MAGIE BAROCCHE DELLA VAL DI NOTO

Riccardo Angelo StranoCATANIA – Terzo prestigioso appuntamento del 6° Festival Internazionale del Val di Noto, Magie Barocche, guidato dal direttore artistico Antonio Marcellino,  nel principesco Palazzo Biscari di Catania, un concerto di preziose e notevoli rarità. Chiamata a eseguire il concerto del 24 ottobre, dal suggestivo titolo “Dei perduti affetti”,  la Cappella Musicale Santa Teresa dei Maschi insieme alla voce straordinaria (nel senso letterale del termine) del controtenore catanese Riccardo Angelo Strano. La Cappella nasce a Bari come istituzione culturale e musicale per la valorizzazione artistica del ricco e, per certi versi, ancora poco noto patrimonio musicale e teatrale dei secoli XVII e XVIII. L’ensemble ha sede nell’incantevole cornice della Chiesa barocca di Santa Teresa dei Maschi e ha come fine di sviluppare, promuovere e diffondere ad ogni livello la ricerca, lo studio e la produzione musicale e teatrale dei tesori che vanno dai compositori seicenteschi fino agli autori del Settecento pugliese, con l’obiettivo di contribuire concretamente alla crescita socio-culturale e alla riqualificazione del contesto territoriale in cui opera. Questo progetto si articola in una compagine orchestrale (che in particolari occasioni si divide in gruppi da camera) e in un parco di voci soliste, che lavorano insieme o separatamente sotto la guida del M° Sabino Manzo, che è anche direttore artistico dell’iniziativa e ha vinto prestigiosi premi e riconoscimenti. Il direttore al cembalo guida Giuseppe Petrella (tiorba e chitarra barocca in alternanza), Claudio Mastrangelo (violoncello barocco) e Davide Milano (violone). L’Orchestra barocca Santa Teresa dei Maschi utilizza strumenti antichi, segue i principi della historically informed performance e qui continua la sua ricerca sulla musica inedita della terra di Puglia, proponendo le cantate a voce sola di Fago, detto il «Tarantino».L’ensemble interpreta la sua opera insieme al controtenore Riccardo Angelo Strano, nato 28 anni fa a Catania, dove ha anche iniziato gli studi di canto nell’ l’Istituto Musicale Vincenzo Bellini, poi proseguiti al  Conservatorio Reale de L’Aja in Olanda. Anche lui, come il M° Manzo, ha ottenuto premi e riconoscimenti nazionali e internazionali. A settembre di quest’anno è uscito il suo primo disco da solista per l’etichetta londinese Toccata Classics, una prima discografica mondiale di cantate a voce sola composte da Fago. È stato detto di lui: «Bel colore, emissione sempre morbida e omogenea, con un uso sapiente e rarissimo del passaggio di registro, ottima pronuncia, bel fraseggio, belle agilità, grande espressione e musicalità, in particolare nelle ardite variazioni, composte da lui stesso!». Per tutto il Settecento, ai più famosi cantanti, in particolare i castrati, è piaciuto improvvisare e introdurre ornamenti per mostrare la loro sorprendente capacità di mantenere l’agilità della voce attraverso tutta la sua gamma e in tutto questo Strano, con gusto e competenza, segue la prassi esecutiva del tempo.

M. S.

AUGUSTA/ INAUGURATA A BRUCOLI LA CASA DELLA MUSICA CON LE ILLUSTRAZIONI DI RIBAUDO

Il tenore Giordani aprirà un’altra casa della musica anche  nel centro storico

Casa della musicaAugusta – Brucoli. Solenne inaugurazione  di un’opera pittorica e musiva nella facciata dell’Accademia YAP (Young Artist Plus) a Brucoli (Via Libertà n°82): strumenti musicali, note, pentagramma, simboli evocativi per un’opera surreale dal titolo “L’anima ca sona” (omaggio all’omonima poesia di Antonio Magrì). Commenta Ribaudo: “Rinasce Brucoli Arte, un progetto nato nel 2007 con l’ambizione di valorizzare con l’arte il nostro borgo marinaro. Ringrazio Marcello Guagliardo  per la sua sensibilità e generosità. Dipingere ascoltando musica è stato magico e suggestivo.” La realizzazione di quest’opera composita ha visto la collaborazione di Giuseppe Saraceno per le decorazioni musive realizzate in scaglie di marmo, di Alessandro Di Vico, sotto la direzione di Rosario Belfiore. Sulla facciata della, ormai ribattezzata, Casa della Musica campeggia la frase/motto di Guagliardo- Giordani: << Il canto è una gioia che ti prende nel cuore.>> E  Giordani  orgogliosamente afferma: “L’arte è bellezza, la musica insieme alla pittura trova il suo spazio naturale, sono felice di poter dire che il mio sogno sta, progressivamente, diventando una realtà .A breve anche ad Augusta, in un palazzo storico sito in via Principe Umberto n° 210, apriremo un’altra Casa della Musica. La speranza è offrire una possibilità di formazione di alto livello ai tanti talenti di Augusta e non solo.”

M. S.

LA SOPRANO MINJI KIM DA AUGUSTA ALLA COREA DEL SUD

MinJi sopranoAUGUSTA. Tre mesi  fa, abbiamo intervistato Minji Kim, soprano della Corea del sud in occasione del concerto di Natale organizzato dal nostro tenore Marcello Guagliardo Giordani, con il patrocinio del Kiwanis club di Augusta. Dopo quel concerto, Minji non è stata inattiva. Si è laureata in canto  jazz al conservatorio S.Cecilia con 110 e lode, subito dopo ha inciso un CD come solista insieme a un gruppo di jazzisti tra i quali Paolo Damiani, Danilo Rea, Rosario Giuliani. Questo disco uscirà in allegato con il noto settimanale  l’Espresso il giorno 18 maggio. Minji Kim tra pochi giorni partirà per la Corea, perché il 16 aprile canterà come solista nel Requiem di Mozart al teatro di Busan, città portuale della Corea del sud, la seconda dopo la capitale Seoul per numero di abitanti: oltre 3 milioni  e seicentomila.  Per Minji Kim si tratta di un ritorno alla grande nella sua patria, la Corea del Sud, dove potrebbe rimanere dopo aver conseguito titoli e allori in Italia.

G. C.                                             

AUGUSTA/ MARCO ZÀRBANO SABATO AL KIWANIS, GIORGIA CACCIAGUERRA A “INSIEME OGGI”

Giorgia CacciaguerraAUGUSTA  Qualche giorno fa abbiamo dato la notizia del successo guadagnato  da Erika Platania al format “Sanremodoc” e abbiamo accennato alla nuova prestazione al Kiwanis augustano del giovane baritono Marco Zàrbano, il quale si appresta a partecipare al “Master class” che il celebre tenore palermitano Pietro Balllo terrà, nella”Casa Verdi” di   Milano tra la fine di marzo e i primi di aprile.  Nell’attesa di esibirsi il 3 aprile nella sala concerti della “Casa” voluta e fatta costruire da Giuseppew Verdi per musicisti in povertà, Zàrbano si allena frequentando l’accademia YAP fondata a Brucoli dal nostro tenore Marcello Giordani, non meno celebre di Ballo. Tra una lezione e l’altra, trova il tempo di esibirsi per puro diletto in  serate come la conviviale del Kiwanis club di Augusta, sabato scorso, alla Cavalera. Zàrbano ha interpretato, alternandosi con la giovanissima soprano  siracusana Noemi Moschetti, pezzi d’opera e canzoni del repertorio classico napoletano adatti alla sue corde baritonali. Zàrbano sarà prossimamente ospite della terza puntata della trasmissione “La tua opportunità”, di e con il nostro Giorgio Càsole per HappyTV Sicilia. Lunedì 29 febbraio è stato il giorno in cui un’altra giovanissima stella nascente di Augusta, la diciannovenne Giorgia Cacciaguerra è stata invitata a esibirsi a “Insieme, l’ormai famoso programma tv irradiato da Antenna Siciliasu scala regionale. Giorgia Cacciaguerra frequenta il V anno ragioneria turistica “Arangio Ruiz” di Augusta.Studia canto da sei anni ed è attualmente seguita dall’insegnante Mariella Aghiracopulos. Ha partecipato a diversi concorsi canori sia a livello regionali che nazionali, fra cui il “Cantagiro” e “Io canto”. Ha partecipato ad alcuni format televisivi  provinciali come “Avanti tutta” di Happy Tv Sicilia” o  regionali come “Una stella sta nascendo”a  Top star tv. Attualmente sta intraprendendo l’attività di makeup a livello professionale.

Giulia  Càsole

L’AUGUSTANA PRATO COME LIZA MINNELLI?

All’ex Matrix, con Alessandro  Tocco, Max Scuderi e  Aldo Platania

Leandra con Ale e AldoMelilli. Nei locali dell’ex Matrix, per la festa dell’ultimo dell’anno, animata da  Alessandro Tocco,  di “Ale Musica”,  e da Max Scuderi di Happy Tv e dal suo staff, per un nutrito gruppo di augustani, attirati dalla simpatia dei personaggi, si è esibita una giovane di Augusta, Leandra Prato (all’ultimo anno dell’istituto alberghiero), che vuole intraprendere la carriera di cantante di musica leggera, avendo già alle spalle segnali promettenti, come la vittoria assoluta  nel festival canoro a tappe  “Facce da faro, organizzato nell’estate 2014, in contrada Faro di Augusta, dalla web tv “Rassegna metropolitana”.  Leandra aveva allora diciassette anni. All’ex Matrix ha dato conferma della sue doti vocali e della sua presenza scenica, cantando in italiano e in inglese, dando grande prova,  soprattutto,  nell’interpretazione della splendida canzone “New York, New York”, resa immortale dalla voce dell’italo- americana Liza Minnelli, quella Liza Minnelli che,  durante una puntata del programma di punta su RAIUNO, condotto da Fiorello, il nostro più illustre  ex concittadino, cantò, sulle note di quella canzone, “Augusta, Augusta”, sollecitato ovviamente da Fiorello che, per questo fatto, non è stato mai pubblicamente ringraziato dalla gente di Augusta.  All’ex Matrix, per la gioia del centinaio di augustani presenti , Leandra Prato ha cantato, come Liza Minnelli, “Augusta, Augusta”, suscitando  calorosi applausi, come quelli tributati al tenore evergreen Aldo Platania,  con “E vui durmiti ancora” e, soprattutto, con “La mia vita” di Albano.

Giorgio Càsole –  nella foto: Ale Tocco, Aldo Platania, Leandra Prato

AUGUSTA/ ZÀRBANO, DA BRUCOLI A CEFALÙ

Il  24enne baritono  si esibirà il 23 con Pietro Ballo

Zàrbano a ScoglittiAugusta. Marco Zàrbano, 24enne di Brucoli, è figlio d’arte. Dall’età di quindici anni lavora nel panificio condotto dalla famiglia. Da un paio d’anni si è dedicato anche alla lirica, possedendo le qualità canore del baritono. Lavora  quotidianamente al panificio, senza trascurare lo studio del bel canto, avviato prima proprio a Brucoli con Maria Arghiracopulos, insegnante nella scuola di musica e canto, YAP, messa su dal tenore Marcello Guagliardo, in arte Marcello Giordani. Da un anno, due volte la settimana, si reca a Palermo per prendere lezioni da quel grande e popolare tenore che è Pietro Ballo, dimostrando serietà di intenti, così come ha riconosciuto lo stesso Ballo in un post su Facebook, tanto che lo stesso maestro lo ha inserito nel cast di uno spettacolo natalizio che sarà tenuto in una chiesa di Cefalù il 23 prossimo. Il giorno prima, il 22, Zàrbano si esibirà nella chiesa del Carmine in un concerto a tre, con Aldo Platania e Franco Frisenna. Il 27 dicembre parteciperà al concerto di Natale, organizzato a “Città della notte” da Marcello Giordani a favore della LILT.

G.C.

Dieci anni di “Magie Barocche”

Dal 2015 il cartellone diventa annuale e allarga il proprio raggio di azione fino ad abbracciare 12 Comuni UNESCO del Val di Noto e del Monte Etna. In programma 18 concerti dal 6 settembre al 5 novembre

logo ass new hrCATANIA – “Annus mirabilis” – e soprattutto anno di svolta – si annuncia il 2015 per il pluripremiato Festival Internazionale del Val di Noto “Magie Barocche”, fondato e guidato con crescente prestigio dal musicologo Antonio Marcellino, nella doppia qualità di presidente e direttore artistico. Giunto alla quinta edizione, il festival festeggia infatti il primo decennale di attività. Dieci anni di fecondo e intenso impegno, a partire dal 2005, con alle spalle più di cento concerti, oltre a masterclass, seminari, premiate incisioni discografiche, convegni e altre manifestazioni collaterali, l’ultima delle quali costituita dal progetto speciale I confini del Barocco nel 2014. A coronamento del decennale, si aggiungono i diciotto appuntamenti dell’odierna edizione, che si estenderà per ben due mesi, dal 6 settembre al 5 novembre, puntellata da autorevoli punti di forza. Il programma è stato presentato venerdì 4 settembre all’Hotel Principe di Catania. Insieme ad Antonio Marcellino, sono intervenuti Mons. Gaetano Zito, rettore della Chiesa di San Nicola l’Arena, Paolo Patané, direttore esecutivo del CUneS, Jean-Michael Forest in rappresentanza dell’ensemble Concerto Köln, il pianista Antonio Piricone, specialista di tastiere antiche.  Anno di svolta, si diceva. Grazie al riconoscimento del MIBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e all’inserimento nel Fondo Unico per lo Spettacolo, Magie Barocche ha da oggi infatti l’onore e l’onere di poter contare su una progettualità triennale e, come si è anticipato, sulla costante cadenza annuale della rassegna. Un altro notevole supporto è rappresentato dal patrocinio del CUneS, Coordinamento Comuni Unesco Sicilia, che ha dato luogo all’opportunità di accrescere da nove a dodici i pittoreschi e suggestivi scenari nei quali si svolgono i concerti di Magie Barocche.

Continua a leggere

VINCE PREMI INTERNAZIONALI L’ORCHESTRA GIOVANILE DEL COMPRENSIVO “TODARO” DI AUGUSTA, DIRETTA DA JOSE’ TRINGALI

jose-tringali-orchestra-todaroAUGUSTA. L’orchestra giovanile dell’istituto comprensivo “Salvatore Todaro” ha dato prova di sé recentemente in occasione della scopertura di un’ epigrafe lapidea per ricordare il siciliano comandante Todaro, cui la scuola è intitolata. L’orchestra ha suonato diversi pezzi, fra cui il gradevole Leit motiv del film “Mission impossible”, diretta dalla professoressa Josè Tringali, docente ordinaria di pianoforte nell’istituto e fondatrice dell’orchestra che ha già al suo attivo vari premi, alcuni dei quali internazionali. L’ultimo riconoscimento è stato dato a una rappresentanza dell’orchestra e alla direttrice Tringali in occasione della consegna dei premi Kiwanis all’anfiteatro del Venus Resort. Peccato che non sia stata data all’orchestra la possibilità di esibirsi davanti al folto pubblico che assiepava l’anfiteatro.

G. C.

A SIRACUSA, MUSICA E ROMANTICISMO CON “ORTIGIA SIRACUSA SOUND SYSTEM FESTIVAL 2015”

ortigiaSIRACUSA. Preceduto dalle preview di Populous a Catania, Siracusa e Messina torna l’ “Ortigia Sound System Festival” nella sua seconda edizione, rassegna musicale ambientata in una cornice unica, quella del Castello Maniace e dell’ex Convento del Ritiro di Ortigia (Siracusa). Il festival avrà come tema le sonorità afro, declinate in forme varie e innovative interpretata da artisti italiani e internazionali che trasformeranno l’isola in un contenitore di emozioni uniche. L’evento sarà diviso in due date – 31 luglio  e 1 agosto – e conta le partecipazioni Sandro Joyeux, Scan_Dura, Nickodemus, OY, Dj Khalab e Debruit. L’intento della manifestazione è di legare la tradizione di una terra ricca di storia come la Sicilia alla novità e alla vivacità del panorama musicale elettronico. L’Ortigia Sound System Festival è dove l’antichità incontra la sperimentazione, dando vita a vibrazioni inimitabili.

AUGUSTA, MEMORABILE CAVALLERIA RUSTICANA IN PIAZZA DUOMO

Cavalleria scena madrecavalleria coro mAUGUSTA. Memorabile! E’ l’aggettivo giusto per qualificare la rappresentazione, giovedì 9 luglio,  della “Cavalleria rusticana” in Piazza Duomo, con la scenografia naturale offerta dalla Chiesa Madre e dal sagrato della stessa chiesa. Rappresentazione unica, non solo perché non c’è stata replica, ma perché mai c’è stato  in loco un tentativo e del genere, con ingresso libero per tutti. A Vizzini, nei luoghi verghiani, realizzano spettacoli simili sfruttando gli spunti scenografici offerti dalle vie e dalle case di quei luoghi. L’idea di rappresentare P_20150709_201949_HDRl’opera musicata da Mascagni, sulla scorta della novella di Verga, è stata a lungo  accarezzata e portata a compimento dalla gloria lirica locale, Marcello Giordani, tenore che da trent’anni va in giro per i teatri lirici  più prestigiosi del mondo, ma che ha la residenza ad Augusta, essendo all’anagrafe Marcello Guagliardo. Alle ultime competizioni elettorali ha gareggiato per farsi eleggere primo cittadino, ma i cittadini lo preferiscono sul palcoscenico a cantare ancora per molti anni.  Guagliardo-Giordani ha voluto tenacemente accanto a sé gente del luogo e ha costituito un coro composto dalla P_20150709_202003_HDRmaggior parte di appassionati tenori, soprani, baritoni e contralti di Augusta che per sette mesi, sotto la direzione di Rosy Messina, augusta anch’ella,  hanno provato, provato e riprovato finché hanno dato una prova da professionisti il 9 luglio davanti a migliaia di spettatori entusiasti e plaudenti: Ecco i loro nomi, trascritti in ordine sparso: Cettina Messina – Massimiliano Gaeta- Andrea Salamone- Graziella Bari- Aldo Platania- Seby Attard – Graziella Catalano – Marco Zarbano – Davide Tarantino – Giovanni Fichera – Lombardo Giuseppe- Angelo Morello Maurizio Di Grande – Anna Rita Scalisi- Giuliana Privitera- Antonietta Salanitro- Sarah Scafiri- Franco Dettori- Di Tomaso Maria- Commendatore Maria- Patrizia Saracendo – Rita Trovato – Paola Collorafi – Orazio Gianino – Lombardo Giuseppe – Pina Caramagno – Domenico Collorafi- Luigi Di Bella Ruzzena La Fata. Anche un’altra augustana ha dato prova della sua professionalità: Sarah Marturana, efficace interprete di Lola, per la prima volta in assoluto in un’opera lirica.

G. C.