A U G U S T A N E W S

AUGUSTA, CASA DEL COMPOST NELLA CASA DI RECLUSIONE

L’inaugurazione nell’àmbito dell’Ecofesta

Augusta. Nel carcere di massima sicurezza, ubicato sulla provinciale Augusta-Brucoli, ci sarà la prima compostiera di comunità costruita con la partecipazione dei detenuti. La realizzazione della compostiera, gli specifici corsi di formazione (a cura dell’associazione Rifiuti Zero) e il conferimento della frazione umida si inseriscono in una delle azioni del progetto FARE CON MENO. La casa del compost, così appellata per le grandi dimensioni, è in grado di assorbire l’organico prodotto da circa 120 persone. È costituita da 3 camere, di cui due chiuse, in cui si introduce l’organico e avviene il processo di compostaggio, una aperta per lo stoccaggio della frazione secca (segatura, sfalci di potatura,) che viene aggiunta all’organico. È realizzata integralmente in legno: lamellare di abete per il telaio esterno, massello di larice per i telai interni, le pareti divisorie e tutti i rivestimenti esterni. La struttura in abete è trattata con un impregnante naturale a base di oli vegetali e cera d’api. L’ assemblaggio avviene a secco senza l’uso di collanti chimici. Il progetto è stato curato dell’arch. Marco Terranova con i materiali forniti dalla segheria Vecchio di Linguaglossa. E’, dunque, un prodotto totalmente fatto in Sicia. L’installazione è avvenuta all’interno di un cantiere  sotto la supervisione dell’arch. Terranova. Hanno partecipato attivamente 3 detenuti ogni giorno, affiancati dagli agenti della polizia penitenziaria. Il processo d’installazione è stato un importante occasione di condivisione, di scambio,  e di formazione reciproca, civica e sociale. L’inaugurazione sarà nel pomeriggio di venerdì 29 settembre. Ai corsisti dei quattro laboratori  organizzati nella due giorni di Ecofesta verrà offerto un pranzo preparato dai detenuti (grazie alla sponsorizzazione di Megara Ambiente e Agritecnica Scivoletto) e servito nella nuova aula realizzata per il corso alberghiero di prossimo avvio. Seguirà una breve cerimonia di consegna di encomi ai detenuti che si sono spesi per la realizzazione di queste opere. Dopo l’inaugurazione, al termine del pranzo, avverrà il primo conferimento con gli scarti di lavorazione del pranzo. L’assessore all’ambiente del Comune augustano,  Pulvirenti, nel ringraziare la casa di reclusione per la grande disponibilità ha manifestato orgoglio per la realizzazione di un’opera che pone Augusta come “città virtuosa” (per usare le  parole dell’ambientalista americano i Paul Connett.) L’appuntamento è per giovedì 28, in piazza Turati alle ore 18,30, per l’avvio dell’Ecofesta e il giorno successivo alle 9.30 al salone di rappresentanza del municipio per la sessione laboratoriale. L’Ecofesta si concluderà il 29 Settembre alle 21.30 alla villa comunale  con il concerto gratuito dei Qbeta.

Mariangela Scuderi

AUGUSTA, CASA DEL COMPOST NELLA CASA DI RECLUSIONEultima modifica: 2017-09-28T16:38:16+00:00da
Reposta per primo quest’articolo