PER LA VICENDA DENUNCIATA DALLE IENE, COLTRARO PER 10 MESI NON PUO’ ESERCITARE L’ATTIVITA’ NOTARILE – di Giorgio Càsole

coltraro con crocettaSIRACUSA – Sono le 12.25 di martedì 27 ottobre 2015: si è da poco conclusa al IV piano del palazzo di giustizia a Siracusa la conferenza stampa convocata per illustrare l’inchiesta condotta dalla Procura aretusea in séguito alle denunce delle IENE e delle persone, residenti fra Carlentini Augusta e  Lentini,   i cui terreni sono stati acquisiti da alcuni soggetti per intascare in maniera truffaldina, secondo l’accusa, i fondi dell’UE. La Procura di Siracusa ha tratto in arresto 17 persone e ha ordinato la sospensione dall’attività di notaio di Giambattista Coltraro, notaio in Augusta. Per ironia della sorte, il giorno prima Coltraro, principale accusato dalle IENE, si era difeso a spada tratta in una propria conferenza-stampa, annunciando clamorose denunce e confermando la sua totale estraneità ai fatti.

Giorgio Casole 

PER LA VICENDA DENUNCIATA DALLE IENE, COLTRARO PER 10 MESI NON PUO’ ESERCITARE L’ATTIVITA’ NOTARILE – di Giorgio Càsoleultima modifica: 2015-10-28T08:49:00+00:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento