NOTOMUSICA: TRIONFO DELL’OPERA BAROCCA CON “ACI E GALATEA” DI HÄNDEL

Noto1-640x480Noto – Il soggetto è classico e mitologico, l’ambientazione è nell’arcaica Sicilia ionica di ninfe e pastori, ma la musica è barocca. E che musica! Pochi capolavori come “Aci e Galatea” di Georg Friedrich Händel sembrano tradurre in note il fasto siciliano dell’architettura settecentesca del Val di Noto, vanto del Sud Est isolano e Patrimonio dell’Umanità secondo la lista dell’Unesco. Il titolo è stato scelto non a caso per arricchire il cartellone del Festival Internazionale Notomusica: l’evento ieri, 20 agosto, nel Cortile del Collegio dei Gesuiti, che ha visto impegnati autentici specialisti. L’ensemble barocco “Il Cimento Armonico” e la Camerata Polifonica Siciliana saranno guidati da Fabrizio Migliorino, maestro concertatore e direttore al cembalo; maestro del coro Dario Strazzeri. Il cast vocale annovera il soprano Manuela Cucuccio (Galatea), il tenore Sergio Cabrera Hernandez (Aci), la soprano Giulia Mazzara (Damon), il basso Maurizio Muscolino (Polifemo). Manuel Giliberti è il regista dell’allestimento realizzato in coproduzione con il Teatro Brancati. Il libretto di “Acis and Galatea”, tratto fedelmente dalle “Metamorfosi” di Ovidio (XIII, 750-897), è attribuito a John Gay, futuro autore della “Beggar’s Opera” (1728), ma vi collaborarono anche altri due nomi di spicco, come Alexander Pope e John Hughes. L’opera, prima composizione drammatica in inglese di Händel, fu più volte rimaneggiata dallo stesso autore (oltre che arrangiata da Mozart nel 1788 e da Mendelssohn nel 1828). A Noto è stata proposta la versione in due atti, alla quale il compositore giunse attraverso articolati e complessi passaggi, che vale la pena di riassumere. Händel, già rinomato in Italia e in Germania, giunse a Londra nel 1710, ma a causa dei rapporti non idilliaci con il re Giorgio I di Hannover, per lunghi anni cercò la protezione dell’aristocrazia locale. Tra il 1717 e il 1719, lavorò per Lord Brydges, conte di Carnarvon, poi duca di Chandos.

Continua a leggere

AUGUSTA, A PALAZZO DI CITTA’ SI PREMIA LO SPORT – di Cecilia Càsole

Sport premiatoAugusta. Nel salone di rappresentanza “Rocco Chinnici” del Palazzo di Città, si è tenuto un incontro tra il sindaco Maria Concetta Di Pietro, l’assessore alla Cultura Giuseppina Sirena e gli atleti dei sodalizi sportivi di Augusta, con l’obiettivo di promuovere e favorire l’impegno locale nello sport. “Il nostro obiettivo è portare avanti le attività sportive nel territorio”, ha detto Di Pietro che ha anticipato le ultime novità sulla situazione dell’ex campo sportivo “Fontana”. “Il campo Fontana è stato privato alla fruibilità di tutta la cittadinanza oramai da quasi 15 anni perché considerato discarica abusiva. Già quando ci siamo insediati era stata stanziata una somma, con delibera Cipe, di circa 6 milioni di euro per un intervento di ripristino del campo sportivo. Sin dall’inizio, l’intenzione è stata quella di restituire la struttura alla sua vocazione originaria, ma il progetto  è rimasto bloccato a settembre dello scorso anno per una serie di ragioni di natura burocratica. E’ stato nominato un commissario straordinario che nel mese di agosto verrà ad Augusta per fare un sopralluogo e mi ha garantito che considererà prioritario il progetto del campo. Dopo la precisazione del sindaco, l’assessore ha voluto dare un riconoscimento agli atleti delle società sportive invitate, consegnando loro una maglietta con un motto augurale e una pergamena di merito. Per “ ASD Canottieri club nuoto” è stato premiato Sebastiano Galofaro, campione del mondo,  e Daniele primo classificato nel singolo 7.20 e sul 4 di coppia terzo classificato al Festival giovani di Sabaudia. Continua a leggere

Augusta – Unione Italiana Ciechi e Marina Militare

foto uic (1)Augusta. Una consolidata collaborazione unisce da oltre 20 anni l’Unione Italiana Ciechi (UIC) della sezione di Augusta e la Marina Militare rappresentata in loco dal Comando Marittimo Sicilia. Negli ultimi anni sono state sviluppate varie attività socio-culturali – grazie al prezioso supporto logistico di MARISICILIA – nelle quali è stata prevista oltre alla presenza di uno stand dedicato della UIC anche la piena partecipazione dei tesserati che hanno avuto modo di vivere in prima persona la Marina Militare. Gli iscritti della Unione hanno in questo modo coltivato ulteriormente la passione verso il mare e rafforzato il proprio legame con il territorio augustano, da sempre fortemente legato alle attività marinare. Un sentito ringraziamento della UIC è altresì rivolto al Comandante Marittimo Sicilia in considerazione della possibilità fornita ai propri iscritti di accesso agli Organismi di Protezione Sociale (OPS) all’interno dell’area logistico-addestrativa di Punta Izzo, quale ulteriore opportunità di aggregazione e confronto.

     M.S.

 

ANNUNCIATI I VINCITORI DEI TAO AWARDS

Taomoda 2017Taormina. L’annuncio dei personaggi che hanno ricevuto i Tao Awards nel Gala di sabato 22 luglio al Teatro Antico, il presidente di Taomoda, Agata Patrizia Saccone, durante la conferenza stampa a Palazzo Calanna-La Baronessa Taormina moderata dalla giornalista Rai Paola Cacianti, ha dato il via alla nuova edizione della rassegna che, com’è ormai tradizione nella Perla dello Jonio, unisce ogni anno fashion, design, arte, cultura, food senza mai trascurare il sociale (charity partner nell’occasione sarà la Fondazione Operation Smile Italia Onlus). Questi i TAO AWARDS 2017: Sezione Moda: AQUILANO, RIMONDI, LEIT-MOTIV, MARIO DICE, SALVATORE PICCIONE designer di PICCIONE PICCIONE; Tutela della cultura e della moda made in Italy: RITA AIRAGHI, Direttore Fondazione Gianfranco Ferré; Per il sociale: SANTO VERSACE; Sezione Giornalismo: EMANUELE FARNETI (Direttore di Vogue, Tao Award Excellence), GIANLUCA BAUZANO (Gruppo RCS Corriere della Sera), ELISABETTA FALCIOLA (Tg5), MARIA CORBI (La Stampa); Sezione Musica: il maestro PAOLO BUONVINO; Sezione Attori: ANNA VALLE, ALESSIO BONI, ISABELLE ADRIANI; Sezione Scrittori: CATENA FIORELLO (premio Moak); Sezione Imprenditoria: CLAUDIO CUTULI. L’ospite musicale del Gala sarà il cantautore Mario Venuti,reduce dal successo della hit “Caduto dalle stelle” e che ha appena lanciato il secondo singolo “Tutto questo mare” tratto dal suo ultimo album.  Di scena –oltre alle sfilate degli stilisti premiati- la maestria degli Orafi Vicentini (Sola Grazia, C.A.Oro, Karizia, Tre Esse, Veneroso, Roberto Novello), la performance dell’hair stylist Toni Pellegrino, volto noto di Rai2, le proposte della sezione Contemporary Fashion con La Cles e poi Filly Biz, Elio Fronterrè, Natural Rough, Angela Piazza, Maria Grazia Sabato, Amalia Peditto coniugati rispettivamente a una coreografia di Elevation Dance di Fia Di Stefano e a un live della cantautrice Roberta Finocchiaro. A presentare la serata -ripresa dalle telecamere di Rai 1 e de La 7- la giornalista de La 7 Cinzia Malvini e Angelo Mellone, conduttore del programma di Rai 1 “Top, Tutto Quanto Fa Tendenza”. “Una settimana comunque di eventi – spiega Agata Patrizia Saccone – che esaltano la cultura del made in Italy, guardano alle nuove tendenze e al contemporary fashion e design, si accompagnano alle buone letture, al vivere green e alla sana alimentazione, senza trascurare il sociale. La rassegna ha ormai una propria storicità e costituisce ulteriore volàno turistico per il territorio”.

Mariangela Scuderi

NELLA CHIESA DEL CARMINE, COMMOSSO RICORDO DI DON LIGGERI

Carmine Fra Altare e note 11 luglioAugusta. Martedì 11 luglio, dopo la messa vespertina celebrata per la  quindicina della festa per la Madonna del Carmelo, per iniziativa di Marcella Spanò,  la voce di Don Carmelo Liggeri  è tornata  a farsi sentire in quella Chiesa del Carmine che per quasi mezzo secolo lo vide rettore, attraverso le note delle sue composizioni musicali, affidate alla magnifica voce di Francesca Ussia, soprano, accompagnata dal M° Salvatore Passanisi, così come la voce stentorea del prof. Giorgio Casole ha fatto  rivivere l’emozione di una “Svelata” di ben 51 anni fa, leggendo stralci di una vibrante e inedita omelia scritta dal sacerdote augustano, ma successivamente  non pronunciata. Una serata vista come un vero amarcord del Carmine che fu, tra nostalgia e rimpianti di un’epoca passata, rimasta indelebile nei ricordi dei tanti che hanno avuto modo di conoscere don Carmelo Liggeri, sacerdote, musicista, compositore e direttore di  corali, morto il 9 ottobre 1993, ma figura ancora vivissima nella memoria di tanti augustani, non solo tra i devoti frequentatori della rettoria a lui affidata. “Un ricordo che spesso si vena di rimpianto tra coloro che hanno avuto modo di conoscerlo e apprezzarne le qualità umane e spirituali di sacerdote la cui vita è stata interamente dedicata al servizio di Dio e della Chiesa”, ha commentato Marcella Spanò, esperta conoscitrice della storia della chiesa del Carmine e anima instancabile del Terz’Ordine Carmelitano.

Mariangela Scuderi

PRESENTATO IL BALLETTO CARMEN AL TEATRO MASSIMO BELLINI

belliniCATANIA – Martedì 11 luglio alle ore 16,30, nel foyer del Teatro Massimo Bellini di Catania, ha avuto  luogo la conferenza stampa aperta al pubblico per la presentazione del balletto “Carmen”, sulle trascinanti musiche di Bizet. Per gli appassionati della danza è stata l’occasione di incontrare il celebre ballerino cubano José Perez, coreografo e protagonista dello spettacolo.  Insieme a José Perez, sono intervenuti Anthony Barbagallo, Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana; Roberto Grossi, sovrintendente del Teatro Massimo Bellini di Catania, e Simona Filippone, presidente dell’Asdc Futuro Danza Palermo. La produzione, realizzata dal Teatro Massimo Bellini in collaborazione con Futuro Danza Palermo, andrà in scena sabato 15 luglio alle ore 21.30, al Teatro Antico di Taormina, nell’ambito del circuito Anfiteatro Sicilia, promosso dall’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo.

M.S.

RICOSTITUZIONE A SIGONELLA DEL 61° GRUPPO VOLO DELL’AERONAUTICA MILITARE

Predator a Sigonella al rientro da una missioneSIGONELLA – LENTINI. Il 10 luglio 2017, presso l’Aeroporto di Sigonella avrà luogo la cerimonia di ricostituzione del 61° Gruppo Volo dell’Aeronautica Militare che sarà dotato di velivoli a pilotaggio remoto MQ1-C (Predator A+) con il fine di consolidare e rafforzare la presenza e l’attività di sorveglianza  dei velivoli a pilotaggio remoto (APR) nell’ambito del concorso al dispositivo di sicurezza nazionale, specialmente per quanto riguarda il Mediterraneo. Il Predator ha già effettuato da Sigonella più di 1.000 ore volate in attività varie e in particolare nell’ambito della missione “Mare Sicuro”. Il 61° Gruppo Volo, che manterrà una dipendenza gerarchica dal 32° Stormo di Amendola, opererà con equipaggi provenienti dal 28° Gruppo dotati di un bagaglio di esperienza maturato in oltre un decennio di attività in Italia e all’Estero, e con personale specialista del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella. Il supporto logistico sarà fornito dal Comando Aeroporto di Sigonella. Storicamente il 61° Gruppo Osservazione Aerea ebbe origine il 5 aprile 1924 e fu successivamente sciolto l’8 settembre 1943 a seguito dei noti avvenimenti bellici. Alla cerimonia, presieduta dal Comandante le Forze da Combattimento dell’AM Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio, hanno preso parte le massime Autorità delle provincie di Catania e Siracusa.

  C.S.

AUGUSTA, LIONS, MAURIZIO VACCARO: “UNA STATUA PER RICORDARE FEDERICO II, FONDATORE DELLA CITTA’”

Lions 56a C NAUGUSTA.  “Poiché Augusta è una città di fondazione, sarebbe bello se fosse eretta una statua al fondatore, Federico II di Svevia”. E’ stato questo l’auspicio di Maurizio Vaccaro, presidente uscente del Lions club cittadino, in occasione della cerimonia del passaggio della campana, cerimonia che segna il passaggio delle consegne fra vecchio e nuovo presidente nel  Lions club come in tutti i sodalizi del genere di derivazione statunitense. Il Lions, in campo mondiale, è quello a maggior diffusione, in campo cittadino è il più antico: fu fondato nel 1962, per iniziativa  di avvocati quali Elio Salerno e Domenico Moschitto, e di professionisti quale l’ing. Giovanni Vaccaro, padre di Maurizio. Non potendo essere presente, per ragioni di salute, l’avv.Moschitto ha inviato  un messaggio augurale  in occasione della ricorrenza.  Maurizio Vaccaro ha tracciato un bilancio della sua esperienza annuale quale presidente, ricordando le attività di servizio verso la comunità augustana, soprattutto quelle svolte in collaborazione con le scuole cittadine: l’istituto comprensivo “O. M. Corbino” e il II istituto superiore, il “Ruiz”. Per queste attività, preziosa è stata la collaborazione della socia Rita Còcciolo, che, per questo motivo, nel  corso della serata, è stata insignita della più alta onorificenza che il Lions international riconosce ai soci benemeriti. In conclusione, prima dell’auspicio pro statua a Federico II, Vaccaro ha rivolto un appello: occorre invertire una tendenza, occorre “fare in modo  che Augusta sia visitata dal maggior numero di persone”. Breve è stata l’allocuzione del presidente entrante, Antonio Gaeta, visibilmente emozionato. Sono intervenuti alcuni “officer” del club, quali Elisa Lombardo, Giovanni Alga e Rosario d’Onofrio. D’Onofrio, già ammiraglio medico della Marina Militare  e già  governatore distrettuale del club,  non ha mancato di ricordare il dott. Saluta, come aveva già fatto in precedenza lo stesso Maurizio Vaccaro, rendendo omaggio alla vedova, presente in sala.

Cecilia Càsole

“PANE QUOTIDIANO 3” ENCOMIABILE GESTO DI SOLIDARIETÀ CITTADINA

pane 2AUGUSTA – L’iniziativa della raccolta alimentare prima del periodo delle ferie estive per venire incontro alle famiglie bisognose è stata promossa dal Cireneo ma ha avuto un grande successo per la fattiva, disinteressata e lodevole partecipazione di molte persone associate o meno in organizzazioni di volontariato.  Parola d’ordine: donare tempo e specifiche capacità operative per raccogliere alimenti e varie derrate alimentari a favore di quelle famiglie e comunità che versano in stato di bisogno. Davvero commovente poi constatare che la maggior parte dei routinari clienti dei vari supermercati che, sabato 24 giugno mattino, facevano i normali acquisti, riducevano il numero di alimenti acquistati per uso personale a favore di un prossimo bisognoso che magari non conoscevano e confidando appieno nella serietà dell’organizzazione promotrice dell’iniziativa benefica. Un ringraziamento da parte dei bisognosi a tutti coloro che si sono prodigati per venire loro incontro, in particolare ai vari soci del Cireneo, della FIDAPA, del Kiwanis, Lions, Rotary, dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro, della Croce Rossa e a tanti altri che hanno collaborato in forma di non associati ma accomunati dal principio di disponibilità, solidarietà  e di fratellanza cristiana.

   Gaetano Gulino

CHIESA MADRE, IL KIWANIS HA CELEBRATO L’ANNIVERSARIO DEL RESTAURO DELL’ORGANO E DELLA CANTORIA

FOTO RESTAURO ORGANOAugusta –  Con un concerto di talenti augustani, dopo la messa vespertina, celebrata dal parroco Palmiro Prisutto, sabato 24, in Chiesa madre, il club service Kiwanis, presidente Domenico Morello, ha celebrato, davanti a un pubblico attentissimo, l’anniversario del restauro dell’organo e della cantoria promosso dallo stesso club, presidente Franco Pustizzi, nell’anno sociale 2005-2006. In quell’anno, essendo parroco della chiesa l’arciprete Matteo Pino, il club assunse l’iniziativa del restauro dello storico strumento, da anni danneggiato e inservibile, costruito nel lontano 1842. Per restaurare l’organo e riportare la cantoria all’antico splendore, fu necessario raccogliere la non indifferente somma di 70 mila euro fra sponsor privati, la cui donazione fu considerata detraibile secondo la normativa vigente. Morello ha deciso di ricordare quell’importante “service” del club con un concerto, presentato (con riferimenti storici), da Giorgio Càsole, che ha visto alla ribalta soprano Francesca Ussia, soprano, e il baritono Marco Zàrbano, baritono, con la partecipazione del tenore Franco Frisenna, tenore, accompagnati all’organo da Salvo Passanisi e al violino da Danilo Pistone, vera rivelazione della serata: artisti tutti di Augusta, che alla fine del concerto hanno concesso due bis.

Mariangela Scuderi  –  Nella foto: da sin.: Pustizzi, Zàrbano, Pistone, Frisenna, Morello, Ussìa, Passanisi, Càsole