UN ENFANT PRODIGE? E’ DI AUGUSTA MARCO DANIELE, GIOVANE RIVELAZIONE TEATRALE, NELL’ANTIGONE AL TEATRO GRECO IN QUESTI GIORNI A SIRACUSA

ENFANT.jpgAUGUSTA. Marco Daniele nasce ad Augusta il 4 luglio, festa nazionale negli USA,  di dodici anni fa e sin dai primi anni della sua vita i genitori hanno notato una certa indole  che lo induceva a rendersi protagonista nell’àmbito familiare  imitando attori, cantanti ecc. o trasformandosi in personaggi creati da lui,  che lo rendevano simpaticamente buffo e divertente durante le sue esibizioni. Durante passate vacanze estive svolte in un lido della Marina Militare, quando Marco aveva solo 6 anni veniva notato e richiesto  da Andrea Sciuti,  regista teatrale augustano,  per affidargli un ruolo. Da quel momento Marco ha iniziato la sua prima avventura nell’àmbito teatrale, interpretando brillantemente il ruolo di “Ninuzzu” in una commedia dal titolo “Cincu fimmini e un Tarì”  di Pino Giambrone, ottenendo, da esordiente, ovazioni e commoventi applausi, anche per via della giovanissima età.Nel mese di maggio 2011, per interessamento della compagnia “teatro stabile  Gravina” di Catania, a Marco  viene assegnato il ruolo di  “Pippineddu” in “Miseria e Nobiltà”, commedia diretta dal regista nonché direttore artistico Franco Torrisi della stessa compagnia, che opera  al  teatro Don Bosco di Catania, ottenendo grandi consensi a scena  aperta e tanti incoraggiamenti a proseguire da parte del pubblico. Nell’ aprile del 2012 Andrea Sciuti,  direttore artistico della compagnia “U Tiatru do Suli”, crea per Marco un personaggio da inserire nella commedia “U Paraninfu”: anche qui Marco dà ancora prova del suo innato talento.Nel mese di maggio 2012, per la presentazione di un nuovo libro scritto dalla attrice, regista e scrittrice catanese, di origine augustana,  Mara Di Maura, dal titolo “Seduta su un muro di marzapane e un pugno di fragole” Marco ha assolto il compito di voce recitante  ( bimbo impiegato insieme ad altri attori tutti adulti ) nel leggere delle pagine di buona qualità letteraria.

 

Sempre nel maggio 2012,  con la compagnia “Teatro stabile Gravina “, Marco è stato impiegato a far parte di un simpatico e impegnativo ruolo in  San Giovanni decollato”. Anche in questo caso per Marco viene inventato il personaggio spalla di un  cieco che  si esibisce in un esilarante duetto applauditissimo.Nel mese di luglio 2012 il piccolo monellino in questione per la festa del patrono di San Giovanni La Punta (CT) è stato chiamato per prendere parte a una divertentissima farsa sulla mala sanità dal titolo “Occhio non vede..” diretta  da e Gianni Sciuto  conosciutissimo attore e regista catanese,  dando ancora una possibilità a Marco per potersi esibire il un lungo monologo perdifiato recitato in Italiano , nel ruolo del figlio di un paziente. Testo ancora una volta inventato e composto personalmente dal virtuoso e caro amico regista, mosso dal grande attaccamento e stima che nutre nei riguardi del piccolino, che definisce sempre come  il suo pupillo e attore preferito.Il 17  gennaio 2013 Marco ha vestito i panni di Sebi Mazza nella commedia “Pranzo di Natale”richiesto dal maestro e produttore Toni Musumeci (stessa persona che ha lanciato Enrico Guarneri “Litterio”) nonché regista della stessa commedia , rappresentata al  teatro Odeon di Lentini Marco, nonostante abbia interpretato fin ora quasi sempre commedie dialettali, parla correttamente l’Italiano senza inflessioni dialettali e si esprime con buone capacità di dizione. Le sue pagelle scolastiche con il  massimo dei voti da sempre, non gli impediscono anche di assolvere i suoi  impegni sportivi nell’ambito del calcio con ottimi risultati. E’ un bambino particolare che esprime una simpatia intrisa di scaltrezza,che danno un’impronta non comune alla sua natura bizzarra, dolce e decisa nello stesso tempo. Il suo è un  carattere  estremamente puntiglioso, attento e tenace nel portare a termine tutte le sue cose, e nello specifico i suoi ruoli a lui affidati, compiuti sempre con gioia e divertimento , aiutato da una straordinaria capacità mnemonica e perspicace  adattabilità ai tanti ruoli  diversi. E’ protagonista dell’ Ultimo Tramonto “un bellissimo cortometraggio, scritto e diretto dal giovanissimo regista cinematografico  Antonio Ignoto , ispirato dalle qualità interpretative e espressive del piccolo attore,  che hanno indotto  il regista  a realizzare questa bellissima e toccante storia assegnandogli il ruolo di   protagonista. “Frequentando da un anno la scuola dell’INDA,  è stato scelto e inserito per un ruolo i n occasione della   rappresentazione classica di  “Antigone” di Sofocle, a partire dal 12 maggio fino al 23 giugno con la  regia di Cristina Pezzoli,  con, fra gli altri, protagonista Ilenia Maccarrone, Maurizio Donadoni, Isa Danieli. Marco Daniele, enfant prodige? Glielo auguriamo di cuore

 

  G.C.Nella foto, Marco Daniele in costume di scena al teatro greco

 

UN ENFANT PRODIGE? E’ DI AUGUSTA MARCO DANIELE, GIOVANE RIVELAZIONE TEATRALE, NELL’ANTIGONE AL TEATRO GRECO IN QUESTI GIORNI A SIRACUSAultima modifica: 2013-05-30T07:19:00+00:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento