AUGUSTA, L’INNER WHEEL ALL’INSEGNA DEL SORRISO

sorrisoAugusta. L’Inner Wheel, presidente Valentina Saraceno Cappiello, qualche giorno fa ha organizzato un coinvolgente seminario su “risoterapia” o terapia del sorriso, teorizzata e applicata dal medico statunitense Patch Adams, oggi riconosciuta anche a livello accademico. Presente, tra gli oltre 70 partecipanti, la governatrice del distretto 211 Inner Wheel, Nadia Arena Micalizio. La presidente Cappiello ha sottolineato l’importanza del sorriso e dello stato di serenità per prevenire numerose patologie associate a stati di stress e tensione. Ha spiegato che la terapia della risata rappresenta un ramo della psicologia sociale sempre più studiata e di frequente applicazione quotidiana. Ridere e sorridere aiuta noi stessi a stare bene e chi ci sta accanto. Ha poi introdotto il relatore della serata,  Franco Scirpo, psicologo e psicoterapeuta, esperto di Terapia della risata, Clownterapia, Yoga della Risata e docente di Risologia presso la Facoltà di Scienze della Felicità dell’Università di Aristan in Sardegna. Scirpo ha  spiegato ai presenti l’importanza dei condizionamenti ricevuti che ci inducono a comportamenti stereotipati e, con allegria, ha  coinvolto i partecipanti in un “laboratorio della felicità” che ha ritemprato l’animo di ognuno di loro. Ha raccomandato di praticare quotidianamente la terapia del sorriso perché la qualità della nostra vita possa sempre migliorare.

   Mariangela Scuderi

AUGUSTA, IL KIWANIS CLUB VALORIZZA TRE GIOVANI TALENTI

SGF_1885 (1)Augusta.  Nel salone delle feste della “Cavalera” il Kiwanis club locale, presieduto da Domenico Morello, ha celebrato gioiosamente la sua XXXVII “charter night”, letteralmente notte della carta, in cui è stato ricordata la sera di trentasette anni fa quando il club di Augusta ricevette dall’omologo di Lentini la “carta” di fondazione. La “charter” viene celebrata ogni anno, quando il presidente di turno traccia un bilancio provvisorio del suo incarico, dopo l’esecuzione dell’inno europeo e di quello italiano e dopo i saluti rituali. Poi la cena. Quello di Morello è il terzo mandato presidenziale, quello di quest’anno il secondo consecutivo. Come lo scorso anno, Morello anche quest’anno ha voluto imprimere alla serata un “tocco” musicale, dando l’opportunità ad alcuni giovani talenti i esibirsi. L’anno scorso l’ “overture”, prima della cena, fu lirica, con il baritono augustano Marco Zàrbano e la soprano siracusana Noemi Muschetti; quest’anno è stata la volta di due talenti della musica leggera: la giovanissima Sabrina Russo e Michele Gugliardo, primogenito della glori cittadina belcantistica Marcello Guagliardo, in arte Marcello Giordani, accompagnati alla tastiera da Gaetano Volpe, anch’egli augustano, ex alunno del liceo Mègara. Nella foto di Giuseppe Scapellato:  tutti e tre (Volpe primo a sin.) con il presidente Morello.

    Mariangela Scuderi

PER LA RASSEGNA VOLALIBRO PINO APRILE RIVELA CHI FURONO I CARNEFICI DEL SUD

pino aprileNoto – Per il “Volalibro”, il festival della cultura per i ragazzi, organizzato da Corrada Vinci, è stato ospite il giornalista scrittore Pino Aprile, autore dei libri: Terroni, Giù al Sud, Il Sud puzza, Carnefici.  L’incontro è avvenuto nello storico palazzo Trigona in via Cavour, nella sala Gagliardi. Pino Aprile critica aspramente la modalità della nostra Unità di Italia, un’ unione fatta con guerre, sangue e omicidi, ergo un’ unione forzata, obbligata, fatta con lo stesso sangue dei nostri nemici.  Il titolo Carnefici, ultimo libro di Pino Aprile, è un termine molto forte per cui si può avere l’impressione in quanto l’unità di Italia fu fatta a danno del sud, soprattutto con stragi immani e reati di genocidio,ovvero con la distruzione dell’identità di un popolo, nella distruzione della comunità che condivide, una cultura, una storia e un destino.  Distruzioni delle istituzioni culturali è un reato che può commettere solo uno Stato. Il ministro della pubblica istruzione Francesco De Sanctis, un grande uomo di cultura del Sud chiuse ottocentocinquanta scuole e tutte le università del Sud,  tranne quella di Napoli, rendendo difficoltoso l’accesso e le iscrizioni per chi era del sud, eliminando le borse di studio ai figli delle famiglie povere, nel frattempo il Borbone aveva dato le pensioni alle sei prostitute dei garibaldini tra cui la maitresse Marianna De Crescenzo soprannominata la Sangiovannara che sceglieva le donne da dare a Garibaldi e ai suoi cari. Distruzioni dei sentimenti religiosi: furono chiusi tutti i conventi, aboliti ordini religiosi, vescovi rimossi e esiliati e preti fucilati.  I Briganti come Ninco Nanco, Michelina di Cesara, erano dei semplici oppositori che difendevano il territorio dai nemici, furono assassinati e fotografati come vanto dai piemontesi. Aprile ha parlato della Basilicata dei nostri giorni, regione ricca di giacimenti petroliferi che è il Kuwait d’Europa,  una terra da usare e sfruttare che ha i servizi ferroviari dell’Afganistan. Esistono due Italie con due velocità, da Milano a Bologna ci sono treni ogni 15 min e in 2 ore si arriva a destinazione, da Rosolini per andare a Trapani si impiega un giorno intero, occorre prendere un treno alle 04.55 del mattino unico treno, oltre i vari cambi di treno. Alla mia domanda: Che reazione hanno avuto gli storici italiani riguardo alla pubblicazione dei suoi libri?” Generalmente male, ma qualcuno di nuova generazione mi ha fatto il plauso, ma senza esporsi troppo. L’incontro è stato moderato da Vincenzo Belfiore esperto di storia  della Sicilia

    Davide C.M. Ortisi

IL KIWANIS FESTEGGIA IL 37° COMPLEANNO CON “ANTIPASTO” CANORO

37a C.N.KiwanisAUGUSTA – Festa di compleanno per il Kiwanis club di Augusta, presieduto, per il secondo anno consecutivo, da Domenico Morello, dirigente del settore ambiente dell’ex Provincia regionale di Siracusa. Ad Augusta il sodalizio è il terzo in ordine di tempo dei club di marca statunitense, fondato giusto 37 anni fa e i suoi soci si fecero sùbito promotori per attivare in città istituzioni benemerite quali la fraternita Misericordia, per il soccorso ai malati e ai bisognosi, e la consorella Fratres per la donazione volontaria di sangue. Nel corso di tutti questi anni, il Kiwanis club si è aperto al sociale in tante occasioni e per tanti scopi educativi, come ha ricordato Morello nella cosiddetta “Charter night”, la serata, cioè, in cui viene celebrato l’anniversario della fondazione del club cittadino. Morello ha tracciato il bilancio dell’attività svolta dal club in questo suo periodo di presidenza, mettendo in rilievo la primaria missione del sodalizio: quella della tutela dei bambini. L’ultima iniziativa, in ordine di tempo, è stata una tavola rotonda sul problema dello “scippo” della sede della nuova Autorità portuale, argomento di scottante attualità, affrontato grazie – ha sottolineato Morello “alla presentazione del libro “Il porto di Augusta, europeo o del profondo Sud” del prof. Giorgio Càsole, ‘notaio’ per oltre trent’anni di tutte le vicende che hanno riguardato il porto”. In conclusione, Morello ha ricordato la funzione importante della stampa che funge da cassa di risonanza per dare le giuste informazioni sulle attività del club. “Noi possiamo fare tante belle cose” – ha sottolineato Morello – “ma se non le facciamo conoscere è come se le facessimo per noi stessi”. Alla serata è stata presente Edna Angelica Calo Livne, ebrea, romana di nascita, che in un Kibbutz israeliano si dedica da quasi quarant’anni a diffondere la cultura della pace fra i ragazzi ebrei e palestinesi. Edna Angelica è stata presentata da Gaetano Paolo Russotto, luogotenente governatore del Kiwanis, con cui ha letto un dialogo tratto dal suo ultimo libro. Prima della cena, come lo scorso anno, Morello ha voluto un’”apertura” musicale con giovani talenti augustani: la quindicenne Sabrina Russo, Michele Guagliardo, figlio del tenore Marcello Guagliardo-Giordani, accompagnati alla tastiera da Gaetano Volpe, che hanno deliziato i commensali con interpretazioni in italiano e in inglese di canzoni senza tempo, quali “Nel blu dipinto di blu, più nota come “Volare”, e “Yesterday”.
   C. C.

AUGUSTA, AI DETENUTI LIBRI DONATI DAI GIOVANI ROTARIANI E DA ALTRI

carcere di AugustaAugusta. I soci del Rotaract club Augusta, presieduto da Lavinia Pitari, insieme con i soci del Rotaract club Lentini e Siracusa, presieduti rispettivamente da Alfio Brunno e Gabriele Massimiliano Ragusa, hanno fatto una donazione di libri alla biblioteca del penitenziario di Augusta-Brucoli. L’iniziativa si inserisce nell’àmbito del progetto Nazionale Rotaract “Sulla scia delle ali della libertà”, mirata a dare gli strumenti per il servizio di rieducazione e risocializzazione dei detenuti, affinché non tornino are a delinquere. Durante la cerimonia di consegna dei libri, Lavinia Pitari ha evidenziato come “attraverso l’istruzione nascano maggiori opportunità, più opportunità significa meno bisogno, meno bisogno significa più legalità”. Il progetto ha suscitato molto entusiasmo nei soci sin dall’inizio della realizzazione, sia in itinere che al momento della consegna. Il direttore  della casa di reclusione, Antonio Gelardi, ha messo in evidenza  che “ il rapporto con i club service rappresenta un importante tassello nei contatti con il territorio, fondamentali per l’attuazione dei princìpi costituzionali che regolano la pena detentiva .”Grazie alla disponibilità del direttore dell’istituto di reclusione, i giovani soci hanno anche avuto la possibilità di incontrare i detenuti, potendosi confrontare con una realtà diversa, e hanno fatto visita alla biblioteca, arricchita con i libri donati, alle aule studio e alla palestra, ammirando anche i murales, realizzati dai detenuti stessi. I libri possono essere donati anche da semplici cittadini, i quali, oltre a volumi in italiano posso inviare anche testi  scritti in inglese o in francese, considerata la presenza nutrita di detenuti stranieri.

   M.S.

 

UNA PANCHINA TINTA DI ROSSO , SIMBOLO DELLA VIOLENZA ALLE DONNE di Cecilia Càsole

Una pancvhina tointa di rossoAUGUSTA – Mercoledì 8  marzo, in occasione della giornata internazionale dedicata alle donne, si è tenuta una conferenza organizzata dal club service Lions di Augusta e dall’associazione NESEA del territorio, nell’aula magna del II Istituto superiore Ruiz, al fine di sensibilizzare i giovani, rappresentati durante l’incontro dagli studenti del suddetto istituto, sulla tematica attinente alla lotta contro la violenza sulle donne. La giornata internazionale delle donne data dal marzo  dal 1977. La dirigente del Ruiz, Maria Concetta Castorina,  ha aperto la manifestazione indicando l’8  marzo come il giorno in cui le  donne  celebrano la memoria  delle  lunghe battaglie civili, sociali e politiche sostenute  dalle stesse nel corso della storia.  “Si  pensa” – ha sottolineato la Castorina – “che l’8 marzo sia anche il ricordo di un evento tragico legato all’incendio divampato nello stabilimento Triangle shirtwaist Company di New York, il 25 marzo del 1911 a causa del quale morirono circa 145 operai, soprattutto donne”. La past presidente del club service Lions, Rita Còcciolo, ha affermato che una delle principali cause di morte delle donne, secondo le statistiche, è l’omicidio da parte di un uomo, un dato allarmante che giustifica, secondo la Còcciolo, la necessità per il legislatore italiano di intervenire in maniera più incisiva a disciplinare il reato di “ femminicidio”. “Impariamo a rispettarci nella diversità e nella complementarietà. E soprattutto” ha concluso Còcciolo “ al primo campanello d’allarme non passiamoci sopra: la tolleranza deve essere zero”. Un ruolo rilevante nell’ambito della lotta contro gli abusi nei confronti del sesso femminile viene svolto dalla cultura dominante in un territorio. Principio quest’ ultimo evidenziato dalla psicologa Gessica La  Leggia . La psicologa ha sostenuto l’importanza del superamento di stereotipi radicati nella società, che a tutt’oggi, segnano una differenza tra “ genere maschile e femminile” determinando a sfavore un pregiudizio psicologico e comportamentale decretando le donne come il sesso debole.  Maurizio Vaccaro, presidente del Lions, considerando i tempi stretti, ha galantemente ceduto la parola a Stefania Caponigro presente alla manifestazione insieme alla collega Katya Piazza, entrambe socie dell’associazione Nesea. Il centro Nesea, ha chiarito la Caponigro, si pone l’obiettivo di essere un centro di ascolto e di supporto per le donne che hanno bisogno di sostegno e di aiuto concreto quando  sentono minacciate  la loro incolumità. Per questo, Nesea, da dieci anni sul territorio, svolge la propria attività grazie a una rete di collegamento con servizi sociali e le forze dell’ordine. L’assessore  comunale alle politiche sociali, Rosanna Spinnitta , ha porto saluti fulminei anche in nome del sindaco. La conferenza ha visto anche la partecipazione di alcuni rappresentati delle forze dell’ordine e associazioni cittadine. Il consigliere comunale Biagio Tribulato è  intervenuto per dichiarare la recente presentazione in commissione consiliare  di un atto di indirizzo volto a ottenere una panchina tinta di rosso “ come simbolo dell’importanza della battaglia contro ogni forma di violenza.”

Cecilia Càsole

AL CIRCOLO UNIONE PREVISIONI SUL MONDO CHE CAMBIA

Failla-AmatoAugusta. Nel  salone di rappresentanza del Circolo Unione di Augusta si è tenuta, la conferenza in materia di geopolitica dal titolo “Mutamenti socio-istituzionali dell’anno 2016. Previsioni sul mondo che cambia”. L’incontro ha avuto come  oggetto l’analisi e l’approfondimento, da un punto di vista giuridico e geopolitico, di alcuni accadimenti che hanno caratterizzato l’anno passato, cercando di capire se, e in quale maniera, questi potranno avere ripercussioni sulle relazioni internazionali nell’anno appena iniziato e nell’avvenire. Ha introdotto la serata, e presentato i relatori, la presidente del Circolo Unione, Gaetanella Bruno. Ha preso la parola Marco Failla, studente di Giurisprudenza,  il quale ha fatto il punto sui due più rilevanti accadimenti del 2016: la Brexit e l’elezione del presidente statunitense Trump. Con l’ausilio di diapositive,  ha illustrato la situazione politico-istituzionale della Gran Bretagna prima del referendum del 23 giugno 2016, con la successione di Theresa May a David Cameron alla carica di primo ministro, con  un passaggio sulla situazione della Scozia – la quale,  per rimanere all’interno dell’Unione europea,  dovrebbe prima rendersi indipendente dalla Gran Bretagna per poi, successivamente, negoziare l’adesione – e ha chiarito il fatto che l’Italia, a differenza della Gran Bretagna, non può indire referendum per uscire dall’Unione europea perché la Costituzione non lo prevede. Successivamente, ha fornito un quadro sul sistema elettorale americano e sull’elezione del presidente degli Stati Uniti, spiegando il ruolo del Congresso e dei “Grandi elettori” e le differenze costituzionali fra il presidente americano e italiano, nonché del Congresso e del Parlamento..

Continua a leggere

AUGUSTA, LA BANDIERA DEL ROTARY PER I GIOVANI E NON SOLO

Rotary bandiera2Augusta. Così come oramai tradizione annuale, e come fatto in molti Rotary club di Italia e del mondo, anche ad Augusta, grazie alla disponibilità della sindaco Maria Concetta  Di Pietro, è stata celebrata la cerimonia di apposizione della bandiera del Rotary International al balcone del Palazzo di Città. La bandiera ha sventolato dal balcone comunale per tutta la giornata del 23 febbraio, giorno in cui ricade la ricorrenza della fondazione del Rotary International, capostipite dei club  nati per rendere un servizio alla comunità in cui operano. Il Rotary, minfatti, fu istituito a Chicago il 23 febbraio 1905. Presenti alla cerimonia, assieme al presidente del Rotary Club di Augusta, Giuseppe Pìtari, e alla sindaco Di Pietro, una rappresentanza di soci del club tra i quali il past governatore del Distretto Rotary 2110, Concetto Lombardo. Il motto dell’attuale anno rotariano è “Rotary Serving Humanity”, ovvero il “Rotary al Servizio dell’Umanità”. Il Rotary International opera in tutto il mondo, quindi anche nella nostra comunità locale augustana, cercando di portare soluzioni o contributi ai tanti problemi in àmbito sanitario, idrico, alimentare, sociale, essendo sempre a fianco di chi ha bisogno e con un forte impegno per edificare la pace tra i popoli e in favore delle giovani generazioni. Fra le iniziative concrete che il Rotary Club di Augusta sta realizzando quest’anno sul territorio, ricordiamo l’attuazione del programma “Scambio Giovani”, grazie al quale è stata data l’opportunità a una nostra concittadina di completare gli studi di scuola superiore negli Statui Uniti, consentendo al contempo di fare ospitare ad Augusta un omologo giovane che quest’anno scolastico sta frequentando il locale  liceo Mègara. Si tratta di esperienze eccezionali: tasselli concreti per edificare buone relazioni tra i popoli, a partire dalle giovani generazioni. Anche per il prossimo anno scolastico il Rotary di Augusta consentirà a giovani della città di potere fare medesime esperienze in paesi stranieri.

     M. S.

AUGUSTA, INNER WHEEL E IL BURRACO PER BENEFICENZA

Burraco Inner WheelAugusta. Ottima riuscita per il torneo di burraco di beneficenza organizzato dal club Inner Wheel di Augusta svolto al Circolo Unione. La presidente Valentina Cappiello Saraceno ha presentato il progetto di solidarietà volto a sostenere la Onlus Rinascendo, associazione di volontariato dedita al sostegno dei soggeti affetti da patologie oncologiche, endometriosi e i loro familiari, operante nel territorio di Catania e Siracusa. Il sostegno a Rinascendo segue le indicazioni di service distrettuale scelte da Nadia Arena Micalizio, governatrice distrettuale Inner Wheel. Settantaquattro giocatori si sono sfidati ai tavoli da gioco in un torneo a tre  gironi che ha visto vincere la solidarietà. Arbitro del torneo Domenico Fileccia soddisfatto per l’andamento della serata.

     M.S.

AUGUSTA, AI DETENUTI LIBRI DONATI DAI GIOVANI ROTARIANI

Donazione libri Casa penaleAugusta. I soci del Rotaract club Augusta, presieduto da Lavinia Pitari, insieme con i soci del Rotaract club Lentini e Siracusa, presieduti rispettivamente da Alfio Brunno e Gabriele Massimiliano Ragusa, hanno fatto una donazione di libri alla biblioteca del penitenziario di Augusta-Brucoli.  L’iniziativa si inserisce nell’àmbito del progetto Nazionale Rotaract “Sulla scia delle ali della libertà”, mirata a dare gli strumenti per il servizio di rieducazione e risocializzazione dei detenuti, affinché non tornino are a delinquere.  Durante la cerimonia di consegna dei libri, Lavinia Pitari ha evidenziato come “attraverso l’istruzione nascano maggiori opportunità, più opportunità significa meno bisogno, meno bisogno significa più legalità”. Il progetto ha suscitato molto entusiasmo nei soci sin dall’inizio della realizzazione, sia in itinere che al momento della consegna. Il direttore  della casa di reclusione, Antonio Gelardi, ha messo in evidenza  che “ il rapporto con i club service rappresenta un importante tassello nei contatti con il territorio, fondamentali per l’attuazione dei princìpi costituzionali che regolano la pena detentiva .”Grazie alla disponibilità del direttore dell’istituto di reclusione, i giovani soci hanno anche avuto la possibilità di incontrare i detenuti, potendosi confrontare con una realtà diversa, e hanno fatto visita alla biblioteca, arricchita con i libri donati, alle aule studio e alla palestra, ammirando anche i murales, realizzati dai detenuti stessi.

      M.S.