esima edizione di Taormina Film Festival. Questo è quanto si è deciso giovedì 4 maggio nel corso di una riunione a Palermo all’Assessorato Turismo, Comunicazione, Sport  e Spettacolo Regione Siciliana durante la quale, oltre la definizione delle date, si è deciso  la composizione del gruppo di lavoro organizzativo, coordinato da Ninni Panzera, segretario generale di Taormina Arte. Il gruppo sarà composto da Sino Caracappa, in rappresentanza del coordinamento dei Festival siciliani, Paolo Signorelli, presidente regionale dell’Anec, (Associazione nazionale esercenti cinematografici) e avrà il supporto di Sicilia Film Commission. Sono stati inoltre avviati i contatti con l’associazione Autori cinematografici e dei produttori, la Cineteca nazionale e l’associazione dei documentaristi italiani. “La manifestazione avrà come punto di riferimento il Palazzo dei Congressi “- ha dichiarato il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, presidente del Comitato Taormina Arte – e l’8 luglio si terrà una Notte Bianca del Cinema. Sarà un’edizione di transizione  curata direttamente  da Taormina Arte”. Una maratona di cinema nazionale,  ma anche internazionale che punta anche a un concorso.

Mariangela Scuderi

UN CORTO SIRACUSANO SULLA VIOLENZA ALLE DONNE IN FINALE A MIAMI

Federica et aliiUna giovanissima attrice siracusana, Jennifer De Carolis, 25enne, con alcune esperienze significative, ha realizzato un corto che  è già entrato in finale al festival di Miami in Florida. Si  tratta di un corto drammatico che tratta della bviolenza sulle donne, dal titolo “ UnLoved”, che uscirà in Italia sotto la produzione di Unconventional Movies nel prossimo mese  di maggio. Il cast è costituito da Alessandro Toscano, Federica Costanzo, Alessia Giuliana, Salvo Alfieri, Marco Zappulla, Jennifer De Carolis, Isabella Alfieri, Angelo Bianca, Sebastiano Consiglio, Giuseppe Corso, Carlo Zappulla, Francesco Fiducia, Corinne Manola, Andrea Narciso, Oriana Franco. Direttore della fotografia, Edmondo di Ronza. “UnLoved” è un progetto sviluppato dopo un attento studio sulla casistica di violenza nei confronti delle donne. Partendo da una storia vera, un’esperienza vissuta da cui abbiamo attinto la quasi totalità della storia. “UnLoved” è un cortometraggio educativo, un segnale chiaro di svolta che vuole donare alle donne più indifese una chiave di lettura per la propria vita; un modo per dire “Non siete sole, il grido è comune”. Il casting è stato svolto a Siracusa e in Augusta. I personaggi hanno subìto  lievi modifiche, ma sono molto simili a quelli reali, nel pieno rispetto della riservatezza. Ci sono tanti messaggi:   il primo di tutti è la salvaguardia della dignità e della libertà di pensiero che dev’ essere la base sulla quale edificare la propria vita. A volte le esperienze possono formare, altre volte uccidono. Bisogna imparare a riconoscere le situazioni critiche e non abbattersi mai. La protagonista del film rimane sola, sconsolata e demoralizzata. Tuttavia,  quando tutto sembra perduto riesce ad amarsi e a recuperare ciò che ha perso. “ Ritengo di aver fatto un film molto forte nei concetti espressi. Ho volutamente moderato le scene di violenza per concentrare le attenzioni dello spettatore sui momenti di silenzio e sulla riflessione”, sottolinea De Carolis, che si è sdoppiata, lavorando come attrice e come regista.

      M. S.

 

AUGUSTA, FRANCESCA ORTISI COME LIZA MINNELLI

ortisi francesca in scenaAUGUSTA. Nel salone-ristorante di un locale cittadino si è svolta la selezione per  la XXXII edizione del concorso canoro “Vela d’oro” organizzato in  piena estate nella piazza di  Stazzo, Frazione di Acireale. La selezione augustana, organizzata da due artisti locali, il baritono Marco Zàrbano e il tenore Franco Frisenna, (dell’Accademia YAP  fondata e diretta da Marcello Giordani Guagliardo), ha visto sulla scena un nutrito stuolo di concorrenti, presentati da Giorgio Càsole e valutati da una giuria composta dagli organizzatori della “Vela d’oro”, Nunziato Torrisi, Delfo Raciti e Angelo Spinella, sotto la presidenza dell’organista augustano Salvo Passanisi. La giuria  ha scelto la decenne catanese Dory Scuderi  per la categoria juniores , per i maturi  l’augustano Giovanni Vacante  e per  giovani Valeria Danieli di Villasmundo e Francesca Ortis di Augusta. Francesca Ortisi ha già trionfato in un concorso analogo,  “ Odessa sing”,  organizzato in un locale di Acireale, dove erano presenti alcuni selezionatori per scritturare artisti da far esibire durante le crociere delle navi “Costa”. Lo scorso autunno la ventunenne di Augusta stava per partire per una crociera di sei mesi, ma ha dovuto rinunciare alla scrittura. Non ha, però, rinunciato a impegnarsi nello studio del pianoforte e della polifonia, esercitandosi sia  con altri, con la corale  “Euterpe” o con la YAP , sia da sola. Con l’Euterpe si esibisce da vari anni,  grazie alla YAP ha partecipato a varie rappresentazioni di opere liriche, come “L’elisir d’amore” , in cui ha dato prova di essere nata per il palcoscenico. In occasione della selezione augustana per la “Vela d’oro”, Francesca ha  interpretato un assolo molto difficile  “The girl in 14G”,  durante il quale non solo ha dimostrato le sue grandi capacità  canore, passando dal lirico al jazz e dal jazz al lirico, ma con movenze facciali e gestualità da autentica ragazza spettacolo, tanto che qualcuno ha paragonato la sua  esibizione a quella di Liza Minnelli nel celebre film “Cabaret”. Francesca Ortisi non ha mai voluto partecipare a uno di quei tanti spettacoli per talenti che imperversano nelle televisioni. Ha detto che non le “interessano questi talent, preferisco continuare a studiare e crescere sia come cantante sia come artista”. Giusto. Il talento si coltiva.

    M.S.

Magia e riti arcaici del Sud Italia nel Macbeth – di Vincenzo Pirrotta

Una coproduzione del Teatro Biondo di Palermo e del Teatro Stabile di Catania

Macbeth - Una magarìaCATANIA – Evocativo e rivelatore già nel titolo, Macbeth – Una magarìa è l’adattamento dalla celeberrima tragedia di Shakespeare, scritto, diretto e interpretato da Vincenzo Pirrotta, che si è basato sulla traduzione di Carmelo Rapisarda. Si tratta di una coproduzione Teatro Biondo di Palermo e  Teatro Stabile di Catania, che dopo il debutto palermitanoalla sala Verga dal 24 febbraio al 5 marzo.. Un appuntamento da non perdere con l’originale rivisitazione compiuta dal possente attore, regista e drammaturgo siciliano. Al fianco di Macbeth/Pirrotta sono in scena Cinzia Maccagnano (Lady Macbeth), Giovanni Calcagno, Marcello Montalto, Alessandro Romano, Giuseppe Sangiorgi, Dario Sulis, Luigi Tabita. Le scene sono dello stesso regista, realizzate con la collaborazione dello scenografo bozzettista Claudio  La Fata; i costumi di Daniela Cernigliaro, realizzati con la collaborazione degli allievi della sede palermitana dell’Accademia del Lusso di Milano coordinati da Roberta Barraja e Laura Plaja; le musiche originali di Luca Mauceri, le luci di Gaetano  La Mela. Si tratta di una rilettura aspra e terrigna del Macbeth shakespeariano, che Pirrotta immagina nel segno di una “magarìa”, una magia, un incantamento intriso di ritualità occulte e arcaiche leggende siciliane. «La vicenda – spiega – è introdotta da una danza macabra, una vera e propria messa nera officiata dalle streghe, che presagisce influenze maligne e un vortice incantatorio nel quale precipiteranno i protagonisti.

Continua a leggere

A CITTA’ DELLA NOTTE ANTONELLO COSTA FA IL PIENO DI APPLAUSI CON OVAZIONE FINALE

Per la I rassegna di “Teatro nel cuore” diretta da Mauro Italia

Costa e MauroAugusta. A Città della Notte, venerdì 17 febbraio, lo showman augustano Antonello Costa  è stato il protagonista assoluto di uno spettacolo, “Allegro… Allegro”, da lui stesso scritto e diretto, di sicuro richiamo per gli augustani e non che seguono da anni Mauro Italia e le sue iniziative. Mauro, in questa stagione teatrale, ha voluto  andare per i fatti suoi e ha ideato e organizzato la  rassegna denominata “teatro nel cuore”, nel cuore dello stesso Mauro, naturalmente, dei suoi compagni di scena e di tutti coloro, e non sono pochi, che lo apprezzano.  La rassegna ha come sottotitolo “in salsa serena”, perché Mauro, che della rassegna stessa è direttore artistico, ha voluto e vuole dare del teatro un’idea di intrattenimento piacevole, sereno, appunto, senza tante elucubrazioni o significati reconditi. In questo filone si è inserito  Antonello Costa, reduce di successi in tutt’Italia, che, quando può, torna volentieri a recitare per la sua città.  Venerdì 17 ha festeggiato alla grande i suoi trent’anni anni sulla scena. Lui stesso, alla fine dei due tempi, che si reggono sulle sue  spalle di uomo-spettacolo, ha ricordato i suoi esordi da ragazzino, nel 1987, con un gruppo  amatoriale locale,  al teatro della Marina Militare, unico luogo, allora, dove si poteva trovare accoglienza senza oneri per i gruppi teatrali di Augusta. Dopo i primi difficili,  come sempre accade, Antonello oggi riesce a realizzare circa 120 recite all’anno apprezzato al   sud come al nord come  cantante-ballerino, ma soprattutto come cabarettista-trasformista nel solco dei grandi del teatro italiano, quali Totò e Macario.  In una sua caratterizzazione alla Totò, appunto, ha interagito con gli spettatori  in modo tale che, alla fine della serata, il pubblico, che lo ha applaudito a scena aperta ripetutamente, gli ha tributato un’ovazione che ha provocato un bis strepitoso.  Antonello ha annunciato che ha in preparazione un nuovo spettacolo dal titolo “Mastercost” che spera di portare ancora ad Augusta in occasione della II rassegna di  Teatro nel cuore.

    G.C.

SPETTACOLO DELL’ UNITRE DI AUGUSTA A FAVORE DELLA CHIESA SAN GIUSEPPE INNOGRAFO

img_8727Augusta. Si è svolto il 4 gennaio, nell’accogliente locale della Chiesa San Giuseppe Innografo, lo spettacolo di beneficenza organizzato dall’Università delle Tre Età, “Serata in musica e non solo. Perfettamente in sintonia con quelli che sono i principi fondanti dell’associazione, cultura, umanità e solidarietà, la serata ha avuto il nobile obiettivo di contribuire alla ultimazione della costruenda nuova chiesa della stessa Parrocchia. Ideatore della serata il socio Carmelo Addia, componente del Direttivo Unitre. Alla presenza del parroco, padre Giuseppe Mazzotta, e ai numerosi ospiti che gremivano la piccola sede dell’attuale luogo di culto, ha aperto la serata il socio e componente del Direttivo, Salvatore Ponzio, il quale ha porto ai presenti il saluto del Presidente Unitre, dott. Giuseppe Caramagno, assente per impegni familiari, e ha spiegato il motivo dello spettacolo. L’Unitre, istituita ad Augusta nel 1998, vanta, ormai da anni, la bellezza di trecento soci e si prepara a festeggiare il ventennale della sua nascita. Ad improvvisarsi per l’occasione presentatrice e conduttrice è stata la professoressa Anna Lucia Daniele, anche lei componente del Direttivo Unitre. Con spontaneità e freschezza ha introdotto i bravi artisti e collegato i vari momenti della serata.  “Il nostro è uno spettacolo semplice, – ha spiegato la docente – senza troppe pretese, ma è uno spettacolo fatto con il cuore, come tutte le cose fatte dai soci Unitre”. Numerosi gli artisti che si sono succeduti nelle loro esibizioni, alternandosi per rendere più piacevole possibile la serata.  Il coro Unitre “G. Bellistrì”, composto da 36 soci, di cui 12 uomini e 24 donne, e sapientemente diretto dal maestro Antonio Accettullo, socio onorario dell’associazione, ha eseguito diversi brani natalizi, tra cui Astro del ciel, Tu scendi dalle stelle, Bianco Natale, La notte di Natale e in dialetto siciliano, Nicuzza. Si è addirittura lanciato in brani fuori programma su richiesta del pubblico e del parroco. Una straordinaria carica di energia che ha trasmesso gioia e allegria al pubblico festoso. Il giovane violinista augustano Giovanni Di Mauro ha dolcemente emozionato tutti i presenti con il suo talento eccezionale, eseguendo Ave Maria di Schubert, My way, Il mondo, She e Grande amore. Pina Carriglio, socia e componente del coro Unitre, soprano non vedente, ha strappato gli applausi gioiosi del pubblico per la sua straordinaria bravura, eseguendo, accompagnata al pianoforte dal maestro Accettullo, Hallelujah e Ave Maria di Gounod. Ha, inoltre, deliziato i presenti con un’Ave Maria interamente composta da lei e con La Vergine degli Angeli e Vissi d’Arte. Un altro socio Unitre, Salvatore Coria, autore di tante poesie, ha impreziosito lo spettacolo con due sue opere: Dio… sono certo che sei con me e Nu donu tantu disidiratu. Al centro della serata, toccante l’intervento di Carmelo Addia che ha letto il brano L’emigranti ripartunu di Ignazio Buttitta. Tra le esibizioni musicali, ha spiccato quella di un duo d’eccezione costituito dal maestro Accettullo al pianoforte digitale e dal maestro Pippo Cavallaro alla chitarra elettrica. Hanno eseguito Besame mucho e Maria Elena. Nella parte conclusiva dello spettacolo si è svolta la presentazione del lavoro di un giovane regista di origini augustane, Pierpaolo Saraceno. Insieme ai suoi collaboratori, Mariapaola Tedesco e Jonata Arata, Pierpaolo ha fatto dono della proiezione in sala di un suo cortometraggio dal titolo “Lungomare Paradiso”, con chiaro riferimento al lungomare augustano. Nel film si narra la storia di una famiglia vista da due diverse generazioni, un nonno e un nipote, ma con un filo conduttore, il mare su cui si affacciano modi diversi di intendere la vita. Lo short movie, che ha colpito particolarmente il pubblico presente, sarà in gara al prossimo Festival di Cannes.  Hanno chiuso la serata il saluto di padre Mazzotta e i doverosi ringraziamenti da parte di Carmelo Addia a tutti gli artisti che si sono esibiti e a tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita dello spettacolo. I numerosi complimenti giunti da ogni parte del pubblico ha portato un’immensa soddisfazione negli organizzatori e nel Direttivo Unitre. Insomma, una serata all’insegna della gioia e della serenità in cui tutti, artisti, organizzatori e pubblico, sono stati felici di stare insieme e godere delle varie arti che sono state presentate. “Speriamo, con il nostro impegno, – dichiara Anna L. Daniele – di aver dato un buon contributo all’ultimazione della nuova chiesa e che, soprattutto, sia giunto nei cuori delle persone lo spirito di solidarietà che, da sempre, contraddistingue l’Unitre”.

    Anna L. Daniele

Grande Concerto di Capodanno a Noto con i Modena City Ramblers

locandina_noto_modena_city_ramblers_capodannoNOTO – Quest’anno la città di Noto aspetta ballando il nuovo anno e lo fa al ritmo dei “Modena City Ramblers” gruppo folk italiano che ha suonato in lungo e in largo nelle più importanti piazze d’Italia e d’Europa. I Modena City Ramblers si ispirano a brani strumentali della tradizione popolare irlandese, celtica e balcanica come basi per loro brani, portando inoltre un repertorio non indifferente di rivisitazioni di canti popolari italiani e canzoni d’autore. Si preannuncia una serata all’insegna del divertimento e della musica di grande spessore con un gruppo che ha fatto storia della musica italiana contemporanea e che riesce sempre ad unire e coinvolgere differenti generazioni; sarà quindi un Capodanno intenso adatto sia ai grandi che ai piccini! Un grande spettacolo che avrà inizio il 31 dicembre in Piazza XVI Maggio (piazza Teatro) dalle ore 22 e vedrà esibirsi per primi gli artisti locali, poi si brinderà insieme ai Modena City Ramblers che apriranno il loro live subito dopo la mezzanotte, per dare a tutti la possibilità di partecipare, infine la serata proseguirà con i Djset. Presentano la serata Doriana La Fauci e Salvatore Tringali,  molti saranno gli artisti e i generi musicali che si alterneranno sul palco: oltre ai grandi “Modena City Ramblers” si esibiranno Davide Saetta (Jazz), Roberto Giuca (musica leggera), Iblo Maldestri e Impostorici Iblei (Rappin theater – Rock).  Non mancheranno poi i Dj set di Franky’O (Commerciale – Elettronica – House) e NOHL (Vinyl Funk – Vintage Disco – Electro – Italiana popolare), per far ballare tutti fino a tarda notte. L’evento si inserisce nel calendario di eventi “Noto d’Inverno 2016/17” ed è organizzato dall’ Assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Noto, dal Sindaco Corrado Bonfanti, dall’Assessore alla Cultura Sabina Pangallo e dal Responsabile Grandi Eventi Frankie Terranova. L’evento sarà raccontato in tempo reale anche sui Social Network da Chiara Marescalco sull’evento ufficiale Facebook, sulle pagine “Noto D’Inverno” e “Kiarma Web Agency” e su Twitter con l’hashtag ufficiale #CapodannoNoto2017. Un evento assolutamente da non perdere che spicca tra i più importanti eventi Siciliani dedicati ai festeggiamenti del Capodanno 2017.

   Chiara Marescalco

 

NATALE AL BELLINI, PER CONDIVIDERE LA GIOIA PER LE FESTE DI FINE D’ANNO

mario-incudineCATANIA – Sulla scia dello straordinario successo riportato lo scorso anno, il Teatro Massimo Bellini torna ad augurare “Buone Feste” al pubblico etneo con “Natale al Bellini”, un pacchetto di concerti e spettacoli a condizioni davvero speciali e a prezzi vantaggiosi «pensati per le famiglie e per giovani», come sottolinea il sovrintendente Roberto Grossi. Dal 27 dicembre al 5 gennaio, si snoderà una serrata sequenza di irrinunciabili appuntamenti, che comprendono due concerti gospel (il 27 e il 30 dicembre), l’incantevole spettacolo “A Chiarastidda “. I canti di Natale nella tradizione popolare con Peppe Servillo, Ambrogio Sparagna e Mario Incudine (il 29 dicembre), l’atteso concerto di Capodanno (il primo gennaio) con i valzer e le pagine operistiche più celebri, il balletto “I am beautiful” di Roberto Zappalà (4 e 5 gennaio). «Un programma – ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco, presidente del Consiglio d’Amministrazione del Bellini – di considerevole livello qualitativo ma anche estremamente accattivante, che attinge alle nostre prestigiose professionalità accostandole a eccellenze mondiali. Un mini cartellone che compendia la musica per le grandi orchestre, quella dei cori dell’anima afroamericana, quella della nostra tradizione popolare, mescolandole con la danza, e che rappresenta una consistente parte dell’offerta di spettacolo e arte per le feste di Fine d’anno nella nostra città». Sarà possibile acquistare e – perché no? – regalare l’intero pacchetto ad amici e parenti. “Il Teatro Bellini – questo è l’invito e l’augurio del sovrintendente Grossi – vi aspetta in questi giorni di festa per vivere serenamente e gioiosamente, insieme ai vostri cari, la magia della musica”. Una magia che si nutre di generi eterogenei, come emerge nell’articolata programmazione impaginata dal direttore artistico Francesco Nicolosi. Continua a leggere

DA AUGUSTA A TARVISIO, CON MARIAGIOVANNA ELMI. HAPPYTV SENZA CONFINI

me-stesso-con-mariagiovanna-elmi-lina-max-marco-attard-9-dic-2016-monte-lussariAugusta. HappyTv Sicilia, la web tv fondata dai fratelli Mariangela e Massimo Scuderi, ha compiuto un anno di vita e ha già realizzato un importante traguardo: uno speciale con la presenza di Mariagiovanna Elmi, la celebre e popolare annunciatrice della RAI, che, per dieci anni, è stata conduttrice con Osvaldo Bevilacqua di “Sereno variabile”, primo programma televisivo italiano sulle località turistiche, uno dei programmi più longevi della televisione italiana. Mariagiovanna Elmi, che per la sua dolcezza e la sua bellezza, fu soprannominata la Fatina della Tv italiana, due anni fa, ha conosciuto un nuovo momento di popolarità quando partecipò all’”Isola dei famosi”, programma di successo, durante il quale arrivò a pesare 4o chili, come ha dichiarato ai microfoni  di Giorgio Càsole (responsabile giornalistico)  e di Max Scuderi(direttore artistico di Happytv Sicilia), andati a trovarla nella sua accogliente casa a Tarvisio, ai piedi del monte Lussàri, in  una regione,  Friùli, ai confini con Austria e Slovenia, dove lei è di casa, da oltre vent’anni, da quando, cioè, ha sposato un imprenditore del luogo. Queste e altre notizie  il pubblico le potrà apprendere attraverso lo speciale, a cura della regista Mariangela Scuderi, prossimamente diffuso nel web.   Mariagiovanna Elmi non solo si racconta, ma fa anche da guida sul monte, alto oltre 1.8oo metri, e sul lago di Fisine, dalle acque del colore verde smeraldo, fra un sorriso e l’altro, mostrando le bellezze italiane che attraggono frotte di turisti e che sono di tutti, sono “senza confini”. Il programma dovrebbe avere come titolo “Con Mariagiovanna Elmi senza confini”. La troupe di Happytv, in una foto sul monte Lussari con la Elmi, era composta da  Max Scuderi, Giorgio Càsole, Marco Attard (alla camera) e da Lina Solarino (al supporto).

  M.S.