A U G U S T A N E W S

A Sigonella il “Raduno Atlantic”. L’evento per salutare l’aeroplano che ha volato sul Mediterraneo per oltre 45 anni

Sigonella – Lentini. L’evento per salutare l’aeroplano Atlantic, che ha volato sul Mediterraneo per oltre 45 anni,si è svolto nella base aerea di Sigonella, sede del 41° Stormo Antisom, il “Raduno Atlantic”, proprio in occasione del pensionamento entro l’anno 2017 del velivolo BR-1150 “Atlantic”.A raggiungere l’aeroporto siciliano, provenienti da tutta Italia, centinaia di aviatori , in congedo o in servizio, e diverse migliaia di ospiti .Un appuntamento fortemente voluto non solo per rafforzare l’intenso legame tra il territorio e l’Atlantic, ma in particolare per rinsaldare quei segni indelebili che il velivolo la lasciato per l’affidabilità e la sicurezza, nonché per essere primatista riconosciuto di capacità operatività ed efficacia, tuttora senza rivali in grado di scalfirne il titolo di primo e unico velivolo concepito, progettato e impiegato esclusivamente per l’attività “Antisom”, documentato attraverso la proiezione del film documentario “Atlantic: il cacciatore di sommergibili”, realizzato dalla Bioika Production. A margine della giornata, l’ultimo Atlantic “special color” – matricola 03 – ha sorvolato la base, suscitando momenti di straordinario fascino e sentimenti intensi, con rinnovata ammirazione e gratitudine di tutti coloro che su esso ed attorno ad esso hanno volato e lavorato.

L’Atlantic è un biturboelica da pattugliamento “ognitempo” prodotto in Europa e destinato principalmente alla scoperta, al tracciamento e alla neutralizzazione dei sottomarini e secondariamente alla ricognizione marittima in generale. Nel tempo, pur mantenendo tutte le proprie peculiarità e capacità, è passato da un’attività prevalentemente antisommergibili e antinave, tipica della “guerra fredda”, a un’attività di controllo del traffico mercantile, di pattugliamento e di ricognizione ottica ed elettronica delle aree d’interesse, anche nell’àmbito delle operazioni contro il terrorismo internazionale nonché a un’attività volta al controllo dei flussi d’immigrazione clandestina dai quadranti meridionali  del  Mediterraneo, garantendo giornalmente la copertura di ampie zone d’interesse, la tempestiva localizzazione dei profughi in mare, l’allertamento degli organi preposti e un costante e pronto intervento SAR (ricerca e soccorso) in caso di sinistro marittimo e naufragio degli stessi. Il primo dei 18 “Atlantic” destinati ai Reparti Antisom fu consegnato all’88° Gruppo Volo del 41° Stormo, a Tolosa in Francia, il 27 giugno 1972. Lo stesso giorno volò a Sigonella dove, esattamente alle ore 16,25, tocco per la prima volta la pista dell’Aeroporto siciliano. Di questi 18 velivoli, 9 andarono in dotazione al 41° Stormo e 9 al 30° Stormo di Cagliari Elmas. Il 1° agosto 2002, in seguito allo scioglimento del 30° Stormo, la Componente è stata accorpata nell’ambito del 41° Stormo divenendo l’unica realtà Antisom delle Forze Armate Italiane.

  1. S.
A Sigonella il “Raduno Atlantic”. L’evento per salutare l’aeroplano che ha volato sul Mediterraneo per oltre 45 anniultima modifica: 2017-10-16T11:56:05+00:00da
Reposta per primo quest’articolo