Primo incontro tra soci Unitre e studenti del Liceo“Mègara” e Secondo Istituto di Istruzione Superiore “G. Ruiz” di Augusta

UNITREAUGUSTA – Venerdì, 16 gennaio c.a, presso il nostro Circolo Sociale si è svolto il primo incontro del “Gruppo di conversazioni intergenerazionali” che, in un clima di serenità e giovialità, ha visto a confronto  studenti del Liceo “Mègara” e del 2° Ist. di Istruzione Superiore “G. Ruiz” di Augusta con una selezionata equipe di soci della nostra Associazione. Su indicazione degli studenti, l’oggetto della conversazione rientra negli argomenti individuati con “Vita in famiglia”. In particolare i giovani hanno posto domande sui rapporti genitori-figli e nonni-nipoti. Presenti all’incontro i docenti Alfio Castro, Anna Lucia Daniele e Rosanna Bellistrì, circa 25 alunni e 10 soci Unitre. Potremmo ben dire che si è trattato di un incontro eccezionale nello scenario sociale della nostra cittadina. Incontro durante il quale, “nonni e nipoti” si sono confrontati, traendo reciproco arricchimento umano. Ci auguriamo che tali incontri possano segnare, nella nostra città, l’avvio di nuovi e proficui rapporti intergenerazionali ed essere forieri di positivi rapporti umani in una società sempre più disumanizzata. Abbiamo il piacere di fare conoscere ai nostri lettori i commenti espressi da due soci unitre e da una studentessa, presenti all’incontro. Il Sig. Antonio Accettullo, tra l’altro, così scrive: “La mia prima impressione positiva è stata la qualità degli argomenti proposti dai ragazzi. Si è parlato del rapporto tra genitori e figli e si è sfiorato quello tra nonni e nipoti. I giovani hanno dimostrato capacità di sintesi e si sono “incuriositi” sulle differenze generazionali ponendo domande non prive di curiosità. Appare evidente che ai ragazzi non interessa il “vissuto” personale di noi della “terza età” ma incuriosisce l’evoluzione, o meglio la trasformazione, dei rapporti tra genitori e figli. E questo per meglio comprendere come si sia giunti ad un migliore dialogo tra generazioni. Almeno per questo primo incontro il risultato mi sembra positivo.

Possiamo dirci orgogliosi di aver “messo in cantiere” un progetto che sarà sicuramente di aiuto per tutti: i giovani del Liceo, quelli dell’Industriale ed i “diversamente giovani” dell’UNITRE.” – Il Sig. Salvatore Ponzio, tra l’altro, così scrive: “L’incontro tra noi “giovani unitrini” e i ragazzi degli Istituti Mègara ed Itis, costituisce  indubbiamente una piacevolissima novità nel campo relazionale tra adulti e ragazzi.  Il poter essere interlocutori di un gruppo di giovani studenti su argomenti di vita scelti dagli stessi e’ certamente un privilegio e qualcosa di stimolante che prova a confrontare delle generazioni abbastanza lontane tra loro su argomenti sempre attuali. Al primo incontro, tra i  ragazzi e gli adulti, dopo una breve presentazione dei partecipanti, vinta una prima leggera ed iniziale timidezza, si è instaurato un clima di cordialità e reciproca simpatia. Sono stato partecipe di un evento non usuale, anzi straordinario, in cui i giovani di oggi con maturità  e senza timore reverenziale, hanno formulato delle domande circa i rapporti di noi adulti da giovani con i nostri genitori e di noi genitori con i nostri figli a loro volta genitori. Dopo aver ascoltato con attenzione ed interesse il nostro vissuto, ricco di contenuti ma scevro di consigli, hanno  messo a nudo da una parte le difficoltà relazionali con i genitori (tuttavia tutti hanno dichiarato di avere un buon rapporto con gli stessi) e dall’altra le insoddisfazioni nel farsi ascoltare quando cercano di comunicare con loro. Sono emerse così, pur se in tempi e contesti molto differenti, e con  le relative distinzioni, visti i diversi  contesti  temporali e culturali,   le difficoltà incontrate  sia dai giovani di ieri che da di quelli di oggi. Ritengo che l’ incontro sia stato proficuo,  costruttivo ed  umanamente arricchente,  pur nei limiti di tempo stabiliti, infatti dal dialogo con i ragazzi e dai racconti di noi giovani di ieri, e’ sempre emerso  che la chiave che apre la porta di ogni rapporto, a prescindere di quale sia la generazione, sia se precedente che successiva alla nostra, nel rispetto reciproco dei ruoli, e’ l’amore che si riesce  a trasmettere ai nostri figli, lo sguardo con cui li si guarda quando  chiedono qualcosa, ed il tempo che si dedica ad   ascoltarli, anche quando non se ne ha voglia,  o vorrebbero parlare di argomenti solo apparentemente banali.” Ecco quanto scrive Myriam Romeo, alunna del Liceo”Mègara”: “Io credo che sia stato un bell’incontro con temi abbastanza attuali. É stato divertente ascoltare i vari pareri di persone con una certa esperienza che cercano di consigliarti al meglio con assoluta gratuità e bontà… Senza pregiudizi. Inoltre credo che nel complesso sia un bel progetto e lascerà qualcosa in ognuno di noi.”

 Giuseppe Caramagno – pres. Unitre Augusta

Primo incontro tra soci Unitre e studenti del Liceo“Mègara” e Secondo Istituto di Istruzione Superiore “G. Ruiz” di Augustaultima modifica: 2015-01-26T23:03:20+00:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento