GARA DI CANZONI NAPOPLETANE NEL CARCERE DI AUGUSTA, CON ENZO MAIORCA PRESIDENTE

CantaNapoli.JPG

AUGUSTA Si è svolta il 27 marzo la prima edizione del festival semiserio di canzoni napoletane “Brucoli CantaNapoli” . L’idea era nata durante un recital di poesie condotto dal professor Giorgio Càsole quando, dopo brani della Divina Commedia, la poesia “A livella” di Totò , spinse alcuni detenuti in maniera spontanea a esibirsi  in canzoni napoletane. La direzione ha quindi indetto una gara canora del repertorio classico e popolare napoletano. Tantissime le richieste, tantissimi i detenuti che si sono esibiti. I brani andavano da Tu vo fare l’americano a Guaglione, a O surdato nnammurato. Ma ad aprire non poteva che essere Zappatore. Grande entusiasmo del pubblico, composto da detenuti, insegnanti e volontari. Appaluditissima l’insegnante di canto Silvana Laudicina che aveva preparato i concorrenti con una serie di prove. A decidere i vincitori, premiando primo secondo e terzo classificato, una qualificata giuria esterna presieduta da Enzo Maiorca. Vincitori ex equo C.B. e G.S. con Resta cu mme e Tu ca nun chiagne.
Bellissima la scenografia, dipinta dal detenuto albanese A B, ergastolano dal cuore di artista che in questi giorni ha iniziato, nell’ambito di un progetto dell’associazione “Libera” a dare lezioni di pittura, come già negli anni scorsi a studenti del Liceo Megara di Augusta. Si replicherà l’anno prossimo.
   Lina Solarino

GARA DI CANZONI NAPOPLETANE NEL CARCERE DI AUGUSTA, CON ENZO MAIORCA PRESIDENTEultima modifica: 2013-04-06T12:39:33+00:00da leodar1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento