RINVIATA AL 12 NOVEMBRE L’UDIENZA DEL PROCESSO CHE INVESTE AUGUSTA

download.jpgAUGUSTA. E’ stata rinviata al 12 novembre di quest’anno l’udienza fissata per martedì 25 al fine di decidere se rinviare a giudizio una serie di personaggi politici, tra cui l’ex sindaco Carrubba, che sarebbero stati collusi con la mafia, specialmente con quella di Lentini.  L’udienza non si è tenuta perché alcune notifiche di atti non sono state formalmente corrette. In contrasto con questa decisione è, invece, proprio l’ex sindaco che non vuole attendere tutto questo tempo e ha chiesto il giudizio immediato. Se il giudice dovesse accogliere la richiesta, ma sembra improbabile, la posizione di Carrubba verrebbe stralciata dal processo in cui, tra gli altri, sono coinvolti l’ex assessore Luigi Antonio  Giunta e l’ex consigliere comunale “Jimmy” Blandino. Contro costoro ha deciso di costituirsi  parte civile per conto del Comune di Augusta, la triade commissariale, Librizzi, Cocciufa e Puglisi, che attualmente amministra Augusta, il cui consiglio comunale è stato sciolto proprio per infiltrazioni mafiose. Resta invece un mistero la scelta dell’avvocato patrocinatore: un professionista siracusano, incaricato con determina immediatamente esecutiva, quando Augusta pullula di avvocati giovani, comunque in  grado di difendere l’ente Comune, come in passato hanno fatto.

     Giorgio   Càsole

 

Lascia un Commento